14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

I segreti per vivere a lungo. Intervista a Leonardo da Vinci

I segreti per vivere a lungo. Intervista a Leonardo da VinciDopo aver lasciato casa Modigliani, abbiamo preso il treno a Livorno fino a Empoli, per poi dirigerci in autobus fino a Vinci per incontrare il prossimo artista.

Forse avete già capito di chi si tratta. Ebbene sì, stiamo per incontrare Leonardo da Vinci che ha accettato di essere intervistato per la prima volta. L’abbiamo raggiunto nella sua casa natale, trasformata in museo nel 1952.

 

Buongiorno signor Leonardo. È un’emozione poterla incontrare. Vogliamo conoscerla più da vicino per capire chi fosse quel genio di cui tutti parlano...

Niente può essere amato o odiato se non è prima conosciuto. Conoscere e volere sono due operazioni umane.

 

Lei ha vissuto la vita appieno. Ma come ha fatto?

Sì come una giornata bene spesa dà lieto dormire, così una vita bene usata dà lieto morire.

I segreti per vivere a lungo. Intervista a Leonardo da Vinci

Lei è stato ingegnere, pittore, scienziato, architetto, scenografo, trattatista, musicista, inventore, disegnatore. Un uomo con mille risorse e con molti interessi…

Deh... chi semina virtù, fama raccoglie.

 

Nonostante le sue invenzioni e la sua genialità, c'era sempre qualcuno che non aveva una buona opinione di lei…

Molti mi rimproveravano perché le mie idee andavano contro quelle dell'autorità, senza considerare che le mie valutazioni nascevano dall'esperienza. L'esperienza non sbaglia mai, sbagliano i giudizi.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Giusto. È sempre importante unire la teoria con la pratica e sono convinta che l’esperienza sia fondamentale per ogni aspetto della vita. Per esempio, al giorno d'oggi molte persone sono convinte che al giorno d'oggi molte persone sono convinte che siano sufficienti innumerevoli titoli di studio per sentirsi migliori degli altri e ottenere il lavoro dei sogni. Cosa ne pensa?

Gente stolta! So bene che il presuntuoso mi dirà che sono un omo senza lettere[1]. Ma questi non sanno che le mie dimostrazioni sono il risultato dell'esperienza, non delle parole altrui. Tuttavia credo che ogni studio sia utile all'intelletto perché aiuterà a scacciare le cose inutili e a riservare le buone.

 

Ho capito. Bisogna sempre rimanere attivi, coltivare interessi, tenere occupata la mente perché...

Come il ferro in disuso arrugginisce, così l'inazione sciupa l'intelletto.

 

Vero, un ottimo insegnamento da lasciare ai giovani…

Ricordati, acquista cosa nella tua gioventù che ristori il danno della tua vecchiezza. E se tu intendi la vecchiezza aver per suo cibo la sapienza, adoperati in tal modo in gioventù.

 

LEGGI ANCHE – Accettare lo scorrere del tempo. Intervista a Paul Cézanne

 

Forse è anche tale aspetto di ricerca costante che l’ha portata a vivere così a lungo. Ma lei che ragazzo era? Sarà sicuramente stato un prodigio sin da piccolo. Giorgio Vasari racconta che il suo primo maestro Verrocchio abbandonò la pittura dopo averla vista dipingere. Questo è il dipinto a cui avete lavorato insieme...

 

I segreti per vivere a lungo. Intervista a Leonardo da Vinci

 

Tristo è quel discepolo che non avanza il maestro.

 

Be’, certo! Non capita tutti i giorni però. Chissà quante persone l’avrebbero voluta a lavoro. Ma almeno una sua candidatura, una sua proposta di collaborazione, l’avrà inviata!

 

Ecco. [a questo punto Leonardo ci consegna e legge una lettera che inviò a Ludovico il Moro per proporre una sua candidatura e potersi così trasferire a Milano].

 

I segreti per vivere a lungo. Intervista a Leonardo da Vinci

 

Avendo constatato che tutti quelli che affermano di essere inventori di strumenti bellici innovativi in realtà non hanno creato niente di nuovo, rivelerò a Vostra Eccellenza i miei segreti in questo campo, e li metterò in pratica quando sarà necessario.

Le cose che sono in grado di fare sono elencate, anche se brevemente, qui di seguito, ma sono capace di fare molto di più a seconda delle esigenze. […] Ho ideato bombarde molto maneggevoli che lanciano proiettili a somiglianza di una tempesta, in modo da creare spavento e confusione nel nemico. […] Sono in grado di ideare e creare, in modo poco rumoroso, percorsi sotterranei per raggiungere un determinato luogo, anche passando al di sotto di fossati e fiumi. Costruirò carri coperti, sicuri, inattaccabili e dotati di artiglierie. […] 

Se le cose che ho promesso di fare sembrano impossibili e irrealizzabili, sono disposto a fornirne una sperimentazione in qualunque luogo voglia Vostra Eccellenza, a cui umilmente mi raccomando.

 

Accidenti, una lettera di presentazione interessante! Era molto consapevole delle sue capacità…

Uno non può possedere capacità più grande o più piccola della padronanza di se stesso.

 

Di lei Giorgio Vasari scrisse: «La forza in lui fu molta e congiunta con la destrezza, l’animo e ‘l valore, sempre regio e magnanimo […] Era tanto piacevole nella conversazione che tirava a sè gl’animi delle genti».

Amor ogni cosa vince.

 

E poi continua: «Vedesi bene che Lionardo per l’intelligenza de l’arte cominciò molte cose e nessuna mai ne finì». Mi rincuora sapere che lei avesse anche piccoli difetti…

Chi poco pensa, molto erra. E poi gli uomini di genio a volte realizzano di più quando lavorano di meno, perché stanno pensando invenzioni e formando nelle loro menti l’idea perfetta che successivamente esprimono con le loro mani.

 

LEGGI ANCHE – Mai giudicare senza conoscere. Intervista a Mario Sironi

 

Vero. È che a volte pensare troppo sembra essere una perdita di tempo…

A torto si lamentan li omini della fuga del tempo, incolpando quello di troppa velocità, non s’accorgendo quello esser di bastevole transito; ma bona memoria, di che la natura ci ha dotati, ci fa che ogni cosa lungamente passata ci pare essere presente.

 

Sì, ha ragione. Bisognerebbe essere più tenaci e soprattutto essere pazienti…

Chi vol essere ricco in un dì è impiccato in un anno. E poi costanzia: non chi comincia, ma quel che persevera.

 

Ha sempre la giusta risposta per ogni mia domanda. Senta ma è vero che lei era vegetariano? Le hanno attribuito questa frase: «Fin dalla più tenera età, ho rifiutato di mangiar carne e verrà il giorno in cui uomini come me guarderanno all’uccisione degli animali nello stesso modo in cui oggi si guarda all’uccisione degli uomini».

L’omo e li animali sono propio transito e condotto di cibo, sepoltura d’animali, albergo de’ morti, facendo a sé vita dell’altrui morte, guaina di corruzione.

 

Sempre Vasari ci ha lasciato un aneddoto: "Passeggiando tra le bancarelle del mercato a Firenze, un giorno Leonardo si imbatté in un venditore di uccellini, tutti, ovviamente, chiusi in gabbia. Commosso fino alle lacrime, il grande artista li comprò tutti e poi li lasciò volare via, liberi”.

Gli animali sono esempio della vita mondiale.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Lei era anche un grande appassionato di cucina! So che ha lavorato come cameriere nella Taverna delle Tre Lumache e che, con Botticelli e Verrocchio, aprì una locanda chiamandola “Tre rane”.  Ci dica a questo punto cosa dovremmo fare per rimanere in buona salute, nutrendoci nel modo giusto.

Se voi star sano, osserva questa norma: non mangiar sanza voglia e cena leve, mastica bene e quel che in te riceve sia ben cotto e di semplice forma. Chi medicina piglia, mal s’informa. Guarti dall’ira e fuggi l’aria grieve; su diritto sta, quando da mensa leve; di mezzogiorno fa che tu non dorma. El vin sia temperato, poco e spesso, non for di pasto né a stommaco voto. Non aspettar, né indugiare il cesso. Se fai esercizio, sia di picciol moto. Col ventre resuppino e col capo depresso non star, e sta coperto ben di notte. El capo ti posa e tien la mente lieta. Fuggi lussuria e attienti alla dieta.

 

Interessanti consigli! Facciamo così: vado a recuperare nella mia borsa un taccuino così mi segno alcune sue ricette… perché come saprà: verba volant, scripta manent!

Ricordati, son omo sanza lettere!

 


[1]   L'espressione “omo sanza lettere” significava un uomo che non conosceva il latino.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.