Corso online di editing

Corso online di scrittura creativa

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

L'UE apre una consultazione pubblica sul diritto d'autore

CopyrightIl percorso è stato lungo, ma forse nella primavera del 2014 si arriverà a una nuova legislazione europea sui diritti d'autore, dopo la consultazione lanciata dall'UE che chiuderà i battenti il 5 marzo 2014. In quest'occasione tutti – da stakeholder a consumatori, da case di produzione ad artisti, da organizzazioni private ad autorità pubbliche – possono offrire il loro contributo in vista della tanto attesa revisione delle norme sul copyright.

La volontà c'è e sembra buona, se leggiamo le parole del Commissario del Mercato Interno e dei Servizi Finanziari Michel Barnier: «La mia visione del diritto d'autore è quella di uno strumento moderno ed efficace che sostenga la creatività e l'innovazione, permetta l'accesso a contenuti di qualità, anche a livello transnazionale, che incoraggi gli investimenti e potenzi la diversità culturale. La nostra politica sul diritto d'autore nell'UE deve stare al passo coi tempi», cioè con l'era digitale.

Ovvio che la questione sia delicata e che siano alquanto variegati i pareri sui risultati raggiunti finora. Infiniti gli scudi alzati contro il Satana pirateria. Ma i criteri di un fair use del web devono essere aggiornati e armonizzati all'interno degli Stati Membri, ribadisce la CE, che in questa direzione si era mossa fin dal 2010.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

È però nel 2012 che si è seduta al tavolo con gli stakeholder. Dal confronto, chiamato Licences for Europe, si è arrivati nel 2013 alla stesura di quattro documenti inerenti:

  • la possibilità di accedere a contenuti web di qualunque Stato Membro;
  • la stesura di norme chiare circa l'uso di materiale coperto da copyright da parte di utenti su piccola scala (pensiamo a certi video, audio e immagini su YouTube o Facebook, in cui troviamo copiati o re-mixati contenuti eterogenei; spesso gli uploader, anche volendo, non riescono a districarsi nella legislazione sul copyright, e tanto meno riescono a farlo gli utilizzatori finali, che a loro volta copiano e re-mixano);
  • la disponibilità di una cineteca free on line, soprattutto per i film fuori distribuzione, a uso sia privato sia commerciale;
  • lo sviluppo della tecnologia TDM, che permetterebbe a studiosi e ricercatori di accedere liberamente a una molteplicità di fonti on line, ma che richiede accordi tra i proprietari dei materiali, oltre a piattaforme mirate.

Ecco, questi sono solo alcuni dei punti per cui l'UE ha chiesto la partecipazione dei suoi cittadini. Chi voglia maggiori informazioni e intenda fornire il proprio input, clicchi sul link per accedere alla pagina dedicata alla consultazione.

E poi forse arriverà anche la primavera del nuovo diritto d'autore a marchio UE, per la felicità (speriamo) di ricercatori, cinefili, curiosi di ogni oltreconfine culturale, di qualunque internauta in effetti. Senza dimenticare le imprese che si occupano di copyright, il cui mercato pare tra le più promettenti fonti di crescita occupazionale, purché venga accettata la sfida tecnologica.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.