Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

L’intensità del mare. “La cerimonia del nuoto” di Valentina Fortichiari

L’intensità del mare. “La cerimonia del nuoto” di Valentina FortichiariIntenso e vibrante tra vita e morte, questo il sentire che attraversa le diverse storie raccontate in La cerimonia del nuoto di Valentina Fortichiari (Bompiani).

Il nuoto, il muoversi all’interno dello spazio sconfinato marino, le sfide che oceani e mari rappresentano per le creature che lo popolano: è questo il viaggio che la nostra autrice ci propone, l’osservazione dello stare al mondo, del vivere, che non riguarda solo squali, tonni, cavallucci marini.

Come le creature del regno acquatico anche gli uomini si confrontano con il mare, lottano, soccombono così come resistono ai pericoli, al male, al “nemico”.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Come i tonni protagonisti delle macabre mattanze che lottano fino all’ultimo per vivere così anche gli uomini stipati nelle carrette del mare che finiscono in acqua cercano di resistere. Ci sarà un tonno, un uomo che vivrà oltre ogni previsione che lo vorrebbe vinto tra i vinti, un anelito di vita, una forza di conservazione, un istinto che rimanda l’appuntamento con la morte per altri invece dura e penosa realtà.

Il nuotare, lo stile del nuoto, il solcare le acque diventano per così dire paradigmatiche di un altro cammino, quello della vita.

Ma il nuoto è anche ritorno alle origini, libertà, condivisione, luogo di composizione dei dolori, delle gioie, è cerimonia di iniziazione e di commiato verso la vita. Un aspetto, questo, che viene fuori nell’ultima parte del lavoro narrativo della Fortichiari, a metà strada tra il romanzo e il racconto. È qui che la presenza degli uomini si delinea maggiormente in un universo narrativo popolato di balene, unicorni marini, squali e capodogli. Accanto a loro storie di eschimesi o abitanti di luoghi al confine del mondo conosciuto, predatori ma anch’essi prede in una battaglia, senza esclusioni di colpi, che è quella per la sopravvivenza.

L’intensità del mare. “La cerimonia del nuoto” di Valentina Fortichiari

Al lettore che legge queste intense pagine vibranti, scritte con un ritmo perfetto e con un uso sapiente delle descrizioni, che rende il lavoro della nostra autrice a tratti quasi documentaristico, non è dato il tempo, fino a quasi alla fine, di un legame con i personaggi. 

È proprio la fine a regalarci un momento che potremmo definire catartico: la storia più intensa che occupa lo spazio di due bellissimi capitoli. La relazione di un padre e una figlia, sullo sfondo dei bellissimi paesaggi tra mare e montagna delle isole norvegesi.

Nelle ultime trenta pagine ecco che il lettore che fino a questo momento ha “consumato” il libro in un rapporto più distaccato quasi da osservatore viene catapultato in un mondo di sentimenti e paure che ognuno in modo diverso ha vissuto, temuto, immaginato.

L’intensità del mare. “La cerimonia del nuoto” di Valentina Fortichiari

La storia di Arya e di suo padre, della sua crescita, del suo rapporto e iniziazione al mare, della sintonia con il padre nelle traversate ogni volta vissute come un riconoscersi e come un tenersi reciprocamente in vita. Se nell’infanzia era il papà a orientare la bimba, poi adolescente e giovane, con l’andare degli anni è Arya a indirizzare in quel nuoto-cammino il suo papà ormai malato. È lei a volerlo portare con sé, a insistere per farsi seguire, per non cedere e non soccombere alla malattia. Ma viene sempre il momento di dirsi addio.

«Perché nuotare insieme, dal giorno in cui ho potuto seguire mio padre, era per me patto, imitazione, condivisione di radici, appartenenza. I gesti, le bracciate, il modo di uscire con testa e bocca per prendere fiato, valevano come un esempio, un modo per dire ‘ecco, sei mia figlia anche in questo’. Si stava in superficie, e non solo in acqua; successivamente, sarebbe venuto il momento di conoscere in profondità il suo garbo, il decoro, i sentimenti mai rivelati per pudore. Ancora adesso nuotare con qualcuno ha per me il significato di un legame affettivo importante e non detto».

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Ecco che nel mare, in quel solcare l’acqua, in quel nuotare tutto si ricompone: «È in questi momenti che prendo coscienza di uno stato di grazia indicibile. Sono senza età, senza nome, non ho identità. Non conosco passato né futuro. Solo il qui e ora di puro movimento, muscoli e pulsazioni, respiro».


Per la prima foto, copyright: Cristian Álvarez.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.