Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

Il racconto della razza superiore. Il nuovo romanzo di Vittorio Schiraldi

Il racconto della razza superiore. Il nuovo romanzo di Vittorio SchiraldiHa il respiro di una saga e lo stile del feuilleton La razza superiore, l’ultimo romanzo di Vittorio Schiraldi, edito da Bookme. In un arco temporale di cinquanta anni, si sviluppa un racconto che, a partire dal capostipite, abbraccia tre generazioni di una ricca e influente famiglia divisa tra Inghilterra e Stati Uniti. E, attraverso le vicende dei protagonisti, si delinea un lungo periodo storico durante il quale le contaminazioni tra il vecchio e il nuovo continente hanno contribuito a produrre sviluppo economico e ricchezza ma, con questi, anche le aberrazioni culturali e politiche che hanno suffragato l’ideologia della razza eletta.

Rainer Hassel, protagonista di Per soldi o per amore, un precedente romanzo di Schiraldi, è ormai un uomo vecchio e stanco. Emigrato negli Stati Uniti, è stato capace di una scalata sociale che lo ha messo al vertice di una grande azienda petrolifera. Ma vive nel ricordo di una donna con la quale, a suo tempo, non gli è stato concesso di costruire una famiglia. La ragazza, di estrazione borghese, era morta suicida dopo avergli dato un erede. Rainer, appena saputo della sua esistenza, lo ha voluto conoscere e nella sua vita sono finalmente entrati Andrew, questo il nome del figlio, che nel frattempo è diventato un noto musicista e vive a Londra e, con lui, i tre nipoti Tom, Ben e Ellen. Molto presto, Tom si trasferisce a New York, per gestire, con il nonno, l’azienda; i suoi due fratelli, spesso, attraversano l’oceano per far loro visita.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

Il racconto della razza superiore. Il nuovo romanzo di Vittorio Schiraldi

La storia ha inizio a partire dai primi anni del secolo scorso. La guerra di secessione ha messo fine alla schiavitù,istituto sul quale si reggeva gran parte dell’economia degli Stati del Sud. Ma, abolita quella, persistono la segregazione e i pregiudizi nei confronti dei neri, mentre sia negli Stati Uniti che in Europa, si diffondono studi e saggi con pretese scientifiche, tendenti a suffragare l’ipotesi che alcuni tratti somatici, per esempio la forma del cranio, siano elementi predittivi sia dell’intelligenza delle persone, sia della loro predisposizione a delinquere. Da qui alle teorizzazioni volte a dimostrare l’esistenza di una razza superiore e, in quanto tale, legittimata a dominare il mondo, il passo, come è noto, sarà breve.

Le vicende dei protagonisti si sviluppano tra Londra e New York: morto Rainer e venduta l’azienda, i tre nipoti prendono strade diverse. Tom segue la sua passione per l’esplorazione di terre sconosciute e si trasferisce in Congo, dove lotterà, insieme con un prete occidentale trapiantato lì, contro lo schiavismo e le torture imposti dai dominatori belgi nei confronti della popolazione locale; e dove troverà la morte per mano di alcuni rivoltosi. Ben si innamora di una cameriera nera, che, prima di morire in un incidente, gli darà una figlia. Ellen sposa il figlio di un diplomatico.

Il racconto della razza superiore. Il nuovo romanzo di Vittorio Schiraldi

Ma il filo rosso che lega le tante vicende raccontate nel romanzo è l’ideologia razzista che prende piede, nei primi decenni del secolo scorso, in America come in Europa, fino a condurre, negli Stati del Sud, a concepire una legislazione che imporrà la sterilizzazione alle immigrate e alle loro figlie, accusate di comportamenti devianti. E che, qualche decennio dopo, contribuirà, in Europa, all’affermarsi del nazismo.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Se per le vicende che fanno da cornice al racconto, La razza superiore può essere assimilato a un romanzo storico, sicuramente, per l’attualità del tema trattato, cioè il razzismo,è un’opera che finisce con l’essere di denuncia. Ha una struttura narrativa in sostanza lineare, anche se, in alcuni passaggi, risulta poco immediata la collocazione nel tempo della storia. Lo stile fluido e semplice, a tratti lento, è coerente con lo sviluppo della narrazione, che riguarda le vicende di diverse generazioni della famiglia Hassel,mentre le molte parti dialogiche contribuiscono con efficacia a descrivere la personalità dei protagonisti. D’altra parte, gli stessi dialoghi, in alcuni capitoli, occupano molto spazio e questo, in parte, penalizza la tensione narrativa, senza però, togliere molto alla godibilità della lettura del romanzo.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.