In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

I bambini leggono meno: colpa di YouTube e app?

BambinoLe abitudini di lettura stanno cambiando, questo è una tendenza generale piuttosto chiara. E se possiamo ancora considerare l’affermazione di McLuhan, ormai quasi un vecchio adagio, secondo la quale “il medium è il messaggio”, allora abbiamo una seppure minima misura delle trasformazioni in atto.

A questo proposito, sono interessanti i dati emersi da uno studio effettuato da Nielsen Book nel giugno di quest’anno su un campione di 2000 bambini (e genitori) britannici, in riferimento alle abitudini di lettura e, più in generale, alle tendenze seguite nelle attività giornaliere dai più piccoli.

 

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: EditorialiWeb ed Eventi.

Seguiteci su FacebookTwitterGoogle+Issuu e Pinterest]

 

Da un lato, è emerso che il 32% dei bambini legge giornalmente per piacere, a fronte di un 36% che guarda la tv, con altre attività, come guardare video su YouTube (17%) o utilizzare app su piattaforme mobili (16%), molto più staccate. D’altro canto, però, come ha evidenziato con grande chiarezza Jo Henry di Nielsen Book, se si guarda ai dati su base settimanale, si nota un pattern piuttosto inquietante, e da tenere in considerazione. Vale a dire, le tre attività che sono cresciute di più, in relazione all’intervallo 2012-2013, sono proprio l’utilizzo delle app, in particolare di quelle “di gioco”, le visite a YouTube e la messaggistica.

Con quale risultato? Col risultato che la lettura vede erodere in maniera progressiva la propria quota. Se si innestano queste valutazioni nel quadro più ampio dello sviluppo mediatico e delle sue tendenze all’interazione tra televisione, Internet, smartphone, social network, la preoccupazione cresce ulteriormente.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.