Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Il diritto alla felicità. “Fair play” di Claudio Pallottini

Il diritto alla felicità. “Fair play” di Claudio PallottiniNelle pagine di Fair play di Claudio Pallottini (Marsilio, 2018) è possibile scorgere una storia di riscatto e di successo. Anche un bambino abbandonato in un giorno qualunque ha il diritto più bello che esista, ovvero quello della rivalsa. La gioia di chi, da un campetto di calcio come tanti, si ritrova a giocare in Serie A e a diventare famoso in tutto il mondo. Un sogno, quello di fare il calciatore, narrato dagli occhi di Padre Claudio che ama i propri ragazzi più di se stesso, di chi pur di vederli felici ha in parte accantonato i suoi desideri.

Rincorrere la felicità come si rincorre un pallone, andare alla sua conquista come se fosse la coppa tanto agognata, forse è questo il fine ultimo di ognuno di noi e non sempre è facile riconoscere tale sentimento, per godere in pieno dell’idillio. Nessuno in fondo sa quale sia la gioia più assoluta, fino a quando un giorno non la si incontra per caso.

«E poi che succede? Voglio dire, che succede quando si è felici?

Si parla troppo, come te!

E poi?

Padre Claudio sbuffò: e poi…. Bisogna approfittarne per farne tesoro,

Perché finisce?

Perché passa. E può succedere che ci metta molto tempo prima di ritornare»

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Padre Claudio ha accolto Ivan Providence Martini come un figlio e l’insegnamento più grande che un papà possa dare è quello di non scendere mai a compromessi e di non dire mai bugie. Dopo aver provato la sofferenza, sulla propria pelle, scoprendo quanto può far male una vittoria non meritata, Providence farà di tutto per diventare una persona migliore. L’onestà, però, spesso si scontra con la realtà e rimanere integri significa effettuare scelte difficili e in controtendenza.

«Questa è la sua opinione presidente, ma non la vedo così.

E come allora? Dimmelo! Spiegami!

Io dico che se qualcuno mi fa un favore che mi toglie la soddisfazione del successo, non ho che una via: rifiutarlo e andare avanti a testa alta»

Il diritto alla felicità. “Fair play” di Claudio Pallottini

È un tipo testardo Providence, un ragazzo che non ha radici, né origini, che va alla loro ricerca, accorgendosi che non gli resta che essere se stesso, prendendo spunto da ciò che ha vissuto e da quello che ha appreso. Un ragazzo che riesce a combattere le ingiustizie, dandone esempio sul campo di calcio, come un eroe venuto da un altro mondo, perché ciò che conta è «la libertà di essere se stessi; contro i propri interessi, contro il senso comune, contro tutto e tutti. L’orgoglio di lasciare un segno».

Una figura importante, quella di Padre Claudio, che lo aiuterà a diventare grande, ad affrontare un mondo che non è quello che appare, poiché la facciata è ben diversa dall’essenza e ci si accorge di questo quando oramai è troppo tardi. Un racconto, quello di Fair Play, narrato dallo stesso Padre, che in un flusso di pensieri ricorda quando ha incontrato Providence per la prima volta e ne ripercorre la vita, ma nello stesso tempo la carriera, quella fortuna che lo ha portato in vetta, che ha fatto sì che per sempre il suo nome fosse ricordato come quello di una leggenda. Uno stile limpido, con continui flashback e anticipazioni, fa appassionare i lettori a queste vicende, le quali in un modo o nell’altro riescono a far emergere ricordi e momenti d’oro, che rimarranno comunque impressi nella mente.

Il diritto alla felicità. “Fair play” di Claudio Pallottini

La semplicità, che contraddistingue questo giovane, lo porterà ad affrontare il successo e l’amore in maniera quasi ingenua. Pur proiettato in una realtà mondana, tra volti noti e ricchi, Providence Martini non perderà mai i tratti distintivi del suo carattere, anche quando la vita gli gioca un brutto scherzo e gli toglie ciò per cui è nato.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Un libro che aiuta a sognare, a credere che un’altra storia è possibile, che pone le basi per una speranza che non morirà mai e che insegna a prendere la vita per come si presenta.

«Bisogna imparare ad accettare la realtà, senza volerla cambiare a tutti i costi. Bisogna accettarla allo stesso modo in cui si accetta una giornata di pioggia o una di sole. Una cosa che succede. Solo e semplicemente una cosa che succede. Che succede e basta.»


Per la prima foto, copyright: Fachry Zella Devandra.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (4 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.