Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Curiosità grammaticali

Interviste a scrittori

Il Bronx ricorda Antonio Gramsci

Antonio GramsciTutto nasce dall'idea di Thomas Hirschhorn, artista svizzero, convinto che i muri delle gallerie vadano abbattuti e che l'arte e la cultura debbano essere portate nelle strade: per questo motivo ha progettato Gramsci Park, una struttura in legno, decorata con gli scritti e le citazioni del padre fondatore del Partito Comunista Italiano. Gramsci Park è il quarto progetto nel suo genere: prima di esso, quello dedicato a Spinoza ad Amsterdam, Deleuze celebrato ad Avignone e Bataille a Kassel, in Germania.

La notizia è di qualche giorno fa, pubblicata su La Repubblica, a cura di Massimo Vincenzi: il monumento sorge in uno spazio erboso, tra palazzoni di mattoni rossi, in un luogo denominato Forest Houses. Una ventina d'anni fa si trattava di una zona pericolosa, dove la polizia giungeva spesso per contrastare le lotte fra bande di spacciatori di crack; oggi, l'ambiente è più tranquillo, anche se «la violenza c'è ancora e Manhattan è lontana come un altro pianeta». Il sogno del Gramsci Park comincia un paio d'anni fa, quando Hirschhorn incontra Eric Farmer, a capo dell'associazione residenti di Forest Houses: Farmer non ha mai letto Gramsci e il proposito dell'artista è la buona occasione per farlo. Dopo la lettura, Farmer non solo accetta il progetto, ma addirittura vengono coinvolti i residenti, quindici per l'esattezza, assunti a dodici dollari all'ora, per due mesi.

Appeso alla finestra di una palazzina oggi c'è un lenzuolo bianco, con riportata la massima «Sono un pessimista a causa dell'intelligenza, ma un ottimista per diritto»: Gramsci Park sarà il posto dove le persone potranno incontrarsi e stare insieme, fra concerti e spettacoli. Come affermato da Hirschhorn, «Gramsci credeva nel valore della cultura e dell'insegnamento per liberare gli oppressi. Ecco, se riesco a far riflettere sulla potenza dell'arte e della letteratura, io sono felice. Ho ottenuto quel che volevo». Gramsci Park si configura come un esperimento artistico con un conseguente impatto anche a livello sociale, un luogo di scambio ideologico che allontana, anche solo per un momento, dalle insidie della strada.

[Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (3 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.