In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioniQuali sono gli strumenti utili per la scrittura? Difficile rispondere in maniera univoca a questa domanda, dal momento che ogni scrittore può avere le proprie preferenze. Abbiamo, però, raccolto gli strumenti, i segreti e le ossessioni che si sono rivelati utili per i 18 scrittori, aiutandoli a scrivere alcuni dei capolavori della letteratura di tutti i tempi.

Vediamoli da vicino.

***

Vladimir Nabokov

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Vladimir Nabokov adorava l’Eberhard Faber Blackwing 602 per abbozzare i suoi romanzi su degli schedari.

***

Ernest Hemingway

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Hemingway si divideva fra l’amore per una semplice matita e quello per la macchina da scrivere. Quest’ultima gli dava la possibilità di scrivere più rapidamente e agevolmente, mentre amava scrivere a matita perché, in questo modo, riteneva di avere delle possibilità in più per migliorare il testo: nella lettura, nella trascrizione a macchina e nelle correzioni di bozze.

***

Jack Kerouac

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Jack Kerouac adorava i taccuini tascabili. Li adoperava per annotare appunti letterari, ma da giovani, usava i taccuini per tenere traccia delle statistiche sportive di fantasia – giochi che lui stesso aveva inventato e che si divertiva a giocare da solo.

***

Neil Gaiman

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Neil Gaiman ama usare una penna stilografica. Come lui stesso ha dichiarato in un’intervista, possiede circa 60 penne stilografiche e si diverte a scrivere i suoi romanzi con due diversi tipi di penne, piacendogli cambiare colore dell’inchiostro ogni giorno, così da tenere sotto controllo il numero di pagine scritte ogni giorno. Tra le marche preferite TWSBI Diamond 540, Visconti, Pilot Custom 823 Amber, Delta Fluida, Lepine Indigo Classic.

***

Simone de Beauvoir

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Simone de Beauvoir è stata spesso fotograta mentre usava qualche penne stilografica. Tra queste: Sheaffer Snorkel Triumph, Sheaffer’s Snorkel, e una Esterbrook.

***

Stephen King

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Aveva una vera e propria mania per la sua stilografica Waterman. Ha iniziato a scrivere a mano quando, a seguito di un incidente automobilistico, non poteva trascorrere molto tempo al pc. Si rese conto, dunque, che l’uso di una penna stilografica lo costringeva a rallentare e pensare a ogni parola.

***

Mark Twain

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Twain impazziva per i taccuini personalizzati, rilegati in pelle e suddivisi in schede, che lui stesso disegnava.Da ogni pagina completata strappava una linguetta, così da trovare velocemente la successiva pagina vuota. La sua penna preferita era la Conklin Crescent Filler, soprattutto perché, data lasua forma, non poteva rotolare dalla scrivania. Nel 1890, a causa dei dolori reumatici, non ha potuto proseguire a scrivere a mano le sue storie, perciò iniziò a dettarle.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Dylan Thomas

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Si dice che Dylan Thomas usasse la popolare stilografica Parer 51, nota per la rapida asciugature dell’inchiostro.

***

John Steinbeck

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

John Steinbeck era un fanatico delle matite, e iniziava sempre le sue sessioni di scrittura con 24 matite. Adorava la famosa Blackwing, ma non disdegnava la Mongon 480. Si dice che abbia usato 300 matite per scrivere La valle dell’Eden e 60 per Furore e Vicolo Cannery.

***

Jane Austen

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Uno dei taccuini usati dalla Austen era un taccuino da cancelleria in quarto rilegato ai bordi con pelle di pecora conciata e ai lati carta di marmo. La scrittrice inglese componeva i suoi romanzi con una penna d’oca e inchiostro ferrogallico.

***

Truman Capote

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Amava scrivere a mano, con una matita, la prima versione; seguiva la stessa procedura per la fase di revisione; solo, per la terza bozza, usava la macchina da scrivere e carta di una particolare tonalità di giallo. Ovviamente, restando rigorosamente a letto, metteva la macchina in equilibrio sulle sue ginocchia, riuscendo a scrivere circa 100 parole al minuto.

***

Charles Dickens

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Charles Dickens usava inchiostro nero standard, almeno fino agli anni Quaranta del XIX secolo, quando iniziò a usare l’inchiostro blu.

***

Henry David Thoreau

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Figlio di un produttore di matite, Thoreau lavorò, da giovane, nell’azienda di famiglia. Ha inventato la prima matita americana legando la grafite morbida con l’argilla, che ha contribuito a rafforzare la mina e a prevenire sbavature. Thoreau portava sempre con sé una matita e il suo taccuino.

***

Cormac McCarthy

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Sin dal 1963, Cormac McCarthy scriveva le sue opere con una Olivetti Lettera 32, che è stata di recente venduta a un’asta per 254.500 $. Dopo aver battuto a macchina 5 milioni di parole e più di una dozzina di opere, John Miller, amico dello scrittore, gli comprò per 11 $ una nuova macchina da scrivere.

***

J.K. Rowling

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Prima di diventare la miliardaria autrice di Harry Potter, J.K. Rowling utilizzava una penna per scrivere su fogli mobili in vecchio stile.

***

Arthur Conan Doyle

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

L’autore di Sherlock Holmes ha scritto molte delle sue opere con una penna Parker Duofold.

***

Agatha Christie

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

La regina del mistero preferiva scrivere a macchina con una Remington Home Portable Number 2.

***

Sylvia Plath

Gli strumenti utili per la scrittura di 18 celebri autori: segreti e ossessioni

Sylvia Plath amava usare una penna Shaeffer, o almeno così ci dice Ted Hughes, nelle sue Birthday Letters.

***

E quali sono, invece, i vostri strumenti di scrittura? Quelli di cui proprio non potete fare a meno?

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.2 (5 voti)
Tag:

Commenti

Interessantissimo Morgan davvero mai letto altrove. Grazie.
Per scrivere io uso le Pilot gel perché mi piace che non si possono cancellare gli scritti.
Disns Nigro email:ladydiana.nigro@gmail.com

Per il commento di prima errore di battitura del mio nome che è Diana Nigro email:ladydiana.nigro@gmail.com

Salve Diana,

la ringraziamo per il suo commento, e siamo lieti che l'articolo sia stato apprezzato. Ottime le Pilot, vero.
Riferiremo anche a Morgan del suo commento.

Torni a leggerci presto :-)

Cordialmente.

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.