In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Il mondo e la parola in preda al Diavolo. “La volontà del male” di Dan Chaon

Il mondo e la parola in preda al Diavolo. “La volontà del male” di Dan ChaonÈ appena uscito per NN Editore La volontà del male (titolo originale Ill Will, traduzione di Silvia Castoldi), ultimo romanzo di Dan Chaon, autore americano ancora poco noto al pubblico italiano.

In circa 480 pagine lo scrittore di Cleveland racconta la storia di Dustin Tillman, uno psicologo che trascorre un’esistenza apparentemente normale con sua moglie Jill Bell e i due figli Aaron e Dennis. È lo stesso Dustin a considerare la sua vita «un’antologia di cose banali: andare in ufficio, tornare a casa, ascoltare la radio, controllare l’ostinato cumulo di mail e rispondere, fare la spesa al supermercato, guardare programmi tv accuratamente scelti fra quelli molto quotati, leggere libri che avevano ricevuto recensioni molto positive…»

Il mondo attorno a lui si modifica, e sembra inesorabilmente flettere verso un passato che ha fatto di tutto per dimenticare, quando Aqil Ozorowski, ex poliziotto ora paziente di Dustin per una cura contro il fumo basata sull’ipnosi, gli pone davanti agli occhi una stramba teoria secondo la quale le morti di alcuni giovani, apparentemente deceduti per annegamento in alcuni corsi d’acqua, sarebbero in realtà omicidi di un serial killer.

“Li vedi questi?” disse Aqil indicando la mappa al centro della scrivania. “Ciascuno rappresenta una morte in apparenza accidentale. In apparenza,” ripeté, indicando l’angolo più a nord dello stato. “Qui: Jonathan Frisbie, ventun anni, studente dell’Ohio Northern University, scomparso in data 01/01/01. Ritrovato in data 02/01/01. Luogo del ritrovamento: Maumee River. Causa di morte: annegamento. Il livello di alcol nel sangue era 2.3.

Vincent Isolato, diciannove anni, studente della Ohio Northern University, data della denuncia di scomparsa 20/02/02, ritrovato in data 20/04/02. Luogo del ritrovamento: Maumee River. Causa della morte: annegamento. Matt Potts, ventun anni, studente della Kettering University. Scomparso in data 30/03/03 a East Lansing, Michigan, ritrovato in data 03/04/03. Luogo del ritrovamento: Red Cedar River. Causa di morte: annegamento.”

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Quasi parallelamente, altri due eventi sconvolgono la vita di Dustin: il cancro («grande quasi come un pompelmo») che colpisce all’improvviso l’amata Jill e che in fretta la porterà alla tomba, lasciandolo solo a gestire due figli che sfuggiranno sempre più al suo controllo, e la notizia che il suo fratello adottivo, Russell Bikers, detto Rusty, dopo quasi trent’anni di prigione è tornato in libertà.

Il mondo e la parola in preda al Diavolo. “La volontà del male” di Dan Chaon

Rusty è stato rilasciato pochi giorni dopo il ritrovamento, avvenuto nel laghetto d’un campus, del cadavere di uno dei ragazzi, ed è stato rilasciato perché finalmente dichiarato innocente dell’uccisione brutale dei suoi genitori adottivi e di quella dei suoi zii, avvenuta anni prima in circostanze misteriose che comprendono una notte al cimitero, dei rapporti sessuali con giovani ragazze “spostate”, e dei presunti sacrifici umani.

Erano gli anni Ottanta, i rituali satanici andavano di gran moda, e Rusty Bikers, ragazzo adottato e già sospettato di aver dato fuoco alla casa della famiglia da cui proveniva, era il criminale e il capro espiatorio perfetto.

«Era la seconda volta che Russell Bikers era coinvolto in un assassinio. La sua precedente famiglia affidataria era morta nell’incendio della loro casa, avvenuto in circostanze ancora inspiegate, ma i Tillman l’avevano ingenuamente accolto, nonostante un passato di comportamenti violenti e antisociali. Sembra evidente che bikers facesse parte di un’organizzazione di satanisti da molto tempo (…). La sua madre biologica, una prostituta tossicodipendente, aveva subito una condanna detentiva quando lui aveva cinque anni, ed esistono suggestivi indizi di un suo legame con una o più sette che operavano nel giro della pornografia infantile a Grand Island, Nebraska, tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta. È facile immagine che nei primi anni della sua vita Bikers sia stato una vittima della setta…”

 

La storia di Dustin, all’inizio e in apparenza semplice e banale, si trasforma senza pietà in una matassa complicatissima che, a livello di struttura narrativa, coincide con la sovrapposizione e l’alternarsi di punti di vista, voci narranti e piani temporali. Giocato continuamente fra passato e presente, in questo simile alla perfetta macchina creata anni fa da Stephen King col romanzo che è forse il suo capolavoro, It, Dan Chaon attinge a piene mani alle storie di genere (anche di serie B) e alle leggende metropolitane trasformandole in modo elegante in letteratura mainstream, con uno stile che cambia continuamente a seconda del narratore che prende la parola.

Il mondo e la parola in preda al Diavolo. “La volontà del male” di Dan Chaon

Il romanzo segue in modo chiaro la deriva degli eventi, che coincide con la deriva mentale di Dustin che, come psicologo, dovrebbe essere proprio l’ultimo a perdere la bussola. Ma la vita, tra figli che non ti capiscono più (o che tu finisci per non capire più), malattie che portano via le persone che ami di più, tribunali che rimettono in libertà coloro che non avresti più voluto incontrare, e cadaveri di giovani che galleggiano e riaffiorano nei pressi delle università d’America, alla fine ha la meglio sull’equilibrio dell’uomo normale, sulla sua antologia di banalità, che ha fatto di tutto per sfuggire al suo passato ma che, proprio sulla strada che ha intrapreso, se lo è trovato di fronte.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

La moglie di Dustin amava ripetere sempre: «Un uccello morto a volte è soltanto un uccello morto.» Forse è così, ma le apparenze ingannano, e la volontà del Male, quello con la M maiuscola e non quello edulcorato dei satanisti cresciuti a marijuana e Black Sabbath, approfitta delle nostre certezze e dei nostri tentennamenti, prende il sopravvento e ci sconfigge su tutti i fronti. Ridisegnando i confini della nostra vita, della sua bellezza e dell’abbaglio quasi ustorio della nostra esperienza.

Ha senz’altro ragione la fumettista Lynda Barry, citata a metà libro: «Il futuro è fisso. Il passato cambia continuamente.»


Per la prima foto, copyright: Master Wen su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.