"Qualcosa", la fiaba per tutti di Chiara Gamberale

I 10 contratti editoriali più ricchi del mondo

I 10 scrittori più sexy del mondo

 10 libri proibiti e censurati nel mondo

I 6 consigli di scrittura di John Steinbeck

I 6 consigli di scrittura di John SteinbeckDare consigli di scrittura non è mai facile, sia perché si tratta di un’attività molto personale sia perché ogni scrittore ha un suo specifico temperamento e, dunque, segue dei propri rituali dettati anche dall’abitudine.

Non è detto, dunque, che ciò che vada bene per uno possa andare bene per tutti gli altri scrittori o aspiranti tali.

Di certo, però, provare a seguire qualche consiglio di un autore vincitore del Premio Pulitzer e del Premio Nobel per la Letteratura non farà male.

Nel 1962, John Steinbeck incluse questi sei consigli di scrittura in una lettera indirizzata all’attore e scrittore Robert Wallsten:

I 6 consigli di scrittura di John Steinbeck

LEGGI ANCHE – Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

 

1. Abbandona l’idea che non finirai mai.

I 6 consigli di scrittura di John Steinbeck

Dimentica le 400 pagine e scrivine solo una al giorno, questo ti sarà di aiuto. Così, una volta che avrai finito, rimarrei sempre sorpreso.

***

2. Scrivi liberamente e più rapidamente che puoi e getta tutto su carta.

I 6 consigli di scrittura di John Steinbeck

Non correggere mai e non riscrivere fino a quando non avrai buttato tutto giù. Riscrivere in corso d’opera è di solito una scusa per non proseguire. Inoltre, interferisce con il flusso e il ritmo che possono derivare solo da una certa associazione inconscia con il materiale.

LEGGI ANCHE – Viaggio in America, da Steinbeck a Geert Mak

 

3. Dimentica il tuo pubblico.

I 6 consigli di scrittura di John Steinbeck

In primo luogo, il pubblico senza nome e senza faccia ti spaventerà fino alla morte e, in secondo luogo, tranne che a teatro, esso non esiste. Nella scrittura, il tuo pubblico è un singolo lettore. Talvolta aiuta scegliere una persona – una persona reale che conosci, ma anche una immaginaria – e scrivere solo per lei.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

4. Se in una scena o in una sezione hai dato il meglio di te e non ancora ti soddisfa, vai avanti.

I 6 consigli di scrittura di John Steinbeck

Quando avrai finito tutto potrai tornare indietro e allora scoprirai che il motivo per cui dava problemi è perché non doveva essere lì.

 

LEGGI ANCHE – Tre consigli per scrivere scene più convincenti

 

5. Presta attenzione a una scena che ti sembra troppo cara, molto più cara di tutto il resto. Di solito scoprirai che è fuori luogo.

I 6 consigli di scrittura di John Steinbeck

LEGGI ANCHE – I consigli di scrittura di Henry Miller

 

6. Se stai scrivendo dei dialoghi, recitali ad alta voce man mano che li scrivi. Solo così suoneranno come una vera conversazione.

I 6 consigli di scrittura di John Steinbeck

Ma forse la dichiarazione più paradossale e poetica, Steinbeck la pronunciò nel 1963, subito dopo aver ricevuto il Premio Nobel per la Letteratura:

 

LEGGI ANCHE – I consigli di scrittura di Tolkien

 

«Se c’è qualcosa di magico nello scrivere una storia, e io sono convinto che ci sia, nessuno è mai stato in grado di ridurlo a una ricetta che possa essere passata da una persona a un’altra. La formula sembra risiedere unicamente nel desiderio lancinante dello scrittore di trasmettere qualcosa che sente importante per lui come lettore. Se lo scrittore ha questa urgenza, talvolta, ma di sicuro non sempre, potrebbe trovare il modo per farlo. Devi percepire l’eccellenza che rende buona una storia o gli errori che la rendono pessima. Perché una storia pessima è solo una storia inefficace».

Insomma, una ricetta universalmente valida non esiste e forse i sei consigli di scrittura di John Steinbeck possono essere un buon punto di partenza per trovare la propria strada nella scrittura.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.8 (5 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.