Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Il ghost writer e l’illusionista, la storia del manoscritto di Lovecraft e Houdini

Il ghost writer e l’illusionista, la storia del manoscritto di Lovecraft e HoudiniCosa c’entrano Lovecraft e Houdini? Cosa potrebbero mai avere in comune lo scrittore e critico letterario Howard Philips Lovecraft e l’illusionista Harry Houdini? In quali legami erano l’autore di romanzi come Le montagne della follia (1931) e L’ombra venuta dal vento (1934) e l’attore che, negli anni Venti, dedicò la sua abilità di illusionista a smascherare medium ed esperti di parapsicologia? Molto più di quanto potremmo pensare, stando a un manoscritto appena ritrovato, che conferma un rapporto professionale iniziato già qualche tempo prima.

 

Lovecraft e quel racconto per Houdini

Era il 1924 quando il rapporto professionale tra i due ebbe inizio. In particolare, nel mese di febbraio di quell’anno Houdini chiese a Lovecraft (che accettò per questioni anche finanziarie) di scrivere un racconto per lui.

Imprisoned with thePharaohs è il titolo con cui il testo fu pubblicato, a firma di Houdini, sulla rivista «Weird Tales», anche se il titolo originale stabilito dal vero autore era Under the Pyramids.

Il racconto, scritto in prima persona, narra una storia realmente accaduta a Houdini (almeno in parte), mentre si trovava in Egitto nel 1910. Qui, l’illusionista fu rapito da una guida turistica somigliante a un faraone, e gettato in una buca nei pressi della Grande Sfinge a Giza. Nel tentativo di trovare la via d’uscita, Houdini s’imbatte in una gigantesca caverna cerimoniale dove incontra la divinità reale che ha ispirato alla costruzione della Sfinge.

 

LEGGI ANCHE – L’astrologia: scienza o superstizione?

 

Il racconto riscosse un buon successo di pubblico e la collaborazione tra Houdini e Lovecraft proseguì, prevedendo tra l’altro un articolo contro l’astrologia per il quale Lovecraft fu pagato 75 dollari.

Il ghost writer e l’illusionista, la storia del manoscritto di Lovecraft e Houdini

Il libro contro la superstizione

Nel 1926, Houdini commissionò a Lovecraft anche un libro, The Cancer of Superstition, un trattato sulla superstizione nel corso dei secoli. Lovecraft fece a tempo a scrivere solo il piano generale e il primo capitolo, dato che il lavoro fu interrotto dalla morte di Houdini e la moglie di questi si rifiutò di far proseguire il lavoro. O almeno questo è quanto si credeva fino ad oggi.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Il manoscritto ritrovato

Infatti, è di pochi giorni fa la notizia del ritrovamento, in una raccolta di memorabilia attinenti al mondo della magia, del manoscritto di The Cancer of Superstition. Si tratta, secondo la Potter & Potter Auctions di Chicago, di 31 pagine dattiloscritte:

«La raccolta, messa insieme poco dopo la morte di Beatrice Houdini (la vedova del celebre mago, ndr) nel 1943, non è mai stata sottoposta a catalogazione o analisi in tutto questo tempo. E i documenti conservati non sono mai stati inventariati» ha dichiarato Gabe Fajuri, presidente della Potter & Potter.

La stessa azienda che metterà all’asta il manoscritto il 9 aprile dichiara che, rispetto alle fonti che finora riportavano notizie del manoscritto, questo documento risulta più completo in quanto composto di tre sezioni intitolate: La genesi della superstizione, L’espansione della superstizione e La fallacia della superstizione.

Il ghost writer e l’illusionista, la storia del manoscritto di Lovecraft e Houdini

L’opera, che sarà messa in vendita a partire da una base d’asta di 13.000 dollari con un valore atteso tra i 25.000 e i 40.000 dollari, esplora ogni aspetto della superstizione, dal culto dei morti ai lupi mannari fino al cannibalismo, teorizzando che la superstizione sia una “inclinazione innata” che «persiste sono grazie all’indolenza mentale di chi rifiuta la scienza moderna».

 

LEGGI ANCHE – Come la scienza combatte la cattiva informazione? Intervista a Dario Bressanini

 

Secondo ST Joshi, studioso di Lovecraft, il manoscritto fu realmente commissionato a Lovecraft e al suo assistente CM Eddy. Lo stesso Joshi svela che una sinossi del libro, insieme al primo capitolo, La genesi della superstizione, fu pubblicato in un libro del 1966, The Dark Brotherhood and Other Pieces. Ma, aggiunge Joshi: «È stato stabilito che, mentre la sinossi fu scritta da Lovecraft, gli altri capitoli furono opera di Eddy, con correzioni e aggiunte da parte di Lovecraft». A riportare questa notizia fu August Derleth, che assemblò il volume e che era in contatto con Eddy, che avrebbe potuto fornirgli questa informazione. Lo stesso, dunque, secondo Joshi, potrebbe valere per i nuovi capitoli del libro scoperti nel manoscritto e finora inediti.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.