In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Corso online di scrittura creativa

Corso online di editing

Il posto dove la vita fa più male. “Tutto chiuso tranne il cielo” di Eleonora C. Caruso

Il posto dove la vita fa più male. “Tutto chiuso tranne il cielo” di Eleonora C. CarusoPuntata n. 69 della rubrica La bellezza nascosta

 

«Perché stai rinunciando così facilmente a me? Vorrebbe dirlo, invece dice mi dispiace, e gli dispiace veramente. Perché i genitori di Dafne, la ex fidanzata di Christian, sono suoi amici da sempre, ma soprattutto perché sono gli unici oltre a lui a parlare ancora della mamma chiamandola per nome, Giulia, e se smettessero suo padre non lo sentirebbe più, e non avere più nessuno che chiama per nome una persona che hai amato deve essere triste, o almeno crede. Ma non dice niente di tutto questo, dice solo mi dispiace, che è come non dire niente. Suo padre però gli copre ugualmente la mano sul tavolo usando la sua.»

 

I rapporti umani sono fragili. Anche quando sembra che un sentimento sia indissolubile e che quel laccio emozionale possa essere indistruttibile, potrebbe esserci proprio lì, dietro l’angolo, domani, o domani l’altro, un vento, una crepa, un evento, che mandi in frantumi un legame.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

I legami sentimentali, che siano di amicizia o fratellanza o d’amore, vivono perennemente su di un filo, somigliano a un funambolo che cammina sopra una corda tesa tra due altissimi palazzi, che prova a darsi equilibrio tramite una stecca e che a passi tremolanti, oscillando di continuo, tenta e prega di poter giungere dall’alta parte. Ma non c’è solo paura, in quel percorso, c’è anche adrenalina, c’è, talvolta, consapevolezza. Quel viaggio a quell’altezza è un caleidoscopio di tutte le umane emozioni, e proprio per questo, è un carico pesante, un carico che con estrema facilità, soprattutto da lì in alto, potrebbe andare in frantumi.

Il posto dove la vita fa più male. “Tutto chiuso tranne il cielo” di Eleonora C. Caruso

Eleonora C. Caruso è nata nel 1986, Tutto chiuso tranne il cielo è stato pubblicato da Mondadori.

Julian è un ragazzo di diciannove anni. Ha sempre il cellulare in mano. Dopo un anno trascorso in Giappone torna a Milano, un luogo che sente ostile per varie ragioni. Siamo in estate, Julian sta, quindi, tornando a casa. Una volta atterrato con l’aereo, un senso di malessere e di estraneità lo pervade. An, la sua migliore amica cinese, lo riaccoglie a braccia aperte e poi c’è Leo, il cassiere di un supermercato, e Cloro, una celebre youtuber, e poi Dante, un quarantenne che lo aiuterà molto.

Questo è un romanzo sulla sopportazione, su quell’attimo in cui un legame finisce per andare in corto circuito e ogni cosa pare pregiudicata. La scrittura di Eleonora Caruso è molto semplice, e proprio questa fluidità rende ogni pagina una lettura veloce e allo stesso tempo densa.

«La sua cosa preferita della spiaggia erano i sassi. Erano caldi e lisci e gli lasciavano la pelle farinosa. Ne tirava su a manciate e li colava tra le dita aperte apposta, o li batteva tra di loro e constatava suoni identici o del tutto differenti: dimensioni? contenuto? certi sassi nascondevano qualcosa? Christian si abbronzava facilmente. Dopo pochi giorni gli venivano le sopracciglia bianche. Membra elfiche da sedicenne sollevavano ragazze in mare e le scagliavano contro le onde. Lui era come il mare stesso, smeraldino fino a un metro prima. Mamma rimaneva nel villino, raramente usciva, ma talvolta andava in spiaggia e discuteva con papà. Avevano sempre raccontato a Julian che se ascolti una conchiglia senti il mare, allora lui sfregava i sassi vicino alle orecchie, così non sentiva niente.»

Il posto dove la vita fa più male. “Tutto chiuso tranne il cielo” di Eleonora C. Caruso

LEGGI ANCHE – Tutte le puntate di La bellezza nascosta

 

Tutto chiuso tranne il cielo porta il lettore tra le crepe, lo rende partecipe delle difficoltà, delle emozioni di un ragazzo alle prese con la vita vera, quella che spacca le ossa e rende, talvolta, inutili gli sforzi per risalire in superficie. Un libro molto vicino alla moderna civiltà, molto vicino al mondo che possiamo guardare affacciandoci adesso dalla finestra di casa nostra, e quindi, un libro che può essere importante per comprendere in quale direzione si sta spostando la realtà.

«Mentre risaliva la strada verso un’entrata della stazione, si sentì toccare un braccio. Scattò, nella sensazione irrazionale che potesse essere Christian. Non lo era. Era un uomo qualunque, invece, in completo e cravatta. Salary men, li chiamavano lì: impiegati fatti in serie, gli ingranaggi invisibili del meccanismo assoluto che li consumava. L’uomo gli stava dicendo qualcosa, ma Julian era stordito e accecato dalla pioggia, non capì.»

Il posto dove la vita fa più male. “Tutto chiuso tranne il cielo” di Eleonora C. Caruso

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Non è vero che gli sforzi pagano sempre. Ci sono delle volte in cui, per quanto impegno possiamo metterci, le cose intorno a noi non cambiano. Quello è il posto dove la vita riesce a fare più male, il posto che non ci appartiene.


Per la prima foto, copyright: Mitchell Hollander su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.