Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Il populismo inutile delle magliette gialle

Il populismo inutile delle magliette gialleI rifiuti per strada, le polemiche tra parti politiche, la critica severa di Cantone al sistema rifiuti capitolino, ed ecco che spunta un movimento interno al Pd, quello dei pulitori della domenica, le Magliette Gialle.

Niente da dire sul movente, è più che giusto vivere in un ambiente, una città sana e pulita. Meno giusto far di questo una campagna populistica per riaffermare la propria presenza politica sul territorio, dopo una batosta epocale. Il punto è fin dove si può spingere il populismo in Italia senza che nessuno alzi la testa e la voce e cominci a reclamare quel che è giusto: governo dei territori con competenza.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Roma è in declino irreversibile da decenni, oberata di debiti e molto male amministrata da mezzo secolo. Roma è la cartina di tornasole, purtroppo, del Paese, che lo si voglia o no. Perché chi guarda a Roma guarda all’Italia, per le potenzialità di sviluppo, per l’accentramento dei poteri, per la sostanziosa bellezza addormentata. Roma concentra l’Italia, dunque l’Italia si dia da fare per Roma.

Il problema rifiuti non è soltanto romano, infatti, ma di un sistema nazionale che non ha sceltose proseguire con le discariche (come vogliono le mafie), se incenerire (come non vogliono i comitati civici), se differenziare in modo spinto (come vuole il buon senso).

 

LEGGI ANCHE – L'Italia infuocata dai rifiuti nel libro-confessione di Gaetano Vassallo

 

Dappertutto sta esplodendo la bolla mefitica dei rifiuti ammassati, magari fosse soltanto Roma. Vale per moltissimi capoluoghi, Bari e Palermo sugli altri, e per numerosissimi comuni, anche al Nord. I rifiuti sono compagni di vita dei cittadini che li producono, sono tema sociale, sanitario, politico, ma quasi mai ecologico. Si dibatte pubblicamente del potenziale economico dei rifiuti, ma si consegna il business alla criminalità organizzata, alla corruzione, al dissenso ed al consenso politico. Tutto questo fa dell’Italia il terreno per forme davvero deboli di populismo estemporaneo, come quello delle Magliette Gialle, dove l’esempio stona con la dimensione del problema.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Serve una normativa nazionale, ferma, diretta, che induca alla riduzione dei consumi per ridurre la produzione dei rifiuti. Serve che il governo, di cui le Magliette Gialle fanno parte, prenda le misure con quanto sta accadendo. Roma non ce la fa più, ma il resto d’Italia non sta meglio. Ad attraversarla, la penisola è una discarica a cielo aperto, con le campagne intasate da visibili tonnellate di materiale edile di risulta, di inerti, di amianto, di invisibili depositi chimici, eccetera eccetera. Dunque, non è certo con il populismo in maniche corte che si combatte l’eccesso di rifiuti.


Per la foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (2 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.