Diffondi libro

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Curiosità grammaticali

“Il violino della salvezza”, un thriller triestino tra passato e presente

“Il violino della salvezza”, un thriller triestino tra passato e presenteIl violino della salvezza (Libromania, 2020) è il romanzo con cui Salvo Bilardello, chimico prestato alla letteratura che vive tra Trieste e Marsala, ha vinto la quarta edizione del premio “Fai viaggiare la tua storia” organizzato dalla casa editrice Libromania in collaborazione con la società Autogrill.

Siciliano trapiantato nella Venezia Giulia, Belardinello ha scelto di ambientare la sua storia a Trieste, immergendo il lettore fin dalle prime righe del romanzo in quello che forse è l’appuntamento annuale più importante per chi vive in quella città: il giorno in cui si disputa la tradizionale regata velica della Barcolana, una gara unica al mondo che prevede la partecipazione indiscriminata di barche a vela di tutti i tipi e di tutte le dimensioni, che si sfidano in un percorso nel golfo di Trieste, al termine del quale vengono premiati i vincitori di una serie di particolari graduatorie.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Cosa succede dunque in occasione della quarantasettesima edizione della Barcolana, la seconda domenica di ottobre del 2015? Poco prima che la gara abbia inizio, una delle barche iscritte viene fermata dalla guardia costiera mentre va alla deriva in mare: a bordo ci sono i cadaveri del proprietario e dell’amico che avrebbe dovuto partecipare alla Barcolana con lui, due professionisti ben noti in città.

Le indagini sono affidate al commissario Renzo De Stefano, che da poco tempo ha chiesto il trasferimento da Aquileia a Trieste per raggiungere la sua compagna e che stenta a trovare un possibile movente dell’omicidio. L’assassino ha marchiato una delle due vittime, scrivendo col sangue la sigla NN, una sigla a cui nessuno sembra riuscire a trovare un significato.

Nei giorni successivi, però, altri inquietanti omicidi insanguinano la città, colpendo persone tra cui non esiste in apparenza nessun legame, ma che quello che ormai sembra essere senza ombra di dubbio un killer seriale marchia sempre con la sigla NN.

Pressato dai superiori e dalla paura che inizia a serpeggiare in città, il commissario riuscirà a dare un senso alla sequenza degli omicidi soltanto rivolgendosi al passato e scoprendo che le motivazioni dell’assassino nascono da una delle più grandi tragedie della storia del ventesimo secolo.

“Il violino della salvezza”, un thriller triestino tra passato e presente

Il violino della salvezza è un romanzo d’esordio che rientra a pieno titolo nel genere del giallo classico, costruito attorno al tipico personaggio di un commissario (in altri casi ispettore, vicequestore o altro ancora) che, se ben accolto dal pubblico dei lettori, potrebbe magari in futuro diventare seriale.

Uno dei suoi punti di forza è sicuramente l’ambientazione a Trieste, che unisce il fascino della città di mare all’essere un luogo con un passato importante, ma anche per molti aspetti doloroso e con dei lati oscuri con cui restano ancora dei conti in sospeso, come ci ricorda fin dal principio la narrazione che si snoda lungo due percorsi ben distinti, uno che si svolge al presente e l’altro al passato. Questo forse rallenta un po’ il ritmo dell’indagine poliziesca, ma rende senz’altro più interessante e complessa tutta la vicenda.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Correggendo qualche ingenuità da esordiente, come i frequenti e a volte contradditori richiami al tempo atmosferico che si rivela un po’ troppo mutevole da una pagina all’altra, Il violino della salvezza è un buon prodotto di genere, con un personaggio principale convincente, simpatico e fortunatamente privo dei tanti cliché che vengono spesso attribuiti, con esiti un po’stucchevoli, a tanti protagonisti dei numerosi romanzi seriali nati negli ultimi anni.


Per la prima foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 3 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.