Perché è importante leggere

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Ispirazione n. 6: inganni con se stessi

La morte di Ivan Il’ič di Lev. N. TolstojIl dolore non diminuiva, ma Ivan Il’ič si costringeva a pensare di stare meglio. E riusciva a ingannarsi, finché niente veniva a turbarlo. Ma appena si verificava un’incomprensione con la moglie, un insuccesso sul lavoro o le carte al «vint» risultavano sfavorevoli, egli avvertiva immediatamente tutta la forza della malattia. Un tempo sopportava questi rovesci in attesa di tempi migliori, sicuro di rimontare al più presto, ora ogni insuccesso lo fiaccava, lo gettava nella disperazione. Diceva a se stesso ch’era già sulla via della guarigione, che la medicina cominciava a fare effetto, ma poi era sopraggiunta quella nuova calamità che aveva vanificato tutto. Si irritava contro la sorte o contro coloro che gli avevano causato dispiacere annientandolo. Sentiva che quel sentimento di stizza lo uccideva, ma non poteva farci niente. Avrebbe dovuto capire che quella sua irritazione contro le circostanze e le persone aggravava la malattia e che sarebbe stato più ragionevole ignorare gli avvenimenti spiacevoli; faceva invece l’esatto contrario. Sosteneva di aver bisogno di pace, mentre seguiva puntualmente tutto ciò che poteva guastare questa pace, irritandosi al minimo inconveniente. Peggiorava inoltre la propria situazione leggendo libri di medicina e consultando vari medici. Il peggioramento era costante, ma egli riusciva a ingannarsi confrontando solo un giorno con l’altro; la differenza era minima.

 

La morte di Ivan Il’ič di Lev N. Tolstoj

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.