Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

I libri alla 72^ Mostra del Cinema di Venezia

I libri alla 72^ Mostra del Cinema di VeneziaAnche in questa 72^ Mostra del Cinema di Venezia non mancano film tratti da libri più o meno famosi. Sebbene a differenza di altre edizioni quella di quest'anno sembrino puntate più su temi autobiografici, documentaristici e d'attualità, non mancano interessanti trasposizioni su pellicola di opere già viste in libreria.

Iniziamo da Black Mass. L'ultimo gangster, di Dick Lehr e Gerard O'Neill, edito in Italia da Rizzoli, dal quale è tratto invece il quasi omonimo (Black Mass) film diretto da Scott Cooper con, tra gli altri, Johnny Depp e Kevin Bacon. Storia vera delle infiltrazioni mafiose di qualche decennio fa nei servizi segreti statunitensi.

I libri alla 72^ Mostra del Cinema di Venezia

Quindi sugli schermi della Mostra del Cinema di Venezia, in lizza per il Leone d'Oro, sarà proiettato The Danish Girl di Tom Hooper, tratto dall'omonimo romanzo di Ebershoff David sulla vita di un artista di danese che nel 1930, insoddisfatto del suo corpo, affrontò un pionieristica operazione di cambio di sesso e riassegnazione dell'identità.

I libri alla 72^ Mostra del Cinema di Venezia

Altra narrazione in concorso è quella di Beasts of No Nation di Cary Fukunaga, tratto da un romanzo di Uzodinma Iweala, edito da Einaudi nel 2006 con il titolo di Bestie senza nazione. È l'amara esistenza di Agu, ragazzino come tanti che viene catapultato  dalla spensieratezza del suo villaggio alla dimensione di bambino-soldato, in un Africa cruda, bestiale e, purtroppo attuale.

I libri alla 72^ Mostra del Cinema di Venezia

C'è anche un film italiano. È L’attesa, di Piero Messina, una storia che, per ammissione dello stesso regista, nasce da un miscuglio di ricordi personali a due testi di Pirandello, la tragedia La vita che ti diedi e la novella La camera in attesa. Ne nasce una riflessione sull'ossessione e sulla potenza e i limiti dell'autoillusione.

I libri alla 72^ Mostra del Cinema di Venezia

Infine un altro titolo fuori concorso, tratto da Via con me, di Freeman Castle (pubblicato in Italia da Marcos y Marcos). Si tratta del thriller Go with Me, diretto da Daniel Alfredson, che punta sulla presenza di Anthony Hopkins nei panni del taglialegna coraggioso cui si rivolge la giovane protagonista molestata dal potente cattivo di turno.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Nel rapporto tra letteratura, libri e trasposizioni cinematografiche l'edizione 2015 non pareggia i conti, né a livello di numeri né a livello di qualità, con l'edizione precedente. Nel 2014 infatti abbiamo potuto ammirare, ad esempio, film come Il giovane favoloso di Mario Martone, ispirato alla vita di Giacomo Leopardi e lo scandaloso Pasolini di Abel Ferrara.

Ma l'anno scorso a Venezia c'erano anche Birdman (or The Unexpected Virtue of Ignorance), di Alejandro González Iñárritu ispirato ad alcuni personaggi della raccolta di racconti di Raymond Carver Di cosa parliamo quando parliamo d'amore. O la trasposizione del capolavoro di William Faulkner, L'urlo e il furore (The Sound and the Fury), e La vita oscena di Renato de Maria traduzione cinematografica dell'omonimo romanzo autobiografico di Aldo Nove. Per non citare Hungry hearts di Saverio Costanzo, ispirato al romanzo Il bambino indaco di Marco Franzoso, o David Oelhoffen, con il suo Loin des Hommes, ispirato al racconto L’ospite di Albert Camus, o ancora il film di Christophe Honoré, Métamorphoses, ispirato alle più famose Metamorfosi di Publio Ovidio Nasone.

In ogni caso, come ogni anno, si conferma lo stretto rapporto tra letteratura e Settima arte, e anche nella 72^ edizione della Mostra del Cinema di Venezia non mancano spunti per cercare tra gli scaffali di una libreria libri interessanti.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.