Corso online di editing

Corso online di scrittura creativa

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Irene Canino – ire_chan_

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Irene Canino – ire_chan_Si parla sempre più spesso di influencer su Instagram legati al mondo dei libri, ma qual è la loro reale funzione? Come si rapportano con i libri e la lettura? Quali obiettivi si propongono? E in che modo possono incidere sulla promozione della lettura e dei libri?

Nel tentativo di rispondere a queste domande, a partire da oggi (e ogni mercoledì) Sul Romanzo ospiterà una rubrica dedicata proprio agli influencer dei libri su Instagram con interviste ai diretti interessati per conoscerli da vicino e per capire cosa vuol dire “parlare” di libri sul social fotografico per eccellenza.

Iniziamo con Irene Canino che, con i quasi 6 mila follower che seguono il suo profilo Instagram (@ire_chan_), si occupa di «libri, Giappone, fiori, colori».

 

Un tempo c’erano i blog letterari, poi arrivò Facebook, da qualche tempo Instagram sta veicolando molto della comunicazione sui libri. All’interno di questa evoluzione – semplificata ma non lontana dalla realtà – tu che cosa pensi del rapporto tra Instagram e libri?

Credo che Instagram sia la piattaforma migliore per parlare di libri: priva della confusione di Facebook o la brevità di Twitter. Considero i libri veri e propri oggetti del desiderio, che mi piace possedere e collezionare. Li recupero ovunque. E per un lettore la componente estetica di un libro, la cura e l’eleganza di una nuova edizione oppure il calore di una vintage, è assolutamente fondamentale. È proprio questa componente che attraverso Instagram riesce a passare meglio, creando una nuova dimensione della lettura, decisamente più “accattivante”.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Irene Canino – ire_chan_

Il connubio tra minimalismo ed eleganza nelle tue fotografie rispecchia la tua personalità? Quanto conosciamo di te attraverso Instagram?

Sono una persona che cerca sempre l’eleganza e la bellezza, ma non mi definirei minimalista. Mi piacciono i colori, il vintage, la vivacità dello stile anni ‘70 , e Iris Apfel è una delle mie personalità di riferimento. Per me l’eleganza è ricercatezza e originalità, ma sempre con grande equilibrio. Attraverso Instagram cerco di far trapelare queste mie passioni: non credo di aver mai fatto un post con un libro su sfondo interamente bianco. Cerco di metterci sempre quanto più colore possibile. Se si è capaci di leggere tra le righe si può capire tanto di una persona attraverso molto poco. Figuriamoci attraverso più di quattrocento fotografie!

 

Quali mezzi (cellulare o macchina fotografica) e tecniche usi per arrivare alla foto definitiva?

Ho sempre usato, e uso tuttora, il cellulare. Credo che la bellezza di una fotografia, a meno che non si tratti di reportage naturalistici, sia data più dalla luce e dalla composizione che dai pixel. Per me non si tratta di definizione, ma di catturare un momento, rievocare un’immagine, suggerire un’idea. Non amo i filtri pesanti o le forti alterazioni di colore, quindi non uso nessuna applicazione per modificarle.

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Irene Canino – ire_chan_

Instagram è un hobby che ti diverte oppure ti piacerebbe farlo diventare un’attività lavorativa?

Per il momento è un hobby che mi diverte. Sia dal punto di vista della lettura che da quello della fotografia. Ho iniziato essenzialmente per scambiare consigli e suggerimenti letterari, e via via la “comunità” è andata ingrandendosi. Ho una grande passione per la cultura e la letteratura giapponese e, lentamente, ho scoperto tanti appassionati come me. Credo che questa sia la più grande forza dei social: la possibilità di arricchirsi a vicenda pur essendo fisicamente lontani. Sono una persona molto sincera, e spero che questo passi attraverso ciò che propongo. Un libro può piacermi di più o di meno, ma quello che scrivo è autentico. Cerco di trasmettere agli altri la bellezza e la gioia che provo nel leggere e se questo, un domani, potesse diventare un lavoro ne sarei assolutamente felice.

 

Hai collaborazioni attive in questo momento con editori e aziende grazie al tuo profilo? 

Non ho collaborazioni continuative e fisse, sebbene mi sia capitato.Per ora non posso dedicare tutto il mio tempo alla lettura e, di solito, non riesco ad avere ritmi tali da coniugare ciò che piace a me e ciò che mi viene proposto. Ma quando accade, è sempre perché cerco di scegliere  tra quest’ultime – delle letture congeniali ai miei gusti. Voglio essere il più possibile onesta e sincera con chi mi segue.

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Irene Canino – ire_chan_

LEGGI ANCHE – Come promuovere i libri sui social. L’esperimento Instagram di Petunia Ollister

 

Quale rapporto hai con i lettori? Sei una persona che vive il mezzo in maniera biunivoca vagando su altri profili e commentando oppure tendi a concentrarti su quanto pubblichi?

Come ho già detto Instagram, per me, è un momento di svago e divertimento. Pertanto è naturale che, da lettrice appassionata, lo viva in maniera biunivoca. Seguo tantissimi profili che, come il mio, si occupano di libri, cerco sempre nuovi spunti di lettura e mi capita di chiedere consigli sui libri da leggere. Questo mi dà l’idea di un “circolo virtuale”, un posto dove si ritrovano gli appassionati per confrontarsi e accrescersi reciprocamente. Sono per un uso consapevole dei social che, in qualche modo, riesca a impattare favorevolmente sulla nostra quotidianità, migliorandola. Ed è cercando di tenere presente sempre questo spirito che cerco di gestire la mia pagina. Non amo le persone concentrate su se stesse nella vita di ogni giorno, figuriamoci sui social!

 

Fra i tuoi colleghi chi ti piace seguire?

Cerco di seguire persone che vivono la cosa con il mio stesso spirito, profili da cui mi sento accresciuta. Seguo Gloria Pozzoli (@ghiofgreengables), una ragazza dalla grande creatività nonché fondatrice di AccioBooks (@thebooksrebellion, pagina a dir poco stupenda!), seguo Tegamini, che accompagna le sue letture a molti momenti esilaranti, e tanti altri profili, anche più piccoli che accompagnano belle letture a belle foto. Ne seguo davvero molti, ma non potendo citarli tutti vi invito a fare un giro sul mio profilo e a dare un’occhiata!

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Irene Canino – ire_chan_

Si sta molto parlando di profili noti che pubblicizzano un prodotto in cambio di denaro senza però palesare l’accordo commerciale. Che ne pensi di questo argomento?

Sinceramente non ho seguito attentamente la questione, quindi non posso esprimermi nel merito. Penso sia comunque abbastanza intuitivo che un profilo con un grande seguito, su cui un determinato prodotto viene riproposto più volte sia nei post che nelle storie, sia pagato per farlo. Sta anche all’intelligenza di chi segue capire l’onestà di chi c’è dall’altra parte.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Irene Canino – ire_chan_

Immagina di precipitare nel 2023, fra cinque anni, come immagini il futuro di Instagram sulla comunicazione dei libri?

Francamente non posso che immaginarlo in crescita. Sebbene il mondo dei social sia in continua evoluzione, attualmente credo che Instagram sia il social migliore per “sponsorizzare” la lettura. Vedo che la community va non solo accrescendosi, ma anche migliorandosi: ci sono sempre nuove iniziative organizzate per coinvolgere chi ha iniziato a leggere da poco, i lettori che non possono permettersi di spendere molto in libri, e anche per sponsorizzare e promuovere, ad esempio, la lettura italiana.


Leggi tutte le interviste dello speciale Gli influencer dei libri su Instagram – #InstaBooks

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (3 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.