In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Il racconto, Association of Writers & Writing Programs e Franz Kafka [RSCS – 74]

Franz KafkaIl racconto vs il romanzo

Cultural Studies: Is the short story, long in the shadow of the novel, finally getting its due? (Mike Doherty)

La vittoria del Premio Nobel da parte di Alice Munro ha aperto un dibattito che era già nell’aria da parecchi anni e che ha trovato in questo evento il pretesto per scoppiare. Il racconto breve sta acquisendo sempre più importanza, non tanto agli occhi dei lettori forti o degli scrittori, quanto da parte delle case editrici. Finalmente, si afferma in quest’articolo, si riconosce la particolarità del genere, la sua forza, il sua straordinario effetto sulla letteratura.

Per leggere l’articolo originale, clicca qui.

***

Viaggio nel WPA

11,800 People Sharing in the Existential Agony of Writing (David D. Brown)

In quest’articolo si parla dell’annuale convention dedicata agli scrittori e al mondo della letteratura americana: la convention dell’Association of Writers and Writing Programs (WPA). In questo racconto esilarante e sarcastico, l’autore offre un resoconto complessivo dell’evento (che quest’anno si è tenuto a Seattle), soffermandosi soprattutto sul difficile destino dello scrittore, perso nella giungla di editor, case editrici, speranze improbabili, e l’ombra minacciosa di Amazon.

Per leggere l’articolo originale, clicca qui.

***

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Il vero Franz Kafka

How Franz Kafka Actually Lived (Cynthia Ozick)

La famosa scrittrice Cynthia Ozick recensisce per il «New Republic» la traduzione di due dei tre volumi di una nuova biografia dedicata a Kafka. Ciò che secondo la Ozick farebbe distaccare questa biografia dalle numerose esistenti, è la lucidità storica con cui la vita di Kafka viene descritta. L’autore, Reiner Stach, dimentica le definizioni stereotipate dell’opera kafkiana, sospendendo ogni netto giudizio, e dando una visione il più oggettiva possibile.

Per leggere l’articolo originale, clicca qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.7 (3 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.