Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

"I fantasmi di Darwin", realtà, scienza e fantasia in un romanzo curioso

"I fantasmi di Darwin", realtà, scienza e fantasia in un romanzo curiosoI fantasmi di Darwin (Edizioni Clichy, 2019 – traduzione di Fabio Cremonesi e Micaela Uzzielli) è un romanzo di Ariel Dorfman, scrittore argentino trapiantato negli USA poco noto in Italia ma molto conosciuto nel continente americano come romanziere, saggista e autore teatrale. Il suo dramma più celebre, La morte e la fanciulla, che tratta il tema dei desaparecidos argentini, è diventato nel 1994 un film di successo diretto da Roman Polanski e interpretato da Sigourney Weaver e Ben Kingsley.

La storia di I fantasmi di Darwin inizia in una cittadina americana nel 1981, quando Fitzroy Foster, nel giorno del suo quattordicesimo compleanno, fa una tremenda scoperta: quando il padre, amante della fotografia e di tutte le innovazioni tecnologiche, gli scatta una fotografia con la sua Polaroid, nell'immagine stampata sul corpo del ragazzo appare la testa di un'altra persona. Si tratta del volto di un maschio più vecchio e dall'aspetto strano, simile a un indigeno proveniente da qualche luogo remoto, ma come è possibile che, da quel momento, ogni foto scattata a Fitzroy riporti questa assurda sostituzione?

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Da quel giorno la vita di Fitzroy assume l'aspetto di un incubo. Non può più essere fotografato, perché ogni immagine gli ripropone "quel" volto sconosciuto al posto del suo, e non può certo correre il rischio che qualcuno estraneo alla sua famiglia scopra il suo segreto, magari per colpa di uno scatto casuale.

La famiglia si affanna senza successo a cercare rimedi di ogni genere, mentre Fitzroy si riduce a condurre un'esistenza eremitica, almeno fino al giorno in cui qualcuno gli suggerirà d’intraprendere un difficile percorso alla ricerca delle proprie origini: un viaggio molto complesso attraverso la memoria e la storia, ricco di scoperte, di false piste e di battute d'arresto.

È molto difficile raccontare questo romanzo, che non è inquadrabile in un genere preciso.

"I fantasmi di Darwin", realtà, scienza e fantasia in un romanzo curioso

Di sicuro Dorfman è stato influenzato dai romanzi del realismo magico, soprattutto da quelli di Garcìa Marquez. I fantasmi di Darwin è costruito come un intreccio indissolubile tra la descrizione realistica della vita di una tranquilla famiglia borghese americana degli anni Ottanta e la presenza costante di elementi fantastici e surreali, a volte decisamente kafkiani, a volte anche comici, ma che i personaggi vivono come naturali e del tutto plausibili.

Il tema di fondo su cui Dorfman ci vuole far riflettere è comunque terribilmente serio e riguarda la storia complessiva dell'umanità, una storia composta fin troppo spesso da lunghi elenchi di soprusi e sopraffazioni. Viene messo in forte evidenza il punto dolente del predominio del mondo occidentale, europeo e poi statunitense, su gran parte del resto del pianeta, con tutte le implicazioni ad esso connesse: sfruttamenti, massacri, genocidi che hanno portato, nel corso degli ultimi secoli, alla scomparsa di intere popolazioni.

"I fantasmi di Darwin", realtà, scienza e fantasia in un romanzo curioso

Fitzroy, che pure è un adolescente del tutto incolpevole, è brutalmente costretto dall'autore, e il lettore con lui, a prendere coscienza delle colpe dei suoi antenati, in una sorta di via crucis personale, in fondo alla quale potrà forse ritrovare la possibilità di tornare a vivere un'esistenza normale.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Romanzo di non facile lettura, I fantasmi di Darwin ci propone un collage di fatti storici e invenzioni surreali che catturano il lettore fino all'ultima pagina, dando l'opportunità di riflettere su alcuni temi sempre attuali e resi forse ancora più scottanti dal quadro politico europeo e mondiale che abbiamo davanti agli occhi in questi ultimi anni.


Per la prima foto, copyright: sarandy westfall su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 3 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.