In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Henri Matisse, il cancro e i suoi coloratissimi collage

Henri Matisse, il cancro e i suoi coloratissimi collagePuò, nella vita, un problema in apparenza tragico risolversi in una nuova fonte di ispirazione? Se si tratta di Henri Matisse, la risposta non può che essere positiva. Al punto che ancora oggi un libro e una mostra in Italia provano a raccontare quest’esempio di grande determinazione ai bambini, nel tentativo di avvicinarli, allo stesso tempo, all’arte di Matisse.

 

La malattia e i gouaches découpés

Nel 1941, Henri Matisse subì un intervento chirurgico a causa di un cancro all'intestino, che gli era stato diagnosticato lo stesso anno. Sopravvisse, ma fu costretto a usare la sedia a rotelle. Lungi dall’arrendersi, gli anni Quaranta del secolo scorso furono per Matisse un momento di innovazione e di avvicinamento a una nuova tecnica.

Iniziò quasi esclusivamente a ritagliare con le forbici dei pezzi di carta colorati in varie forme di diverse dimensioni, rappresentando elementi sia astratti sia del mondo vegetale o animale e combinandoli poi fino a formare vere e proprie composizioni artistiche, sorprendenti per il modo in cui Matisse riusciva a giocare con i colori e i contrasti.

Le prime composizioni erano di dimensioni piuttosto ridotte, ma nel tempo Matisse ne realizzò di sempre più grandi confermando una trasformazione della sua già lunga carriera artistica.

Henri Matisse, il cancro e i suoi coloratissimi collage

Henri Matisse, il cancro e i suoi coloratissimi collage

Henri Matisse, il cancro e i suoi coloratissimi collage

Henri Matisse, il cancro e i suoi coloratissimi collage

Henri Matisse, il cancro e i suoi coloratissimi collage

 

LEGGI ANCHE – “Vite segrete dei grandi artisti” di Elizabeth Lunday

 

La prima mostra al Moma di New York

I collage di Matisse hanno sempre destato l’interesse di pubblico e critica, al punto che il Moma di New York (tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015) ha deciso di dedicare un’intera mostra a questa parte della produzione di Matisse.

Henri Matisse, il cancro e i suoi coloratissimi collage

Henri Matisse, il cancro e i suoi coloratissimi collage

Henri Matisse: The Cut-Outs, questo il titolo della mostra, ha raccolto 100 opere provenienti da collezioni pubbliche e private di tutto il mondo, esponendo anche il collage monumentale La piscine, composizione realizzata da Matisse nel 1952 per la sala da pranzo del suo appartamento di Nizza, acquisita dal museo americano nel 1975 e mostrata al pubblico per la prima volta dopo 20 anni.

Henri Matisse, il cancro e i suoi coloratissimi collage

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Perché il collage? Ovvero, Matisse spiegato ai bambini

A questo punto, la domanda potrebbe sorgere spontanea: perché Henri Matisse decise di dedicarsi al collage, cambiando completamente il suo stile e la sua tecnica?

«Mentre le sue forbici correvano sul foglio, fantasticò su come deve sentirsi un uccello quando vola. E mentre ritagliava, Matisse si sentì come se anche lui stesse volando...»

Henri Matisse, il cancro e i suoi coloratissimi collage

La risposta, molto poetica, viene da un libro che prova a spiegare Matisse ai più piccoli: Il giardino di Matisse di Samantha Friedman con illustrazioni di Cristina Amodeo e pubblicato in Italia da Fatatrac (Giunti) nella traduzione di E. Baboni e A. Keller in collaborazione con il Moma.

Henri Matisse, il cancro e i suoi coloratissimi collage

Non sappiamo fino a che punto possa essere considerata attendibile, ma di certo si può ritenere che la libertà di quelle rondini aiutasse Matisse a sopportare meglio la difficile condizione di uomo costretto sulla sedia a rotelle.

Henri Matisse, il cancro e i suoi coloratissimi collage

 

LEGGI ANCHE – L'Espressionismo

 

Matisse insegnante di collage?

E se proprio queste opere, così distanti dalla prima produzione artistica di Matisse, fossero utilizzate per avvicinare i bambini all’arte? È quello che hanno pensato gli organizzatori della mostra-laboratorio Il giardino di Matisse, che dal 5 marzo e fino al 22 maggio sarà ospitata nello spazio Fontana del Palazzo delle Esposizioni di Roma. Come già si può intuire dal titolo, la mostra è una diretta emanazione del libro di Samantha Friedman e Cristina Amodeo.

Henri Matisse, il cancro e i suoi coloratissimi collage

Oltre a una serie di riproduzioni delle opere del pittore francese, la rassegna prevede un insieme di eventi didattici a cura dei Servizi Educativi-Laboratorio d'Arte del Palazzo delle esposizioni, inclusi alcuni laboratori gratuiti per i più piccoli, affinché si avvicinino concretamente alla tecnica del collage. Forse sarà l’occasione per imparare a superare il dolore per le conseguenze di una malattia come il cancro o di altre situazioni negative come ha fatto Henri Matisse, con forza e creatività.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (3 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.