Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

L’Isis è uno Stato?

IsisLa domanda del giorno è questa: ma l’Isis è uno Stato o è qualcos’altro? Un’entità anomala, informe, sovranazionale e interstatuale?

Assurto agli onori della cronaca quando i servizi occidentali hanno deciso di diffondere finalmente notizie su questo movimento islamista radicale, l’Isis si pone in netta contrapposizione rispetto ai suoi predecessori di Al Qaeda, perché fa proseliti dentro una cornice politica che si nutre del crollo delle democrazie occidentali per affermare un’idea di grande Stato fideistico che loro chiamano, per semplificazione, Califfato.

Se fosse un vero califfato, il capo se ne gioverebbe e apparirebbe come un novello Bin Laden, ma quello che spaventa le democrazie occidentali è proprio la capacità politica dell’Isis di darsi una connotazione al passo coi tempi: un’entità fluida che penetra negli organismi morti degli stati arabi e se ne nutre.

Non siamo alle solite, ma di fronte a un fenomeno nuovo e di portata mondiale. Forse era storicamente inevitabile l’avvento di un’entità simile, e non del tutto imprevedibile. Tanto è vero che la retorica antislamica americana crolla e fa passi indietro, e lo stesso Obama deve dichiarare che questa non è una guerra contro l’Islam, costruendo una coalizione con quei Paesi Opec che non vogliono perdere egemonia in Medio Oriente. I proclami dei cosiddetti islamici moderati non raggiungono gli obiettivi ideologici voluti, semmai inaspriscono gli animi e rinnovano il sentimento anti-occidentale in tutta l’area.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete la nostra Webzine

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+ e Pinterest]

Va fatta poi un’altra considerazione: l’Isis si pone come forza innovatrice rispetto a tutti i regimi islamici ancora in piedi, da quello siriano di Assad a quello degli Ayatollah iraniani. Rappresenta e vuole rappresentare, l’Isis, il debutto di una forma nuova di autoritarismo mediorientale in un mondo che ha globalizzato la guerra, i mercati e la violenza, demolendo la centralità del dibattito democratico. A maggior ragione quando lo stesso Obama non ha pattuito con nessuno o quasi l’avvio degli attacchi contro la Siria. Pertanto, la risposta armata dei bombardamenti e della sempre più eventuale battaglia di terra è la riproposizione di uno schema fallimentare in uno scenario nuovissimo. Forse sarebbe più opportuno ammettere di aver sbagliato e su quest’ammissione di responsabilità chiamare tutte le popolazioni coinvolte a un’iniziativa di libertà. Ma questa è pura utopia, e a prevalere, purtroppo, sarà un lungo eccesso di morte mentre noi ancora ci domanderemo se l’Isis è uno Stato.


Segui il nostro speciale L'Islam spiegato ai figli.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (10 voti)

Commenti

Analisi molto interessante.

grazie, francesco.

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.