In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Il cammino eterno di Santiago di Compostela. “Abbronzati a sinistra” di Elio Paoloni

Il cammino eterno di Santiago di Compostela. “Abbronzati a sinistra” di Elio Paoloni«Una delle poche verità indubitabili che ho raggiunto è che non esiste un modo giusto di fare il cammino. Ogni cammino è quello giusto. E soprattutto è sempre un compromesso.»

 

Abbronzati a sinistra è un romanzo che tratta di uno dei pellegrinaggi più famosi al mondo: il cammino di Santiago di Compostela.

Pubblicato da Melville Edizioni è scritto dalla penna raffinata di Elio Paoloni.

Il protagonista del libro, un uomo di cui non conosciamo il nome, riflette a lungo sull’idea di intraprendere il pellegrinaggio, si documenta su cosa portare, quali scarpe indossare ma in fondo non aveva mai pensato di iniziarlo davvero. La morte di una persona a lui cara però mette in moto la sua iniziativa facendo diventare il progetto originario in un cammino del ricordo quasi in onore della defunta così, insieme alla compagna Vera e a un paio di amici, Marco e Marta, comincia il viaggio. Tutta la storia è incentrata sulla descrizione di ogni singolo passo che compie il gruppo ma principalmente sul percorso spirituale del nostro personaggio.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

La prima tappa del cammino è Leon, altre dodici città devono attraversare per arrivare infine a Santiago de Compostela. Durante il tragitto molte sono le persone che incontrano e parlando con loro ascoltano gli svariati motivi che li spingono a questa peregrinazione: la ricerca di sé, di Dio, di un senso alla vita stessa.

Il cammino eterno di Santiago di Compostela. “Abbronzati a sinistra” di Elio Paoloni

Le iniziali difficoltà che l’uomo incontra sono le privazioni di tutte quelle abitudini che per lui erano futili ma che in loro mancanza diventano quelle più sconvolgenti, come il non bere un buon caffè di mattina presto. Cammina per chilometri con uno zaino in spalla ricercando un’esperienza il più intima possibile. Attraversa tutta la Spagna osservando tutto ciò che lo circonda con sguardo critico e fotografando quello che lo affascina. Vede nelle piccole cose delle vere e proprie epifanie per la sua anima, all’inizio guardandole con incredulità ma verso la fine sempre più attese, quasi pretese chiedendo al mondo una prova dell’esistenza di un Lui che sta lì per sorreggerlo e dissipare così la sua credenza che in realtà esiste solo il Diavolo.

«Il succo della vita, tu lo sai, non è apprezzare milioni di sfumature di colore ma il grigiore delle mete meschine che ci prefiggiamo di volta in volta; sentirsi vivi non è restare assorti in contemplazione di un bambino che sgambetta bensì muovere cielo e terra con dedizione continua...»

Andando avanti con i capitoli ci si sofferma molto sul significato del cammino.

Si comprende che questo percorso non può darti alcuna risposta ma in cambio puoi abbandonare tutte le tue colpe, i tuoi fardelli lanciando un sassolino sulla montagna di sassi della Cruz de Hierro.

Il cammino eterno di Santiago di Compostela. “Abbronzati a sinistra” di Elio Paoloni

Tutto è incentrato sull’introspezione del protagonista, poco è detto dei personaggi secondari, quasi nulla sul rapporto che li lega, tutto si annulla per far spazio solo a Dio, alla fede. Alla fine, neppure quello che lo aveva affascinato in un primo momento sembra toccarlo lasciando dentro di sé solo il nulla.

Il conseguimento del traguardo, l’arrivo alla cattedrale con impazienza e dubbi fa comprendere all’uomo che non è il cammino a liberarti dai tuoi peccati, non ha senso chiedere delle grazie ma rifarsi solo «alla richiesta di tradizione, la più generica e la più ampia possibile: Raccomandami a Dio, amico mio.»

In abbronzati a sinistra non si ha un finale ad effetto, quello che ci rimane leggendolo è il viaggio, non se il personaggio sia arrivato ad una assoluzione, ma la consapevolezza che quello che è importante è il singolo istante.

Un resoconto di un viaggio intimo ma con sprazzi di ironia e sentimentalismo.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

È un libro questo che sembra indurci a guardare dentro di noi a misurarci con i nostri peccati, con il nostro io, con il nostro Lui, con la nostra fede qualsiasi essa sia perché il cammino di Santiago di Compostela non è solo per i religiosi ma un’esperienza unica dove la prerogativa principale è bussare alla porta degli altri per chiedere ciò di cui si ha bisogno e lasciare ciò che si ha.


Per la prima foto, copyright: Jorge Luis Ojeda Flota su Unsplash.

Nessun voto finora
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.