In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso SEC - Scrittura Editoria Coaching

Corso online di Scrittura Creativa

Corso online di Editing

Il baratro delle biblioteche scolastiche

Il baratro delle biblioteche scolasticheL’AIE (Associazione Italiana Editori) ha pubblicato di recente un documento ricco di dati sulle biblioteche scolastiche.

Il 57,9% dei bambini e ragazzi fra i 6 e i 17 anni legge, rispetto al 46% della media nazionale. In sostanza, la lettura infantile va meglio di quella adulta, non è un dato nuovo, ma si scopre che in 18 anni è aumentata di soli 8 punti percentuali. Di contro, il 42% dei bambini e ragazzi non legge libri se non quelli scolastici. Fra i 2 e i 5 anni soltanto il 63,3% legge tutti i giorni, intendendo per questa fascia di età leggere, colorare, sfogliare libri o albi illustrati fuori dagli orari scolastici.  

 

Non è una situazione che consente di essere allegri, ma ci sono altri problemi.

 

Lo studio ha indagato il mondo delle biblioteche scolastiche. In tutte le scuole italiane che hanno partecipato all’indagine esiste una biblioteca, eccetto per il 10,6%. Se si considera il patrimonio medio librario per scuola, si ottiene il numero di 3.071 testi (il numero medio di libri per studente è di 4,7). Le biblioteche scolastiche italiane sono grandi, in media, 57mq e vi sono 14,9 posti a sedere per ognuna. La scuola spende 553 euro per l’acquisto di nuovi libri, che corrisponde a quasi la metà delle spese per il funzionamento della biblioteca.  

 

Sono 397.854 i volumi entrati nelle biblioteche scolastiche italiane nell’ultimo anno, circa 70 per ogni scuola come valore medio. Il dato rappresenta un grado di incidenza dello 0,18% rispetto all’intera produzione annua di libri.

 

La cifra desolante è di 1,56 euro, che corrisponde alla spesa media annua per alunno destinata al funzionamento della biblioteca scolastica, di questa considerevole somma 0,68 centesimi destinati all’acquisto di nuovi volumi.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)

Commenti

Qual è, poi, la frequenza effettiva degli studenti in queste biblioteche?

Non è presente il dato, ma temiamo che la frequenza sia molto bassa purtroppo...

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.