Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Gli insegnanti entrano gratis nei musei

Museo degli Uffizi, FirenzeÈ entrato da poco in vigore il provvedimento che consente agli insegnanti l'accesso gratuito ai musei, pubblicato in Gazzetta il 26 marzo e ora, dopo i necessari chiarimenti, finalmente operativo. Per l'accesso bisogna presentare un apposito modulo, reperibile sul sito del MIUR, che attesta, con firma del Dirigente scolastico, che l'insegnante è in servizio e che ha quindi diritto all'accesso gratuito ai musei statali e ai siti di interesse archeologico, storico e culturale, con esclusione delle mostre temporanee e fino alla disponibilità dei fondi stanziati. Il provvedimento, in via sperimentale, vale fino alla fine di dicembre 2014.

Si tratta di un'iniziativa interessante, che era comunque in vigore già in passato; lo scopo dovrebbe essere quello di consentire l'aggiornamento degli insegnanti, invitandoli a spendere parte del proprio tempo di preparazione nella visita di luoghi importanti per la memoria storico-artistica. Di certo non può diventare una forma di privilegio privo di fondamento.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Da questa prospettiva, l'inserimento dei soli siti statali rende non così ampia l'offerta, poiché molto spesso il patrimonio italiano è gestito da privati (con importanti eccezioni); d'altronde, decisamente importante è l'inclusione degli insegnanti che non hanno contratto a tempo indeterminato, che sono fra l'altro di solito i più giovani, e quindi quelli che in linea di massima hanno più bisogno di accrescere la loro formazione.

Sarebbe interessante avere dei dati sull'effettivo impiego, da parte degli insegnanti, di questa possibilità e magari, anche, sulla concreta ricaduta nella didattica per i ragazzi e le ragazze.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (4 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.