Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

La bellezza per vincere la battaglia della vita. “Cuorebomba” di Dario Levantino

La bellezza per vincere la battaglia della vita. “Cuorebomba” di Dario LevantinoCatapultati nella vita di uno dei quartieri più degradati di Palermo, Brancaccio, ci ritroviamo subito a seguire le vicende di chi deve fare i conti con un sistema di ingiustizie e soprusi continui, di chi è schiacciato da poteri di natura differente, eppure mai vinto, grazie alla messa in pratica di uno degli insegnamenti più difficili: quello dell’amore. Proprio grazie alla bellezza e alla semplicità di questa lezione trasmessa da coloro che possiedono un vero Cuorebomba (Fazi editore), Dario Levantino ci guida a raggiungere la consapevolezza di quanto sia arduo, ma allo stesso tempo liberatorio, riuscire a respingere l’odio e il rancore.

È dunque in una Brancaccio pericolosa che incontriamo il nostro protagonista, Rosario Altieri, giovane dall’indole buona, reso duro dalle ingiustizie della vita. Legato a due donne, sua madre Maria e la sua ragazza Anna, Rosario è sorretto da una spiccata passione per la letteratura e per il calcio. La sua è solo una delle tante drammatiche situazioni dei giovani di Brancaccio: il padre finito in prigione per spaccio di sostanze dopanti, la madre sofferente di anoressia per via dello scoperto tradimento del marito (che le aveva per giunta nascosto un altro figlio avuto con l’amante), una vita condizionata dal suo “ceto sociale”. Anche le istituzioni che dovrebbero tutelarlo, come la scuola o i servizi sociali, si rivelano in realtà luoghi d’interesse, cinismo e classismo. È una sorta di sopravvivenza la sua, una lotta per tentare di non finire completamente schiacciato da una società ingiusta, che privilegia i più facoltosi solamente per beceri giochi economici, che esercita un potere meschino e corrotto contro i più deboli. Osserviamo dunque Rosario cercare ogni escamotage per far star meglio la madre, per convincerla a mangiare, fino al triste giorno della loro separazione imposta dai servizi sociali. Da lì le cose peggiorano, e Rosario viene a scoprire un mondo ancora più marcio, quello di alcune famiglie affidatarie che si occupano dei ragazzi solo per lucrarne, senza seguirli con amore.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

La bellezza per vincere la battaglia della vita. “Cuorebomba” di Dario Levantino

Nessuno viene risparmiato dalla dura rappresentazione di questa realtà da parte di Dario Levantino: la scuola, le varie istituzioni statali e parastatali, perfino le famiglie stesse dei ragazzi. Nessuno sembra mostrare pietà o quantomeno provare una certa dose di empatia per chi, come Rosario e il protagonista del suo libro preferito, Oliver Twist, non ha nessuno a proteggerli e non ha i mezzi per vivere una vita “normale”. Nessuno ha pietà per chi viene da Brancaccio. Soltanto il fedele cane Johnatan, la schietta Anna, Padre Giovanni e un supplente di filosofia sembrano mostrare a Rosario degli aspetti che, messi assieme come dei pezzi di un puzzle, compongono e manifestano la presenza ancora possibile della bellezza: la fedeltà a ogni costo, l’amore tenace, l’onestà pura e l’attenzione sensibile. Sono queste quattro componenti, assieme alla dolcezza ed estrema bontà della madre, che permetteranno a Rosario di non chiudersi alla vita, di non sentirsi schiacciato e vinto, ma di continuare a lottare e affrontare ogni terribile situazione che gli capita attraverso il perdono. La via della bellezza risulterà liberatoria e vera.

La bellezza per vincere la battaglia della vita. “Cuorebomba” di Dario Levantino

Cuorebomba è un romanzo tanto drammatico nel suo svolgimento quanto infine positivo, di una positività mai banale, ma che può essere generata e riscattata solo attraversando il dolore, solo conoscendo la disperazione, solo vivendo dei traumi che permetteranno di essere risignificati con il ricordo di chi, in mezzo a tutto quel dolore, ha saputo comunque amare, i cosiddetti “cuoribomba”.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Dario Levantino ci regala dunque un libro che non è mai scontato, dando voce a un personaggio interessante e vivo, di cui leggiamo i pensieri. La lingua usata, che concede spazio a espressioni dialettali e a un linguaggio povero, permette in maniera efficace questa rappresentazione di una realtà quotidiana, quella dei quartieri più poveri di Palermo. Nonostante la drammaticità degli eventi raccontati, la grandezza dell’autore sta nel riuscire a evitare un inutile falso pietismo, restando aderente ai fatti attraverso una narrazione diretta e senza abbellimenti. Il messaggio finale si apre al lettore come una sorpresa, come una via inaspettata, ma sempre possibile: in mezzo al marcio di una società malata che vuole schiacciare i più deboli, i “cuoribomba” possono trovare la voglia di reagire con l’arma della bellezza per vincere la battaglia più importante: quella della vita.


Per la prima foto, copyright: Lucas Sankey su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.