Corso online di Scrittura Creativa

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di Editing

Corso SEC - Scrittura Editoria Coaching

Il caso unico di una terra di nessuno

Il caso unico di una terra di nessunoPhilip Dröge è un autore di libri storici e giornalista. Terra di nessuno, suo ultimo scritto, è stato pubblicato da Keller editore con la traduzione di Andrea Costa. Un romanzo di quasi trecento pagine, unico e affascinante che parla della storia di un luogo chiamato Moresnet.

Il libro inizia quando nel 1815 Napoleone viene sconfitto a Waterloo. Dopo questo avvenimento cominciano i colloqui di Vienna e con loro si stabiliscono i nuovi stati, tra cui i Paesi Bassi che possono aggiungere ai propri possedimenti i territori fino alla riva orientale della Mosa.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Le discussioni per stabilire i confini dei vari Paesi continuano tranne che per un’unica eccezione. Nel febbraio del 1816 si scopre infatti che esiste un territorio di due chilometri tra i confini dei Paesi Bassi e la Prussia che non era stato diviso. Questa terra, anche per la presenza di una miniera di calamina, risulta preziosa e nessuno dei due Paesi vuole cedere il terreno all’altro, così si stabilisce che entrambi i territori possano sfruttare la terra. Accade così qualcosa di nuovo e mai accaduto prima, nasce una terra di nessuno: il Moresnet.

«La Prussia e i Paesi Bassi creano con questo accordo una porzione di terra di nessuno, osserverà un geografo esperto come De Man. Egli non ha nemmeno potuto tracciare una frontiera precisa attorno alle case. Si tratta di linee rette che attraversano colline, ruscelli e perfino stanze all’interno delle case. Il territorio tra le due linee è di entrambi gli Stati e perciò, al tempo stesso, di nessuno dei due. Il “Territorio indiviso di Moresnet”, così si chiama quel luogo unico in Europa.»

Il caso unico di una terra di nessuno

Molti sono i problemi che sorgono in un caso così particolare: le persone possono avere entrambe le nazionalità essendo un territorio sia della Prussia che dei Paesi Bassi ma nessuno sa con precisione quali siano i propri diritti e doveri.

Col tempo la vita in questo territorio inizia a sembrare attraente; infatti qui non ci sono dazi né imposte, il che rende cibi e bevande molto più convenienti che in altri luoghi facendo così crescere sempre di più la popolazione. A causa di questo aumento demografico si deve incominciare a disporre anche di un proprio consiglio comunale. La terra di nessuno inizia così a svilupparsi come una vera e propria nazione in miniatura ottenendo sempre più indipendenza.

Mentre il Moresnet sembra ormai in una piccola bolla fuori dal mondo, il 28 giugno 1914, un nazionalista serbo assassina l’arciduca Francesco Ferdinando. È l’inizio della Grande guerra, ma a Moresnet la tensione si avverte poco, si spera infatti che la Germania rispetterà la sua neutralità.

«Del resto Moresnet non ha un esercito da sconfiggere, una fortuna nella sfortuna. Un corrispondente di guerra inglese descrive Moresnet durante i giorni iniziali della guerra come “un’oasi nel deserto della devastazione.”»

Il caso unico di una terra di nessuno

L’esercito tedesco però occupa il suddetto territorio il 4 agosto in mezz’ora, e nel 1915 viene interamente annesso all’impero germanico. Dopo la fine della Prima guerra mondiale il Paese fu preso dall’esercito belga. Era ormai chiaro che l’anomalia geografica avvenuta tanti anni prima stava per finire. Ufficialmente il territorio diventa belga nel 1920 con il trattato di Versailles.

Alla fine del libro Philip Dröge scrive che il Moresnet non è l’unico caso strano e ne riporta svariati esempi tra cui il Cauto Misto, confine tra Spagna e Portogallo.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Terra di nessuno è una storia in cui ogni avvenimento raccontato è basato su testimonianze e documenti reali, nulla è inventato e proprio per questo risulta essere così affascinate e singolare.

Altro particolare che rende il libro interessante è la narrazione di varie storie di moltissime persone che si sono trovate a partecipare agli avvenimenti che coinvolgono questa vicenda dando al racconto anche una connotazione sentimentale e non solo storica. Lo scrittore ha saputo prendere un caso del passato unico e l’ha reso accattivante per qualsiasi lettore con una scrittura semplice e fluida.


Per la terza foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.