10 libri proibiti e censurati nel mondo

"Qualcosa", la fiaba per tutti di Chiara Gamberale

I 10 contratti editoriali più ricchi del mondo

I 10 scrittori più sexy del mondo

I 20 consigli di scrittura di Stephen King

I 20 consigli di scrittura di Stephen KingÈ il 2000 quando Stephen King pubblica On writing. Autobiografia di un mestiere, edito in Italia da Frassinelli nel 2015. Lo stesso King ha definito questo breve saggio come «il romanzo della mia vita, non perché la mia vita sia un romanzo, ma perché la mia vita è scrivere», lasciando presagire non solo quanto la scrittura sia importante per lui ma quanto la sua stessa vita si identifichi ormai con lo scrivere.

Ed è proprio per questo che a partire da On writing è possibile stilare una lista di consigli di scrittura di Stephen King. Qui di seguito ve ne riportiamo 20:

 

1.      Prima di tutto scrivi per te stesso e poi preoccupati del pubblico.

«Quando scrivi una storia, la stai raccontando a te stesso. Quando riscrivi, il tuo compito principale è di lasciare fuori tutto ciò che non è la storia».

 

2.      Non usare la forma passiva.

«Gli scrittori timidi amano i verbi nella forma passiva per la stessa ragione per cui gli amanti timidi amano partener passivi. La forma passiva dona sicurezza».

 

3.      Evita gli avverbi.

«L’avverbio non è tuo amico».

 

4.      Evita avverbi, soprattutto dopo “egli disse” o “lei disse”.

 

5.      Ma non farti ossessionare dalla grammatica perfetta.

«L’oggetto del romanzo non è la correttezza grammaticale ma dare il benvenuto al lettore e poi raccontargli una storia».

 

LEGGI ANCHE – I 6 consigli di scrittura di John Steinbeck

 

6.      La magia è dentro di te.

«Sono convinto che la paura sia alla base di molta cattiva scrittura».

 

7.      Leggi, leggi, leggi.

«Se non hai tempo per leggere, non hai tempo (né gli strumenti) per scrivere».

I 20 consigli di scrittura di Stephen King

8.      Non preoccuparti di rendere la gente felice.

«Se intendi scrivere nel modo più veritiero possibile, i tuoi giorni come membro della buona società sono contati».

 

9.      Spegni la TV.

«La TV – mentre lavori – è l’ultima cosa di cui un aspirante scrittore ha bisogno».

 

10.  Hai tre mesi.

«La prima bozza di un libro – anche se è lungo – non dovrebbe richiedere più di tre mesi, la lunghezza di una stagione».

 

LEGGI ANCHE – I 13 consigli di scrittura di Walter Benjamin

 

11.  Ci sono due segreti per il successo.

«Sto fisicamente bene e sono sposato».

 

12.  Scrivi una parola per volta.

«Che si tratti di una vignetta di una singola pagina o di una trilogia epica come Il Signore degli Anelli,' il lavoro è compiuto sempre una parola alla volta».

 

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

13.  Elimina le distrazioni.

«Nella stanza dove scrivi non dovrebbe esserci un telefono, e certamente non dovrebbero esserci la TV o i videogiochi».

 

14.  Segui il tuo stile.

«Non puoi imitare il modo con cui uno scrittore si approccia a un determinato genere, e non importa quanto ti possa sembrare facile ciò che quello scrittore sta facendo».

 

15.  Scava.

«Le storie sono reliquie, parti di un mondo pre-esistente ancora da scoprire. Il lavoro dello scrittore è di usare gli strumenti in suo possesso per ottenere il maggior numero possibile di terreno intatto».

 

LEGGI ANCHE – I consigli di scrittura di Toni Morrison

 

16.  Fa’ una pausa.

«Scoprirai che leggere il tuo libro dopo sei settimane di pausa può essere un’esperienza strana, spesso anche esilarante».

 

17.  Tieni fuori le parti noiose e uccidi i tuoi cari.

«Uccidi i tuoi cari, uccidi i tuoi cari, anche quando rompe il tuo piccolo egocentrico cuore da scribacchino, uccidi i tuoi cari».

I 20 consigli di scrittura di Stephen King

18.  La ricerca non deve mettere in ombra la storia.

«Ricorda l’espressione in secondo piano. È il posto a cui appartiene la ricerca: tienila quanto più possibile sullo sfondo e dietro la storia».

 

LEGGI ANCHE – I 7 consigli di scrittura di William Faulkner

 

19.  Diventerai uno scrittore semplicemente leggendo e scrivendo.

«Impari molto scrivendo molto e leggendo molto, e le lezioni più preziose sono quelle che ti insegni da solo».

 

20.  Scrivere deve rendere felici.

«Non si scrive per fare soldi, diventare famosi, ottenere appuntamenti, fare sesso o fare nuovi amici. Scrivere è magico, tanto quanto l’acqua della vita come qualsiasi altra arte creativa. L’acqua è gratuita. Perciò bevi».

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.8 (4 voti)

Commenti

Ogni scrittore che sia un grande o che sia un anonimo può dare i suoi particolari consigli sulla scrittura. Molti di tali consigli sono abbastanza personali e a volte possono scontrarsi con le esigenze di altri scrittori/trici. Io mi sento di dare il mio personale consiglio: "la cosa primaria per uno scrittore/trice deve essere la storia che andrà a raccontare nel suo racconto o romanzo che sia". Tutto il resto viene dopo. Poi, come ci arrivi a "quella determinata storia da narrare" è un altro paio di maniche. Ma questo per ora non ci riguarda, conta solo "la storia che si andrà a raccontare". Uno che ha già in mente e poi chiaramente sintetizzato la storia che andrà a raccontare, per me è già sulla buona strada. Buona scrittura. Vi saluto.

Salve Pietro,

grazie per il tuo commento. Sì, crediamo anche noi che ogni scrittore possa condividere i suoi consigli di scrittura. Poi sta a chi recepisce la capacità di adattarli alle proprie particolari esigenze. Sicuramente interessante è anche il consiglio che hai condiviso con noi.

Grazie ancora e buona scrittura anche a te.

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.