In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Corso online di editing

Corso online di scrittura creativa

“Il vecchio e il gatto” di Nils Uddenberg: una storia d’amore

Nils Uddenberg, Il vecchio e il gattoIl vecchio e il gatto di Nils Uddenberg (traduzione dallo svedese di Lucia Barni, Corbaccio, 2014) racconta la storia di amore, di fiducia e di amicizia tra Nils e Micia. Cosa accade quando uno psichiatra in pensione incontra una gatta e se ne innamora? Sarà lui ad adottare lei o accadrà il contrario?

In una mattina d’inverno una gattina dai grandi occhi dorati, con il pelo grigio e marrone, di circa sei mesi, si presenta davanti alla camera da letto di Nils. Mai l’uomo avrebbe immaginato in vita di sua di adottare un animale, né tantomeno di poter essere una «persona da gatto».

Dapprima sia lui che sua moglie sono riluttanti all’idea di accogliere quella gatta in casa, sono abituati a viaggiare, ad assentarsi per lunghi periodi e quella convivenza gli appare troppo vincolante. Tuttavia, malgrado la loro resistenza iniziale, nonostante la lascino dormire nel capanno e le rifilino scadente cibo da cani, la piccola non va via, resta, è ostinata e con dolcezza impone la sua presenza, fino a farla diventare imprescindibile, divenendo così «la loro micetta» e dando ufficialmente inizio alla loro relazione amorosa.

«Come può una creaturina di tre chili scarsi, acciambellata sul mio letto, trasmettermi sicurezza? Io sono molto più forte e potrei annientarla in qualsiasi momento, mentre lei non ha lo stesso potere su di me. È forse la fiducia che mi mostra a essere così importante?» [p. 56].

Micia, pian piano, si accoccola nella sua vita riuscendo a suscitare in Nils sentimenti che lo sorprendono. Dalla convivenza nascono poi le domande e quasi con condotta da etologo lo psichiatra si chiede chissà perché quel felino agisca in quel modo. Micia ama lui tanto quanto Nils ama lei? Tante speculazioni a cui tenta di dare risposte, consapevole della loro possibile erroneità.

Ane Gustavsson, Il vecchio e il gatto

Il vecchio e il gatto è un libricino di appena centoquaranta pagine e segue la forma del racconto autobiografico, portandosi a metà strada tra il saggio scientifico e il racconto di evasione. Uddenberg infatti è docente di psichiatria in pensione, specializzato in scienze del comportamento, e ciò si ritrova nelle sue argomentazioni pragmatiche in cui osserva e analizza con occhio scientifico, rimanendo nondimeno con grande abilità sempre su un piano discorsivo semplice, in modo tale da rendere la lettura fluida e piacevole.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete la nostra Webzine

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+Pinterest e YouTube]

Nils UddenbergLa gatta diviene poi un pretesto per divagare in ragionamenti di carattere scientifico, storico o filosofico; l’autore chiama in causa pensatori e autori importanti che hanno amato e scritto sui gatti,ad esempio cita Montaigne, Lessing, Eliot e Cocteau.

I titoli dedicati all’universo felino sono innumerevoli. Scrittori come Balzac, Poe, Cechov, Burroughs, Kipling, Söseki, e tanti altri grandi hanno da sempre celebrato il gatto, «l’unico animale domestico che abbia scelto di esserlo» che affascina, intriga e che, come nota il nostro autore, non abbassa mai lo sguardo e non ha mai fretta.

«Agli uomini moderni piace considerarsi individui liberi ed emancipati, e non creature di gruppo. È facile dunque identificarsi con i gatti. La loro riluttanza a riconoscere la dipendenza dai padroni ci appare più affascinante del desiderio nevrotico dei cani di compiacere sempre. Chi non preferirebbe essere selvatico piuttosto che addomesticato? La nostra gatta ci ha scelto, non siamo stati noi a scegliere lei. I gatti lo fanno da migliaia di anni ed è per questo che portano la coda ritta in aria. Sono individualisti indipendenti, che si rifiutano di trovare un posto tra i ranghi. Indipendenti come molte persone desidererebbero essere» [p. 131].

Per chi predilige i gatti, per coloro che si sono lasciati adottare da un felino o che sognano di farlo, questo è un libro assolutamente imperdibile. Non sempre si è d’accordo con quanto dice lo psichiatra scrittore, in alcuni casi chi conosce i gatti e convive con loro potrebbe aver sviluppato teorie diverse e personali in base alle proprie esperienze in merito ai loro comportamenti. Su una cosa però ci si ritrova assolutamente d’accordo con Uddenberg, sulla tenerezza che un gatto innamorato è in grado di infondere in chi è oggetto di quell’amore.

Ane Gustavsson, Il vecchio e il gatto

Nella sua veste grafica il testo risulta essere particolarmente curato soprattutto grazie alle bellissime illustrazioni a matita in bianco e nero di Ane Gustavsson, in grado di offrire alla lettura una certa sfumatura poetica.

Delicato e a tratti umoristico, poetico e anche un po’ naïf, Il vecchio e il gatto di Nils Uddenberg si presenta davvero come un piccolo gioiello raro.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.