In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di Editing

Corso SEC - Scrittura Editoria Coaching

Corso online di Scrittura Creativa

Il mercato dei libri in Spagna, ecco gli ultimi dati

Il mercato dei libri in Spagna, ecco gli ultimi datiConoscere da vicino l’andamento del mercato dei libri di altri Paesi europei può essere utile a inquadrare in una cornice più ampia la situazione italiana.

Ed è così, dunque, che dopo l’analisi dell’andamento del mercato tedesco, ci concentriamo su quello della Spagna, dove la Federación de Gremios de Editores de España (FGEE) ha appena rilasciato i dati relativi al periodo 2008-2014.

 

LEGGI ANCHE – Produzione libraria in Italia, i dati Istat

 

Le vendite di libri

Le cifre parlano da sole. Le vendite dei libri in Spagna, secondo la FGEE, sono crollate del 36% dal 2008 al 2014, con un calo di 87 milioni di euro. Il settore ha vissuto un declino trasversale, e nonostante la lieve ripresa degli ultimi due anni, si trova ancora in una situazione meno rosea di quella del periodo precedente la crisi.

Nel 2008, in Spagna si sono pubblicati 367.4 milioni di libri, ma nel 2014 il dato è sceso a 226.5 milioni (-38%) mentre le vendite sono calate da 240.6 milioni nel 2008 a 153.6 milioni nel 2014 (-36%).

Anche le tirature hanno subito una drastica riduzione, passando da una media di 5.035 per edizione nel 2008 a 2.886 nel 2014, mentre il numero di codici ISBN emessi è sceso del 12%, raggiungendo quota 90.802 durante lo stesso periodo.

 

LEGGI ANCHE – Il mercato dei libri in Germania, ecco gli ultimi dati

 

Il trend è simile anche per gli ebook, con un calo della produzione del 3,1% nel 2014 rispetto all’anno precedente, rappresentando il 24,6% del totale dei libri prodotti in Spagna.

 

LEGGI ANCHE – Il mercato degli eBook: crescita o calo?

 

I prezzi medi per la stampa sono aumentati nel periodo in esame, redendo di fatto i libri ancora più inaccessibili a una popolazione il cui potere d'acquisto è già stato ostacolato dalla disoccupazione alle stelle.

Il costo medio di un libro è cresciuto passando dai 13,26 euro nel 2008 ai 14,29 euro nel 2014, rendendo l’acquisto dei libri quasi un lusso.

I libri per bambini e young adult hanno visto crescere la loro quota di mercato passando dal 10,3% del 2008 al 12,5% del 2014. Durante lo stesso periodo, quella dei libri tecnici e scientifici è scesa dal 5 al 3,7%, mentre per i dizionari e delle enciclopedie si è registrato un calo dal 4,6% all’1,9% del totale.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Le esportazioni

Le esportazioni dei libri sono rimaste più stabili durante il periodo, arrivando a 541.765 euro nel 2014, mentre nel 2008 raggiungevano i 545.982 euro.

Questo ha permesso al settore poter contare su una costante domanda estera per i libri in spagnolo, i cui più grandi mercati sono il Regno Unito e la Francia in Europa, mentre nelle Americhe dominano Messico, Argentina e Stati Uniti.

Le esportazioni, comunque, hanno recuperato nel 2015 almeno il 2% rispetto all’anno precedente, raggiungendo i 552.3 milioni di euro. Le vendite di diritti sono cresciute del 6,3% raggiungendo i 70,6 milioni di euro, e la Spagna resta il terzo Paese al mondo per export di libri dopo Gran Bretagna e Stati Uniti.

 

LEGGI ANCHE – Quali sono i generi letterari che vendono di più?

 

I generi che contano sulle esportazioni maggiori sono la saggistica, con particolare riferimento alle scienze sociali, con il 16,5% del totale, e la religione con il 15%, seguite dalla letteratura (13,9%) e dai libri per bambini e young adult (13,6%).

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.