Come leggere più saggi – 3 consigli

Come descrivere le emozioni nel tuo romanzo – 7 suggerimenti

Le abitudini di scrittura di Susan Sontag

I 5 comportamenti che ci rendono infelici

I 4 libri che Obama ha consigliato alla figlia Malia

I 4 libri che Obama ha consigliato alla figlia MaliaIn una recente intervista rilasciata a Michiko Kakutani del «New York Times» Obama ha dichiarato di aver stilato una lista di libri da leggere appositamente dedicata alla figlia, alla vigilia della sua partenza per il college. Malia Ann infatti è stata ammessa ad Harvard.

Si tratta ovviamente non di un compito assegnato, ma di semplici consigli di lettura formulati sulla base di un criterio che lo stesso Obama ha confessato a Kakutani:

«In parte è stato molto interessante dover eliminare quei libri che pensavo fossero davvero potenti ma che potrebbero non emergere quando andrà al college».

Dunque una lista non di libri che Obama considera importanti, ma di testi che potrebbero comunque essere di aiuto alla figlia durante gli anni del college.

 

LEGGI ANCHE – I consigli di lettura di Hillary Clinton

I 4 libri che Obama ha consigliato alla figlia Malia

Purtroppo Obama ha reso noto a Kakutani soltanto i titoli di quattro libri presenti nei suoi consigli letterari per la figlia. Vediamo da vicino quali sono:

 

1. Il nudo e il morto di Norman Mailer

I 4 libri che Obama ha consigliato alla figlia Malia

Ambientato su un’isola durante la Seconda guerra mondiale, Il nudo e il morto vede al centro della narrazione un plotone dell’esercito statunitense incaricato di effettuare una perlustrazione tra le montagne e nella giunga dell’isola. Come molti romanzi di guerra della metà del secolo scorso, il libro di Mailer s’interroga sulla legittimità ed efficacia del conflitto armato.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

2. Cent’anni di solitudine di Gabriel García Márquez

I 4 libri che Obama ha consigliato alla figlia Malia

Si tratta di una vera e propria saga che segue la storia della famiglia Buendia attraverso sette generazioni. Dopo aver lasciato la casa paterna, José Arcanio Buendia fonda Macondo, una “città degli specchi” sulla riva del fiume. Sia la città sia i discendenti del suo fondatore diventano rappresentazioni allegoriche della storia colombiana.

 

LEGGI ANCHE – I 24 libri che hanno formato Gabriel García Márquez

 

3. Il taccuino d’oro di Doris Lessing

I 4 libri che Obama ha consigliato alla figlia Malia

Il taccuino d’oro di Doris Lessing è incentrato sulla storia della scrittrice Anna Wulf, che decide di far confluire le storie raccolte nei suoi diari in un quinto volume che dà il titolo al libro di Lessing. Mischiando le storie dei diari di Anna con i racconti delle sue avventure nella vita reale insieme alla sua amica Molly,  Il taccuino d’oro è una lettura immancabile per qualsiasi giovane donna.

 

LEGGI ANCHE – Doris Lessing come non l'avete mai letta. Reso pubblico il suo epistolario

 

4. The Woman Warrior di Maxine Hong Kingston

I 4 libri che Obama ha consigliato alla figlia Malia

Questo memoir del 1976 fonde racconti popolari cinesi con estratti della vita dell’autrice. In No-Name Woman, la prima e più famosa parte del libro, Hong Kingston ricorda un racconto della madre a proposito di una zia cinese che aveva partorito fuori dal matrimonio e finì con l’uccidere se stessa e il suo bambino per la vergogna.

 

LEGGI ANCHE – Cosa c’entra Obama con Snoopy e Charlie Brown?

 

E voi cosa pensate di questi libri consigliati da Obama a sua figlia? Condividete le sue scelte?

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (4 voti)
Tag:

Commenti

incredibile... nessun classico. Nessuno scrittore vero. Non preoccupatevi anche questo Marquez sarà presto dimenticato... viva Virgilio! viva Dante!

Salve Anonimo,

grazie per il commento. Come indicato nell'articolo, questi sono solo quattro dei titoli scelti da Obama, gli altri non sono stati resi noti.
Sì, viva Virgilio, viva Dante, che però saranno stati contemporanei prima di diventare dei classici, e chissà in quanti loro coevi avranno scommesso sul fatto che sarebbero stati presto dimenticati. :-)

Mi piace moltissimo che Obama abbia scelto per la figlia alcuni dei testi che puntano sulla forza delle donne.

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.