In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

I migliori libri del 2015

I migliori libri del 2015Non è facile selezionare i migliori libri dell’anno, eppure anche per il 2015 noi di Sul Romanzo abbiamo pensato di provarci.

Ognuno dei nostri collaboratori ha indicato un titolo, puntando anche sui propri gusti personali e orientando la scelta verso quel libro che maggiormente ha saputo risvegliare un’emozione con l’augurio di aprire un confronto anche con voi lettori, cui chiediamo di indicarci nei commenti quali sono stati per voi i migliori libri del 2015.

Intanto, ecco quelli scelti dalla redazione di Sul Romanzo.

***

L'eco lontana delle onde del Nord di Corina Bomann, traduzione di Lidia Castellani, Giunti

Un’isola sul Mar Baltico fa da sfondo a questo romanzo: una donna cerca di ricostruire la propria vita dopo la separazione del marito. Prima di ricominciare dovrà fare i conti con il proprio passato, che ci riporta ai tempi della Repubblica Democratica Tedesca. Una storia avvincente che descrive gli anni oscuri vissuti dai tedeschi dell’Est, durante la Guerra Fredda.

(scelto da Stefania Caviglia)

I migliori libri del 2015

***

Effetto domino di Romolo Bugaro, Einaudi

Romolo Bugaro, con la sua scrittura, sa cogliere più occasioni di quelle che la realtà sembra offrire, proprio come i grandi autori. Per questo e altri motivi, Effetto domino è un romanzo prezioso, del quale tutti dovremmo avere però una misurata paura.

(scelto da Federico Ottavis)

I migliori libri del 2015

***

 

Adele di Rossana Carturan, Caracò editore

Adele è uno di quei libri che ti aspetti in un modo e ti accoglie in un altro: la storia di una fanciulla, stretta nell’orizzonte chiuso di una famiglia patriarcale e anacronistica, oppressiva eppure radice profonda e fortemente avviluppata. Ma la sua vera vita è nella poesia, quella zampilla interiore che non ha trovato ancora modo di scaturire, e tuttavia morde il cuore fino a decidere di spezzare persino il legame con i figli. Da Padova a Torino, dove infine trova il suo spazio come giornalista, per poi approdare a Milano, la storia di Adele è la storia di una passione violenta com’è la scrittura. Ma la passione è antagonista del destino: laddove l’Adele giornalista indaga la strage del 12 dicembre 1969, l’Adele madre si deve confrontare con quei figli prima abbandonati e poi coinvolti nella stessa strage di piazza Fontana, incontrando l’inganno della Storia ma anche l’amore racchiuso dentro un’amicizia. Adele intraprende così un percorso di ricerca delle verità che la condurrà a una corsa contro il tempo e contro tutti.

La forza di una donna più l’amore per la scrittura più la Storia più una narrazione dal tono delicato ma dal carattere intenso: l’addizione perfetta per lasciare un segno indelebile nella memoria di una lettrice.

(scelto da Sara Minervini)

I migliori libri del 2015

***

Beatles di Lars Christensen, traduzione di Alessandro Storti, Atmosphere Libri

Ho deciso di proporre questo libro fra i migliori del 2015 per la sua delicatezza, per l’ironia con la quale affronta argomenti ben conosciuti da ogni adolescente. Le avventure dei quattro protagonisti riescono a trascinare la mente all’interno del loro mondo, delle loro avventure, e al lettore non resta che lasciarsi trasportare. Al termine del romanzo sembrerà di aver vissuto una vita che non ti appartiene, distante, ma allo stesso tempo incredibilmente vicina.

(scelto da Barbara Scalco)

I migliori libri del 2015

***

La promessa di Giovanni Cocco, Nutrimenti

Chi si aspettava una conseguenza logica de La caduta, opera pubblicata sempre da Nutrimenti nel 2013, non aveva fatto i conti con la versatilità letteraria di Cocco. Leggere La promessa spiazza, perché l’autore sa maneggiare un fatto di cronaca dando nuova struttura a domande profonde che vanno ben oltre il livello di lettura che aveva suggerito La caduta, in uno specchio di personaggi che ritornano ancor più complessi.

(scelto da Morgan Palmas)

I migliori libri del 2015

***

Pornokiller di Marco Cubeddu, Mondadori

Un romanzo da leggere per due motivi: uno stile di scrittura creativo, intelligente e destabilizzante, e la volontà di commentare l'Italia di oggi attraverso un racconto dissacrante. Un esempio di come può intervenire la letteratura nel mondo contemporaneo.

(scelto da Marcella Valbusa)

I migliori libri del 2015

***

Il nostro bisogno di consolazione di Stig Dagerman, traduzione di Fulvio Ferrari, Iperborea

Vero che era già stato pubblicato nel 1991 e vero anche che si tratta di un testo del 1952, ma Iperborea ci restituisce il testamento letterario di Stig Dagerman in un'edizione raffinata e seducente. L'autore del magnifico racconto Uccidere un bambino lascia al mondo parole di rara bellezza.

(traduzione di Mirko Tondi)

I migliori libri del 2015

***

Le cose semplici di Luca Doninelli, Bompiani

Il romanzo, le sue forme, le sue strutture vengono "forzate" e testate nell'ultimo lavoro di Luca Doninelli. Un lavoro che è anche una sfida alla teoria: è ancora possibile per il romanzo raccontare il mondo e la tensione di una vita che si vuole "umana", con i suoi sentimenti e le sue "cose semplici", in un mondo sempre più segnato da guerre e violenze? Non è forse proprio del romanzo porsi e farsi al contempo portatore di queste domande? La sfida di Doninelli – che ambienta la scena in una Parigi post apocalittica – è sicuramente ambiziosa ma coglie nel segno.

(scelto da Irene Sorrentino)

I migliori libri del 2015

***

I vostri padri, dove sono? E i profeti, vivono forse per sempre?di Dave Eggers, traduzione di Marco Rossari, Mondadori

Prendete un gruppo di persone che fra loro non hanno (apparentemente) nulla in comune, anestetizzatele, portatele sul tetto di un edificio, incatenatele, risvegliatele e interrogatele per scoprire perché i vostri desideri non si sono realizzati. Buona idea? Dave Eggers, con un sistema narrativo che ricorda la feroce precisione nella scelta delle parole di una pièce teatrale di Yasmina Reza, non dà scampo al lettore, costringendolo, con un flusso continuo di discorso diretto, a guardarsi dentro con tanta velocità da rimanerne stordito. Riuscirà il protagonista ad accettare la realtà deludente che i suoi ostaggi gli sputano addosso? E soprattutto saprà rimboccarsi le maniche per trovare una soluzione?

(scelto da Pierfrancesco Matarazzo)

I migliori libri del 2015

***

Gli anni di Annie Ernaux, traduzione di Lorenzo Flabbi, L'orma editore

Gli anni è un libro personalissimo e corale. Annie Ernaux riesce ad articolare le immagini più intime della sua storia con quelle della Francia del Novecento. Il lavoro sul frammento è raffinatissimo, controllato e insieme lirico. Il montaggio si imprime nella memoria profonda del lettore.

(scelto da Elena Cattaneo)

I migliori libri del 2015

***

C'è un re pazzo in Danimarca di Dario Fo, Chiarelettere

Nella sua opera, Dario Fo richiama una parentesi fondamentale per la storia d'Europa, che vede coinvolti Cristiano VII di Danimarca, la consorte Carolina Matilde e il medico tedesco Struensee. Un libro avvincente che parla di amore, complotti e idee, quelle che animarono il secolo dei Lumi.

(scelto da Elena Spadiliero)

I migliori libri del 2015

***

Chi manda le onde di Fabio Genovesi, Mondadori

Una narrazione composta, ondeggiante fra picchi di tensione e momenti di placida marea. Costruito con un pizzico di ironia e un poco di saggezza, la storia dei suoi protagonisti, piccoli o grandi che siano, coinvolge il lettore in un mondo no-social, dove ogni personaggio è una maschera pirandelliana, che incanta e disincanta chi legge.

(scelto da Stefano Fornaro)

I migliori libri del 2015

***

Sbirritudine di Giorgio Glaviano, Rizzoli

Spesso ascoltiamo notizie di poliziotti “cattivi” che hanno sbagliato oppure di poliziotti “eroi” che restano uccisi e vengono indicati come i simboli della lotta alla criminalità. Mai si parla di quello che sta nel mezzo, ovvero di tutti gli agenti e investigatori che cattivi non sono ed eroi nemmeno, i quali ogni giorno combattono una guerra “silenziosa” tra incartamenti e strade di città e paesi dominati dal male.

Il libro di Glaviano si basa sulla storia vera di un poliziotto siciliano che per vincere deve lottare non solo contro la criminalità ma anche contro la corruzione, la collusione, le infiltrazioni... e così, per esempio, mentre lui in pratica rinuncia ad avere una vita propria per trovare le prove e arrestare un latitante scopre che il suo capo si incontra con i boss e prende accordi per spartire potere e denaro.

(scelto da Irma Loredana Galgano)

I migliori libri del 2015

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete la nostra Webzine

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, PinterestYouTube]

Olga di carta. Il viaggio straordinario di Elisabetta Gnone, Salani

Olga è una bambina fatta di carta che racconta storie e avventure grandiose. Qualcuno le crede, altri invece dubitano che quella fragile bambina di carta possa averle vissute. In realtà, Olga desidera trasformarsi in una bambina in carne e ossa come tutti gli altri e le sue avventure sono importanti per lei, per i suoi amici e per noi lettori, perché ci aiutano a capire quanto sia importante essere unici.

(scelto da Viviana Filippini)

I migliori libri del 2015

***

La ragazza del treno di Paula Hawkins, traduzione di Barbara Porteri, Piemme

Un thriller intenso, dai risvolti inaspettati, che intrattiene dalla prima all'ultima pagina presentando le sfaccettature psicologiche dei personaggi con grande efficacia. Risulta, così, un ottimo connubio di trama e di stile.

(scelto da Irina Turcanu)

I migliori libri del 2015

***

Sottomissione di Michel Houellebecq, traduzione di V. Vega, Bompiani

È riuscito a farmi sorridere della fragilità e dell’individualismo intellettuale europeo, incarnato dal protagonista François, di fronte all’avanzata del robusto e sanguinario monoteismo materiale delle petromonarchie.

(scelto da Leonardo Palmisano)

I migliori libri del 2015

***

Nel mondo a venire di Ben Lerner, traduzione di Martina Testa, Sellerio

Uno scrittore trentenne di nome Ben Lerner che racconta di come ha scritto il libro che teniamo tra le mani, tra cene a base di polipi rivelatori e Ritorno al futuro: se con una promessa come questa un libro non cade nel postmodernismo, il suo autore deve avere qualcosa di speciale.

Se con Un uomo di passaggio aveva fatto drizzare le orecchie a parecchia gente, con Nel mondo a venire (10:04 in lingua originale) Lerner si conferma ma soprattutto si afferma – meritatamente – nel panorama americano e internazionale. Una delle luci che brilleranno di più nei prossimi anni.

(scelto da Matteo Bolzonella)

I migliori libri del 2015

***

L’albero di stanze di Giuseppe Lupo, Marsilio

Un poema epico in prosa, tra realismo magico e cultura meridionale, dove le fantasie sono tradotte in metafore acrobatiche, in un caleidoscopio di colore e musica: un’originalissima favola, dove tempo e luogo sono evanescenti, trascina il lettore verso altri mondi, lontani da una faticosa realtà.

(scelto da Tiziana Viganò)

I migliori libri del 2015

***

La tentazione di essere felici di Lorenzo Marone, Longanesi

La scelta è stata dettata dal personaggio simpatico e brillante di Cesara Annunziata che vive la sua vecchiaia con invidiabile giovinezza, trasmette un messaggio positivo che il titolo del libro esemplifica alla perfezione. Fra un linguaggio nudo e crudo e qualche battuta spiritosa la lettura scorre, ma ferma l’attenzione del lettore, che ride, ma riflette sul ciclo naturale dell’esistenza.

(scelto da Stefano Fornaro)

I migliori libri del 2015

***

Sfrattati di Giuseppe Marotta, Corbaccio

L’autore è stato davvero bravo a costruire un libro di denuncia che si legge come un romanzo, e che ci svela le molte sfaccettature di un problema scottante, analizzate da chi lo deve affrontare ogni giorno per lavoro.

(scelto da Annamaria Trevale)

I migliori libri del 2015

***

Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà di Luis Sepúlveda, traduzione di Ilide Carmignani, Guanda

È una lettura commovente e adatta a tutti. Non è solo una favola su una splendida amicizia e su una fedeltà eccezionale tra un bambino e un cane. È anche la descrizione di una terra desolata, lontana e colma di problemi. È una storia di coraggio, voglia di riscatto e sofferenza. È un libro che fa esattamente quello che ogni testo dovrebbe fare: far riflettere e raccontare a tutti un mondo che, spesso, si ignora o si fa finta di non vedere.

(scelto da Francesco Forestiero)

I migliori libri del 2015

***

Le fragili attese di Mattia Signorini, Marsilio

È godibile la sua costruzione polifonica, il racconto di Italo, proprietario della pensione Palomar, che a quasi ottant’anni ha deciso di chiudere l’attività, e dei suoi ultimi ospiti sospesi in una bolla temporale, nell’attesa che la vita faccia un passo avanti e la pianti di stare in bilico, pericolante su sé stessa, ripiegata sulle cicatrici che ancora dolgono. Improntate a un realismo malinconico, quasi felliniano, le pagine migliori del giovane scrittore rodigino evocano un mondo in via di estinzione, quello della povera gente che abita gli argini del Po all’epoca dell’esondazione.

(scelto da Alberto Carollo)

I migliori libri del 2015

***

A oriente del giardino dell'Eden di Israel J. Singer, traduzione di Marina Morpurgo, Bollati Boringhieri

Se dovessi definire con un aggettivo il romanzo di Israel J. Singer lo definirei " prezioso".

È una storia di grande afflato, ambientazione superba e personaggi dipinti nella loro vera e dolorosa condizione umana. Un tocco di magia così come le località descritte ed i sentimenti, tipici dei capolavori che nascono, se nascono, una volta ogni cento anni.

(scelto da Ivonne Rossomando)

I migliori libri del 2015

***

I miei piccoli dispiaceri di Miriam Toews, traduzione di Maurizia Balmelli, Marcos y Marcos

È un romanzo difficile da dimenticare, perché osa parlare di morte, per di più suicidio, invece che fare finta che non esistano né l'una né l'altro. E tutto questo con una scrittura che passa con disinvoltura dall'allegria alla commozione, poi di nuovo all'allegria. Più o meno come capita a noi quando viviamo.

(scelto da Antonella Squicciarini)

I migliori libri del 2015

 

Gli eroi sono gli eroi di Mariagiorgia Ulbar, Marcos y Marcos

Alla voglia di valicare confini (di una lingua "materna" in cui spesso non mi riconosco; degli insegnamenti degli avi; delle terre che ho conosciuto; dei cuori che ho tastato) ho trovato risposta nei versi rocciosi di Mariagiorgia Ulbar.

(scelto da Monica Bedana)

I migliori libri del 2015

***

L’eco di uno di uno sparo di Massimo Zamboni, Einaudi

È un romanzo intenso, pregno di verità e di vita. Non di facile lettura, sulle prime, ma sorprendente per lo stile e la scrittura di Zamboni (musicista, cantautore, ex componente dei CCCP e dei CSI), l’accurata ricostruzione storica, a 70 anni della Resistenza, e degli ambienti, l’intreccio coinvolgente delle vicende e dei personaggi sviluppato in una trama mai prevedibile.

(scelto da Enza A. Moscaritolo)

I migliori libri del 2015

***

Questa la lista dei migliori libri del 2015 pensata da Sul Romanzo. Se avete altri titoli, lasciate pure un commento. La lettura è arricchimento reciproco. E cosa meglio di un consiglio tra lettori, allora?

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.9 (12 voti)
Tag:

Commenti

Grande iniziativa

Il libro "La promessa" esprime a pieno la versatilità letteraria di Cocco.

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.