In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

“Heidi” di Francesco Muzzopappa. Quando l’humor impregna un libro

“Heidi” di Francesco Muzzopappa. Quando l’humor impregna un libroA volte basta un giorno per stravolgerti la vita. A Chiara, la protagonista di Heidi, romanzo di Francesco Muzzopappa pubblicato da Fazi Editore, basta un giorno per uscire da una vita grigia e asettica, dove la sera era costretta a fare abuso di farmaci per addormentarsi, a una piena di calore.

Chiara è una trentacinquenne milanese che lavora come casting director. Un giorno il suo capo soprannominato lo Yeti convoca tutti i suoi dipendenti per pensare nuovi format per programmi televisivi che siano innovativi e di successo, chi non riuscirà a trovare un buon titolo per un nuovo programma sarà licenziato.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Da questo punto in poi la vita della protagonista che era già dedita completamente al lavoro sarà sconvolta ulteriormente quando il padre, Massimo Lombroso, un critico letterario del «Corriere della Sera» ora malato di demenza selettiva, viene allontanato dall’ ospizio in cui si trovava perché diventato ingestibile. La donna si vede così costretta a convivere con il padre, ma questa coabitazione risulta molto difficile portandola a cercare un infermiere che possa aiutarla a prendersi cura dell’anziano ma mai si sarebbe aspettata che fosse proprio Thomas a bussare alla sua porta:

«Mi domando cosa ci faccia un tizio del genere a casa mia quando dovrebbe stare sulla spiaggia ad aspettare la grande onda. Mi riesce facile immaginarlo mentre lucida la tavola con il grasso nel garage. A guardarlo bene, tutto di lui sa di surf, dalla T-shirt oversize slabbrata intorno al collo, all’abbronzatura dorata tra i peli delle braccia, biondi, alle prime leggere rughe scavate dal sole che si irradiano dagli occhi.»

“Heidi” di Francesco Muzzopappa. Quando l’humor impregna un libro

Chiara è una protagonista ricca di contraddizioni, è forte ma anche fragile, caparbia ma cedevole con le persone che ama. Difficile è il suo rapporto con il padre, un uomo anaffettivo e misantropo temuto per la sua penna che poteva stroncare la carriera a giovani scrittori. I due non solevano passare molto tempo insieme ad eccezione di quando guardavano Heidi, ed è proprio con questo nome che ora Massimo chiama la figlia, ed è in quel mondo fantastico che pensa di vivere. Thomas invece, o per meglio dire Peter così chiamato dal signor Lombroso, entra pian piano nella vita dei due con cene, massaggi e gite al lago. È un giovane che sa cosa vuole dalla vita e sceglie accuratamente le persone che ne devono entrare a far parte.

Heidi è un romanzo trascinante e toccante scritto in prima persona da una voce carica di umorismo.

«Se c’è un traguardo che in decenni di battaglie femministe credo abbiamo ormai conquistato è la nostra capacità prensile. Ecco perché, normalmente, gli uomini che mi aprono lo sportello dell’auto mi infastidiscono, perché io lo sportello so aprirmelo da me.»

“Heidi” di Francesco Muzzopappa. Quando l’humor impregna un libro

In questo libro ci viene raccontata la tipica vita di un lavoratore milanese che lavora h24, dell’aria che si respira nelle aziende, delle pressioni che subiscono i lavoratori, delle descrizioni comiche dei provini che Chiara è ridotta a sopportare, di come oggi la televisione offra sempre più contenuti di scarsa cultura. Caratteristici sono gli aforismi e citazioni di poeti pronunciati da Massimo che ricorrono in tutto il romanzo; questo personaggio ci permette di vedere e comprendere che una malattia come la demenza selettiva non trasforma le persone in dei gusci vuoti ma solo in esseri più fragili e a volte con una “vista” migliore della nostra, fino a regalarci una forte emozione nella scena finale.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Francesco Muzzopappa ha scritto di personaggi veri che si trovano a fare i conti con delle difficoltà durante la loro vita, ma che non si lasciano mai sopraffare dagli eventi, è un libro che viene voglia di rileggere molte volte sempre pronti a sorridere per lo spirito del suo autore e incantati dalla leggerezza e bellezza della sua scrittura.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.