Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

"I sentieri delle ninfe", il viaggio mitico e letterario di Fabrizio Coscia

"I sentieri delle ninfe", il viaggio mitico e letterario di Fabrizio CosciaChi sono le ninfe? Nel suo nuovo saggio da poco in libreria I sentieri delle ninfe. Frammenti di un discorso amoroso (Exòrma, 2019) il giornalista e critico letterario Fabrizio Coscia ci racconta queste figure mitiche da un punto di vista molto particolare.

Secondo la mitologia classica le ninfe sono fanciulle, in genere di origine divina, a volte – ma non sempre – immortali, che popolano il mondo della natura: ci sono le Oreadi che vivono nei boschi di montagna, le Driadi che stanno all'interno delle piante, le Naiadi nei fiumi e nelle fonti, le Nereidi negli oceani, le Pleiadi in cielo,e altre ancora.

Ciò che le accomuna sono la giovinezza, la bellezza, l'essere ritrose e sfuggenti, perché non si mostrano agli uomini e spesso si negano anche agli dei, come Dafne, che per sfuggire al dio Apollo si trasforma in una pianta di alloro.

"I sentieri delle ninfe", il viaggio mitico e letterario di Fabrizio Coscia

Fabrizio Coscia esamina quindi in questo saggio una lunga serie di personaggi femminili, presenti nel corso dei secoli nelle varie discipline artistiche, dalla pittura alla poesia, dalla narrativa al teatro e poi al cinema, ma anche realmente esistiti, scelti per la loro aderenza a una rappresentazione dell'archetipo della Ninfa, che si tramanda nel corso dei secoli dall'antichità a oggi.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

"I sentieri delle ninfe", il viaggio mitico e letterario di Fabrizio Coscia

Omero ci ha fatto conoscere Calipso, la ninfa innamorata di Odisseo che cerca vanamente di trattenere a vivere con sépromettendogli l'immortalità, ma secondo Coscia anche l'Elena regina di Sparta e causa della guerra di Troia ha in sé le caratteristiche di inafferrabilità attribuibili alle ninfe, le stesse che ritroveremo molti secoli dopo nella Laura celebrata da Francesco Petrarca. In pieno Rinascimento Domenico Ghirlandaio colloca in uno dei suoi affreschi più famosi, la Nascita di Giovanni Battista che si trova in una delle cappelle della chiesa di Santa Maria Novella a Firenze, una figura di ancella dalle bianche vesti svolazzanti, piuttosto incongrua rispetto a tutti gli altri personaggi presenti sulla scena, che colpirà il grande storico dell'arte tedesco Aby Warburg in modo tale da causargli una specie di ossessione delle ninfe per il resto della sua vita.

"I sentieri delle ninfe", il viaggio mitico e letterario di Fabrizio Coscia

Il rapporto tra una donna che fugge o si nega e un uomo ossessionato dalla sua perdita o assenza viene quindi analizzato nel corso de I sentieri delle ninfe attraverso esempi riconoscibili dalla maggior parte dei lettori: l'Albertine che domina gran parte della Recherche proustiana, la Lolita di Nabokov, la Nina del Gabbiano di Cechov ...

Accanto a loro, ecco donne realmente esistite come Dora Markus, figura enigmatica al centro di una delle più celebri poesie di Eugenio Montale, oppure Marthe de Meligny, moglie del pittore Pierre Bonnard e sua quasi esclusiva fonte d'ispirazione. E non mancano incursioni nel campo della cinematografia: anche nella protagonista del celeberrimo Vertigo (uscito in Italia come La donna che visse due volte) di Hitchcock si può cogliere l'inafferrabilità di una Ninfa.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Attraverso i ritratti di queste donne, che ci rivelano al tempo stesso quelli degli uomini che ne sono rimasti a vario titolo ammaliati, Fabrizio Coscia ci racconta dunque una serie di storie d'amore, come precisa del resto il sottotitolo del saggio, facendoci conoscere una galleria di personalità, più o meno note al grande pubblico ma sempre affascinanti: il tutto in uno stile scorrevole, da ottimo divulgatore capace di catturare l'interesse del lettore e di accompagnarlo in un percorso, a volte un po' tortuoso ma sempre molto interessante, lungo I sentieri delle ninfe.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.