In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Il sogno di un campione. Il romanzo della vita di Fausto Coppi

Il sogno di un campione. Il romanzo della vita di Fausto CoppiGiancarlo Governi è l’autore di Il volo dell’Airone, un libro dedicato al più famoso ciclista italiano della cosiddetta epoca d’oro: Fausto Coppi, ovvero l’Airone. Pubblicato da Fandango Libri, questa biografia, dopo cento anni dalla nascita del campione, ci fa vivere e scoprire l’uomo Coppi, con le sue debolezze, i suoi affetti e sopra ogni cosa il suo amore per la bicicletta.

«Tutti si domandano perché. Se lo domanda la stampa, impietosamente, anche quella straniera (Pourquoi vous courrez encore, Monsieur Coppi?); se lo domandano gli amici, se lo domandano i tifosi.

C’è una sola risposta alla domanda: Coppi non può fare a meno della bicicletta. Senza la bicicletta sarebbe morto.»

 

Fausto Coppi nasce a Castellania nel 1919. Durante la giovinezza aiuta il padre nei campi, ma ben presto confida ai genitori che non vuole zappare più, perché vuole trovare un altro mestiere e così va a lavorare a Novi Ligure nella salumeria del signor Merlano.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Qui il giovane fa consegne con la bicicletta mentre la sera è intento a leggere il Manuale del perfetto ciclista di Eberardo. È durante questi anni che scopre la sua travolgente passione per la bici e ne compra una, grazie all’aiuto economico dello zio e del fratello Livio.

Successivamente fu affidato alle cure di Cavanna un famoso massaggiatore che gli fece fare la sua prima corsa a Castellania.

Il sogno di un campione. Il romanzo della vita di Fausto Coppi

Negli anni seguenti gareggia dapprima negli indipendenti e poi nei professionisti vincendo così la sua gara più importante: il Giro d’Italia, diventando l’idolo di Novi.

Poco dopo, da una conversazione con Cavanna viene a conoscenza del record dell’ora di Archambaud. Per lui intraprendere l’avventura di battere quel traguardo era anche un modo per ritardare la sua partenza per il fronte. Siamo nel 1942 e il Nostro quell’anno riesce nella sua impresa battendo il primato del ciclista francese che resisteva ormai da diversi anni. Poco dopo questa vittoria però è chiamato a partire, ad abbandonare la bicicletta e a diventare soldato. La guerra trasforma il giovane da campione a uomo sofferente. Viene fatto prigioniero e condotto in Africa dove viene colpito dalla malaria. Solo nel ’44 Roma viene liberata e Coppi sa di poter tornare a casa.

«Dopo un attimo riescono in bicicletta, seguiti subito dopo da Fausto e da Gino che sono quasi appaiati. Il pubblico applaude e urla la sua gioia. Fausto è commosso ma lentamente sta abbandonando la sua aria spaurita, ora è di nuovo su una bicicletta. Si alza sui pedali e comincia a spingere.»

Il sogno di un campione. Il romanzo della vita di Fausto Coppi

Continuando nella lettura non scopriamo solo le vittorie di questo grande uomo ma anche i suoi rivali tra i quali spicca Bartali, e gli amori tra cui la moglie Bruna da cui ebbe anche una figlia (Marina) e Giulia una donna sposata con il dottore Locatelli, di cui si innamora profondamente. Questo amore lo porterà alla separazione definitiva dalla moglie e a continue lotte. Infatti, durante quegli anni in Italia l’adulterio era un reato. Il rapporto tra i due fu sempre ostacolato e condannato da tutti, furono entrambi arrestati per abbandono del tetto coniugale e proprio durante quei mesi Giulia era anche incinta dell’altro figlio di Coppi: Faustino.

Ma dopo un po', anche l’affetto che li univa si affievolisce, quell’unione tanto desiderata lo aveva infatti portato ad allontanarsi dagli amici e dalla figlia. L’unico grande amore che Coppi non ha mai abbandonato è stato quello con la sua bicicletta. Morirà il 2 gennaio del 1960, costretto a letto da una forte febbre all’età di quarant’anni.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Alcuni meriti di Il volo dell’Airone vanno ricercati nel modo in cui viene ritratto il protagonista, un uomo a volte fin troppo legato alla sua solitudine e che lavorava per ore e ore dimentico di tutto; e anche nella descrizione di alcune foto che accompagnano la narrazione e che riescono solo con un’immagine a raccontarci, ad esempio, del profondo amore che legava il protagonista al fratello Serse, e infine un linguaggio chiaro e colloquiale.

Il tuo voto: Nessuno Media: 3 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.