Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Kurt Cobain e i 6 consigli per una buona vita

Kurt Cobain e i 6 consigli per una buona vitaSono trascorsi oltre venti anni dalla morte di Kurt Cobain, il leader dei Nirvana, che continua a far parlare di sé.

 

Suicidatosi il 5 aprile del 1994, Kurt Cobain ha lasciato una serie di diari pubblicati postumi che offrono uno sguardo sulla vita interiore del cantante oltre che una serie di riflessioni sul mondo suo contemporaneo fino a fornire una breve serie di consigli per condurre una buona vita.

 

La raccolta dei diari ha inizio con una lettera di Cobain indirizzata a Dale Crover, batterista dei Melvins, nel 1988, in cui discute dei primi barlumi della fama, della mediocrità dei programmi televisivi della notte, la superficialità della pubblicità e della decisione di chiamare “Nirvana” la band:

Ciao, sono io che dico “tutto è piovoso, monotono, e OK”

Kurt Cobain e i 6 consigli per una buona vita

Kurt Cobain e i 6 consigli per una buona vita

Kurt Cobain e i 6 consigli per una buona vita

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

In un altro inserto Cobain riflette sulla cultura sostenuta da una profonda coscienza di sé con sfumature di auto-disgusto:

Mi piace lamentarmi e non fare nulla per migliorare le cose. Mi piace incolpare la generazione dei genitori per essere giunti così vicini al cambiamento sociale arrendendosi dopo i pochi sforzi di successo da parte dei media e del governo per mutilare il movimento usando i vari Manson e gli altri rappresentanti della cultura hippie come esempi di propaganda su come non fossero altro che malattie anti-patriottiche, comuniste, sataniche, inumane, e a loro volta i baby boomer sono diventati i più perfetti, conformisti, yuppie ipocriti che una generazione abbia mai prodotto.

Kurt Cobain e i 6 consigli per una buona vita

Kurt Cobain e i 6 consigli per una buona vita

Kurt Cobain e i 6 consigli per una buona vita

E suggerisce poi la strategia giusta per cambiare lo status quo dall’interno:

Mi piace discutere con calma e razionalmente i miei punti di vista in modo conformista anche se mi considero di estrema sinistra.

Mi piace infiltrarmi nei meccanismi di un sistema comportandomi come uno di loro, poi iniziare lentamente la putrefazione dall’interno dell’impero.

 

LEGGI ANCHE – Cinque libri che raccontano Kurt Cobain e i Nirvana

 

E si lamenta della propensione americana per le mode:

La cospirazione verso il successo in America è l’immediatezza… Qui oggi, trascorso il domani perché il giorno dopo ieri non era niente di più che uno strumento in ogni individuo per l’importanza personale, l’intrattenimento e i rituali sociali. L’arte che ha un valore duraturo non può essere apprezzata dalle maggioranze. Solo la stessa, piccola percentuale darà valore alla pazienza delle arti come fa sempre. Questo è un bene. Quelli che non sono consapevoli non meritano i falsi suggerimenti nei loro doveri all’acquisto.

 

Cobain si sofferma anche sulle mitologie mistificanti della fama, che in funzione di ciò che è mainstream falsa l’enorme ruolo delle “minoranze” nel modellare la storia della cultura moderna:

Mi piace il conforto che si prova nel sapere che le donne in genere sono superiori e per natura meno violente degli uomini.

Mi piace il conforto che provo nel sapere che le donne sono il solo futuro del rock and roll.

Mi piace il conforto nel sapere che gli afro-americani hanno inventato il rock and roll, eppure sono stati riconosciuti o premiati per i loro risultati solo quando erano conformi agli standard degli uomini bianchi.

Mi piace il conforto nel sapere che gli afro-americani sono stati ancora una volta l’unica razza che ha portato una nuova forma di musica originale in questo decennio.

 

In un’altra nota, Cobain si lamenta per il culto del commercio:

Kurt Cobain e i 6 consigli per una buona vita

La fine degli anni Ottanta

Questo è un esempio subliminale di una società che ha succhiato e fottuto se stessa in un pasticciato valore dell’avidità.

[…]

Hai la sensazione generale di aver pagato troppo per letteralmente niente di stimolante.

[…]

Gli scherzi su di te così uccidi te stesso

Nessuno sforzo può salvarti dall’oblio. …

Nessun indirizzo

Nessun editor

Nessuna pubblicità

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Sempre nei diari, Cobain inserisce una lista di consigli di vita, seguiti da un avvertimento che si applica a ogni aspetto della vita stessa:

Kurt Cobain e i 6 consigli per una buona vita

1.      Non stuprare

2.      Non avere pregiudizi

3.      Non essere sessista

4.      Ama i tuoi figli

5.      Ama il prossimo tuo

6.      Ama te stesso

 

Non lasciare che le tue opinioni ostacolino la lista di cui sopra.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.