Perché è importante leggere

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

I 29 classici preferiti da Ernest Hemingway

I 29 classici preferiti da Ernest HemingwayErnest Hemingway è uno degli scrittori che ha molto frequentato i classici, leggendoli, amandoli e citandoli spessissimo, al punto che «The Journal» ne ha tratto un’infografica molto interessante, che rappresenta alcuni dei libri più amati da Hemingway.

Lo scrittore americano è sicuramente uno dei più noti della sua epoca. Quello che, però, conosciamo meno è il suo amore viscerale per la lettura, al punto che la possiamo considerare una parte sostanziale dei suoi rituali quotidiani. Lui stesso ha affermato di passare gran parte del suo tempo a leggere. Infatti, dedicava la mattina (fino all’ora di pranzo) a scrivere e a lavorare, mentre il pomeriggio e la serata erano consacrati a leggere.

Molte sono le testimonianze dirette che confermano quest’attitudine di Hemingway, oltre che il suo amore per i classici. Era risaputo, ad esempio, che leggesse fino a quattro libri contemporaneamente ma, in alcune occasioni, poteva arrivare a otto o dieci libri. Era anche abbonato a molti periodici, riviste o quotidiani, che leggeva con avidità.

LEGGI ANCHE – Dino Buzzati ed Ernest Hemingway

Nel caso di Hemingway, forse, la sua passione derivava dalla famiglia, per la quale la lettura era molto importante, al punto da instillare un amore eterno per quest’attività sia in lui sia nei suoi fratelli. È proprio Marcelline, sorella di Hemingway, a scrivere:

«Io ed Ernest abbiamo letto tantissimo. Un’enorme quantità di classici, Scott, Dickens, Thackeray, Stevenson e Shakespeare, riempiva molti degli scaffali della nostra libreria. Non penso che ne abbiamo saltato anche solo uno. Ad esempio, durante la primavera, per un periodo non sono potuta andare a scuola a causa degli orecchioni e ho usato questo tempo libero dagli impegni di studio per leggere tutte le tragedie di Shakespeare e rileggere le sue commedie. Subito dopo, anche Ernie ebbe gli orecchioni e io so che gli stessi volumi erano disponibili anche per lui. Entrambi abbiamo divorato Stevenson, soprattutto uno dei suoi libri meno noti, Il club dei suicidi, oltre all’Isola del tesoro. Thackeray non è stata una lettura semplice come Kipling, Stevenson o Dickens, ma abbiamo letto La fiera delle vanità da cima a fondo».

LEGGI ANCHE – I consigli di lettura di Bret Easton Ellis

I 29 classici preferiti da Ernest Hemingway

L’amore di Hemingay per la lettura è cresciuto col tempo. Per gran parte della sua vita, infatti, ha letto circa un libro e mezzo al giorno, oltre ad almeno tre quotidiani. E proseguiva in questo modo anche quand’era in viaggio, portando con sé un intero borsone di libri.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Per Hemingway la lettura non era una semplice esperienza, ma offriva la possibilità di ottenere vere e proprie lezioni:

«I libri erano una parte dell’apprendere a vedere, ascoltare, pensare, sentire e non sentire, e scrivere».

I 29 classici preferiti da Ernest Hemingway

La lista che segue non riporta tutti i libri citati da Ernest Hemingway, ma quelli che menziona più spesso in molte fonti.

***

Ulisse di James Joyce

Madame Bovary di Gustave Flaubert

Anna Karenina di Lev Tolstoj

Cime tempestose di Emily Brontë

Le avventura di Huckleberry Finn di Mark Twain

 

LEGGI ANCHE – Prime edizioni di T.S. Eliot, Francis Scott Fitzgerald e Mark Twain in vendita a Londra

 

Tutte le poesie di T.S. Eliot

Guerra e pace di Lev Tolstoj

Tutte le opere di  Rudyard Kipling

Ritratto dell’artista da giovane di  James Joyce

La regina Margot di  Alexandre Dumas

I 29 classici preferiti da Ernest Hemingway

Re Lear  di William  Shakespeare

I fratelli Karamazov di Fëdor Michajlovič Dostoevskij

Gente di Dublino di  James Joyce

L’educazione sentimentale di  Gustave Flaubert

Il lettore comune di  Virginia Woolf

Il segno rosso del coraggio di  Stephen Crane

Il rosso e il nero di  Stendahl

Schiavo d’amore di W. Somerset Maugham

I Buddenbrook di Thomas Mann

 

LEGGI ANCHE – Thomas Mann e Hermann Hesse: una profonda amicizia tra due grandi della letteratura

 

La stanza enorme di  E.E. Cummings

Un mondo lontano di  W. H. Hudson

Tutti i racconti di  Henry James

Tom Jones  di  Henry Fielding

Joseph Andrews  di  Henry Fielding

Autobiografie di  W. B. Yeats

I 29 classici preferiti da Ernest Hemingway

Memorie di un cacciatore di  Ivan Turgenev

Padri e figli di Ivan Turgenev

Alla ricerca del tempo perduto di  Marcel Proust

L’americano di Henry James

***

E voi, avete letto tutti i classici preferiti da Ernest Hemingay? Quali sono quelli che amate di più?

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (3 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.