Perché è importante leggere

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

“Il segreto del Grace College” di Krystyna Kuhn

Il segreto di Grace CollegeSi tende a guardare la letteratura per adolescenti (o young adults che dir si voglia) con ormai un po' di sufficienza, come fatta di cloni non molto ben scritti, ma come sempre non si può generalizzare, e ci possono essere anche delle sorprese e delle opere originali, come questo primo volume di una nuova saga, non vampirica (meno male). Il segreto del Grace College di Krystyna Kuhn nella traduzione italiana di Roberta Zuppet è un romanzo tra il giallo e il paranormale, che reinventa situazioni forse già viste in maniera originale e appassionante.

L'autrice, la tedesca Krystyna Kuhn, sceglie come ambientazione un college isolato sulle Montagne Rocciose in cui i suoi due protagonisti, Robert e Julia, fratello e sorella appena arrivati, si trovano a studiare sia per la buona fama come scuola preparatoria del Grace, sia per sfuggire a qualcosa del loro passato (il sottotitolo del romanzo è "Tutti hanno qualcosa da nascondere") che verrà rivelato solo nelle ultime pagine. Come avviene nelle migliori storie di mistero, verranno presto coinvolti in una serie di fatti strani, e se l'intreccio del romanzo e il mistero contingente legato alla scomparsa di Angela, caporedattrice del giornale del college, verranno risolti, c'è da aspettarsi nuovi sviluppi nei libri successivi, legati al Grace.

Come in altre saghe non solo libresche, Krystyna Kuhn costruisce due piani di narrazione e di mistero, uno legato alla vicenda strettamente narrata, legata alla scomparsa di Angela e al passato di Robert e Julia, e uno più ampio, legato alle vicende di un posto che è fin dalle prime battute il vero protagonista della vicenda, più di Robert, Julia, Angela, Kate e i loro compagni, teatro della misteriosa scomparsa di alcuni studenti più di trent'anni prima, che senz'altro diventerà argomento dei prossimi libri e che aveva portato alla sua chiusura fino a tempi recenti.

Il Grace College, tra la montagna Ghost e il lago Lake Mirror, altri due comprimari inquietanti ed efficaci, conquista fin da subito, come luogo senza tempo (è negli Stati Uniti ma potrebbe essere ovunque, una comunità autosufficiente ma nello stesso tempo disturbante), come sorta di purgatorio in cui i protagonisti sono costretti a vivere quasi fuori dalla vita (a qualcuno verrà in mente l'isola di Lost, e il paragone non è campato in aria), come sorta di Hogwards paranormale e più inquietante della scuola di Harry Potter, come posto di misteri da cui forse si ha paura di non uscire vivi, e non solo per le inevitabili metafore legate alla crescita e alle paura che accompagnano l'avvento dell'età adulta, già argomento di tante storie ma in fondo sempre attuali e sempre utili da trattare, anche solo per esorcizzarle.

Anche i protagonisti, pur adolescenti, sono lontani da certi stereotipi, ed è meritorio sottolineare che, almeno nel primo romanzo, l'autrice abbia evitato di trasformare la vicenda in una soap opera di storielle sentimentali, triangoli e altri ammiccamenti: Robert e soprattutto Julia vogliono scoprire la verità su cosa succede al Grace College, ma in fondo loro per primi nascondono la verità su loro stessi, e anche se il colpo di scena finale è leggermente forzato (anche se ispirato a certa attualità) la vicenda fila e riesce ad appassionare, anche chi per ragioni anagrafiche è fuori target rispetto al pubblico ideale del romanzo. In attesa dei seguiti, a questo punto, in cui sarà d'obbligo scoprire qualcosa di più sul Grace College.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (10 voti)
Tag:

Commenti

ma quando esce il continuo

Questo libro mi è piaciuto tantissimo perchè parla di cose reali che possono succedere a qualunque persona ,quindi lo trovo molto interessante.Un'altra cosa è che il libro è stato scritto in modo che la persona che lo sta leggendo si coinvolga e non smetterà di leggere.

Tra quanto uscirá il continuo ??????
È un libro FANTASTICO (gia letto)
Ma nessuno mi sa dire quando uscirá il SEGUITO ......
Risp. Al + presto !!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Baci

Non si conosce ancora la data di un eventuale seguito.

Qualcuno può dirmi come finisce il primo libro?

bello ma dovrebbe uscire il continuo perché sono molto curioso

BELLO MA DEVE USCIRE IL CONTINUO

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.