Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

I paesi in cui si legge di più

I paesi in cui si legge di piùIn quali paesi si legge di più? Chiederselo sembra quasi un obbligo visto che spesso ci siamo lamentati della situazione italiana evidenziando come, secondo i più recenti dati Istat, il 58% degli italiani abbia dichiarato di non aver letto nemmeno un libro nell’ultimo anno.

Ci viene in aiuto una recente indagine online condotta da GfK, l’agenzia tedesca di marketing e informazioni sui consumatori, che ha condotto questionari in diciassette Paesi, tra cui Italia, Germania, Francia, Giappone e Russia.

 

LEGGI ANCHE – Leggere allunga la vita. Lo rivela una ricerca

 

Tre sono le categorie di lettori considerati da GfK:

  • Chi legge tutti i giorni
  • Chi legge almeno una volta a settimana
  • Chi legge almeno una volta al mese

I paesi in cui si legge di più

Tenendo conto dei dati generali emerge che:

  • Il 30% degli intervistati legge tutti i giorni.
  • Il 29% una volta a settimana.
  • Il 17% una volta al mese.
  • Il 18% meno di una volta al mese.
  • Il 6% non legge.

 

LEGGI ANCHE – Leggono di più i giovani o gli adulti? Una ricerca svela qualche dato interessante

 

Il 59% degli intervistati dunque riesce a dedicarsi alla lettura almeno una volta al mese, pur con le dovute differenze tra i singoli casi.

Gli esiti della ricerca condotta dal Gfk però permettono di evidenziare anche altri due aspetti.

 

Paesi in cui si legge di meno

Sommando i dati di chi legge almeno una volta alla settimana e una volta al mese, si evince che i Paesi con i dati più bassi sono:

  • Corea del Sud e Belgio: 37%
  • Olanda: 42%
  • Australia: 43%
  • Giappone: 44%

I paesi in cui si legge di più

LEGGI ANCHE – Gli uomini e le donne sono diversi anche nella lettura?

 

Paesi in cui si legge di più

Tendendo conto dei dati di cui sopra, i Paesi con una frequenza di lettura più alta sono:

  • Cina: 70%
  • Russia: 59%
  • Italia, Spagna e Gran Bretagna: 56%
  • Stati Uniti: 55%

 

I risultati di questa ricerca dunque ci permettono di affermare che, nonostante tutti gli aspetti che ci riguardano, possiamo ritenere l’Italia tra i paesi al mondo in cui si legge di più.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.