Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Il mondo visto con gli occhi di un ragazzo. “Baco” di Giacomo Sartori

Il mondo visto con gli occhi di un ragazzo. “Baco” di Giacomo SartoriPuntata n. 101 della rubrica La bellezza nascosta

 

«Oggi sono stato a trovarti, e t’ho vista proprio bene, lì nel bianco del silenzio. Quello che tutti chiamano silenzio per me non è vero silenzio, è anzi un frastuono che cova nel mio corpo, o per meglio dire un’apoteosi di colori, ma tu lo adori. Non hai mai sopportato la confusione, e hai il pallino del bianco. Non a caso nelle fotografie dell’India nuoti in tuniche immacolate: sembri una fata. E pure per accudire le arnie ti travesti da cigno arcigno, nascondendo i tuoi capelli che ricordano i riflessi del sole sul petrolio. Secondo te anche le api adorano il bianco, è un colore che le pacifica».

 

Alcune vite hanno coordinate differenti, percepiscono la realtà da un’altra angolazione. Alcuni osservano gli oggetti come se fosse sempre la prima volta, posseggono movimenti diversi, sensazioni emozionali straniere. Sono quelli che hanno gesti da tradurre, quelli che spalancano gli occhi per un rumore troppo forte, quelli che si sentono in trappola dentro un abbraccio, che non parlano o che parlano senza riuscire a spiegarsi per bene. Ci sono alcuni essere umani che hanno bisogno di un alfabeto segreto per stare al mondo, che hanno bisogno di silenzio, che hanno bisogno di qualcosa a cui restare aggrappati, qualcosa di estraneo ai più, qualcosa che potrebbe sembrare, a una prima occhiata, irreale.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Giacomo Sartori è nato a Trento nel 1958, Baco è stato pubblicato dalla casa editrice Exorma.

Un ragazzino sordo e con importanti problemi relazionali ci parla in prima persona di uno spezzone decisivo della sua vita. Ci racconta delle sue preoccupazioni. Sullo sfondo, un mondo in cui la tecnologia avanza e domina, un nonno che prova a mantenere la pazienza necessaria, una madre assente a causa di un incidente stradale, un fratello geniale, un padre che appare ancora bambino e Baco, un’intelligenza artificiale.

Il mondo visto con gli occhi di un ragazzo. “Baco” di Giacomo Sartori

In questo scenario si muove il ragazzino con il corpo che sembra una biglia impazzita, che cerca di farsi capire attraverso i segni e che si stupisce delle reazioni, ai suoi gesti, di chi gli vive accanto.

Baco è senza dubbio un romanzo intenso, nel quale la trama si unisce e diventa un tutt’uno con la scrittura; Sartori ci fa vivere dentro la mente di un ragazzino problematico, ci fa camminare nei suoi pensieri, nelle sue illusioni e nelle sue delusioni; lo stile è fresco e preciso e le pagine si leggono velocemente.

 

LEGGI ANCHE – Tutte le puntate di La bellezza nascosta

 

I personaggi descritti dal ragazzino sembrano, a tratti, delle caricature, e questo capita perché ciò che noi vediamo è quello che vede il protagonista, e la sua visione della realtà e degli eventi è forse distorta, forse semplicemente originale.

«Cara mamma questo è un messaggio che non ti spedirò, perché certe frasi non possono viaggiare nelle fibre ottiche, farebbero troppi danni. Sono come quelle bombe che è meglio che se ne stanno nei film, senza fare male a nessuno di reale. Ne abbiamo parlato fino a sfiancarci con la Logo, e siamo arrivati a questo compromesso. Lei insisteva e insisteva, diceva che spedirti un bel resoconto era proprio quello che ci voleva, e questo e quell’altro. Io però ho tenuto duro, perché sono sicuro del fatto mio.»

Il mondo visto con gli occhi di un ragazzo. “Baco” di Giacomo Sartori

Giacomo Sartori si conferma uno dei migliori scrittori contemporanei che abbiamo in Italia, Baco è anche un romanzo sul dramma, sull’accettazione degli eventi che non siamo in grado di controllare, sui legami che spesso aiutano molto di più delle regole; sulla forza e sulla speranza. Una storia in cui le parole usate vengono fuori senza essere ponderate e pensate dal protagonista, vengono via senza filtri e quindi, forse, senza la necessaria empatia. Ma forse, il vero personaggio principe è proprio Baco, un virus, qualcosa di artificiale che dovrebbe aiutare e che invece sabota, come forse capita sempre più spesso al di fuori di queste pagine.

«Sotto ciascuno piede, ti ho attaccato una coppia di microelettrodi, adoperando i cerottini che avevo portato da casa. Baco utilizza adesso anche la medicina tradizionale cinese, non chiedermi dove ha imparato. Per finire ho fatto le operazioni che mi aveva detto di fare, mettendo in relazione i vari componenti con il PC».

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

In una realtà che va sempre più veloce ci sono buchi enormi tra le persone, in un posto, il mondo, sempre più tecnologico, c’è un’involuzione dell’uomo che colpito da milioni di input differenti preferisce farsi trascinare che trascinare, preferisce restare fermo e farsi colpire piuttosto che agire.


Per la prima foto, copyright: Amanda Dalbjörn su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (3 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.