Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Eleonora Vitali – libridaleggereprimadimorire

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Eleonora Vitali – libridaleggereprimadimorireEccoci con una nuova puntata della nostra rubrica dedicata agli influencer dei libri su Instagram.

Oggi incontriamo Eleonora Vitali di @libridaleggereprimadimorire, che con i suoi oltre 19 mila follower anima una community di tutto rispetto.

Con lei abbiamo parlato del ruolo dei social nella promozione di libri e lettura, del loro futuro in questo senso e del suo impegno a favore dei libri.

 

Un tempo c’erano i blog letterari, poi arrivò Facebook, da qualche tempo Instagram sta veicolando molto della comunicazione sui libri. All’interno di questa evoluzione ‒ semplificata ma non così lontana dalla realtà ‒, tu cosa pensi del rapporto fra Instagram e libri?

Nella primavera del 2013, ho aperto questo profilo per gioco. Ero curiosa di vedere la potenza dei social network. Ero attratta dalla continua nascita di nuove figure esperte di moda, cucina, sport ecc. Mi sono interrogata su cosa potessi proporre io, a quei tempi ero un’anonima studentessa di Giurisprudenza, a cui era stata negata la carriera di medico. Così decisi di aprire un profilo su ciò che mi aveva sempre salvata dai miei “demoni”, dalla solitudine e dalla tristezza: i libri. Era una passione che mi trascinavo da quando ho imparato a leggere e in cui ho sempre trovato conforto.

A mio parere, i social sono un’arma a doppio taglio. Allontanano le persone da ciò che è reale e autentico, ma le avvicinano a mondi lontani e nascosti, come quello dei libri. Ben vengano le persone che condividono bellezza, intesa come cultura ed esperienza. È gratificante vedere quanta gente ha la tua stessa passione, le tue stesse emozioni e gli stessi pensieri quando si parla dell’ultima lettura fatta. Ci si sente meno soli. Sono consapevole che l’uso dei social dovrebbe avvalersi del criterio della misura, soprattutto con i più giovani, anche se io, in prima persona, ne abuso. Tra i vari profili di Instagram, ci si imbatte in situazioni poco educative e poco stimolanti per il futuro che verrà. Mi auguro che la mia pagina non sia tra queste!

Ora, a distanza di quasi sei anni, sono una persona completamente diversa. Sto finendo l’ultimo anno per diventare educatore professionale, specializzato in psichiatria e tossicodipendenza, nel frattempo lavoro in una struttura per adulti con gravi patologie psichiatriche e seguo qualche attività di volontariato. Proprio per questo il mio profilo è spesso lasciato in sospeso, trascorre molto tempo tra un post e l’altro proprio per mancanza di momenti da dedicarvi. Appena trovo un libro, una frase, un profilo interessante salvo tutto sul telefono e alla prima occasione lo posto. Non impiego molto tempo a curare il post, sono molto impulsiva e a volte troppo frettolosa.

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Eleonora Vitali – libridaleggereprimadimorire

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Quanto tempo impieghi mediamente per preparare immagine e testo?

Sono totalmente negata nell’arte della fotografia. Solitamente uso frasi o foto in cui sono stata taggata in precedenza. Spesso mi chiedono di fare recensioni, ecco io non mi sento brava in questo. Di solito, lascio solo commenti a caldo. In più, scrivere è per me una grossa fatica, sento di non trasmettere fino in fondo ciò che vorrei. Mi sento molto più portata alla “chiacchiera” ma per timidezza non ho mai fatto video.

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Eleonora Vitali – libridaleggereprimadimorire

Instagram è un hobby che ti diverte oppure ti piacerebbe farlo diventare un’attività lavorativa?

Instagram è per me un mezzo di rilassamento, più che un hobby. Mi piacerebbe farne un lavoro anche se non sento di avere le qualità adatte per farlo. Purtroppo, mi servirebbe una giornata da 48 ore.

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Eleonora Vitali – libridaleggereprimadimorire

Hai collaborazioni attive in questo momento con editori e aziende grazie al tuo profilo?

Qualche volta, gli autori o le case editrici mi inviano i propri libri, io li leggo e lascio loro un parere. Faccio uno scatto (almeno ci provo) e lo posto. Zero recensioni.

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Eleonora Vitali – libridaleggereprimadimorire

Leggi tutte le interviste dello speciale Gli influencer dei libri su Instagram – #InstaBooks

 

Quale rapporto hai con i lettori? Sei una persona che vive il mezzo in maniera biunivoca vagando su altri profili e commentando o tendi a concentrarti su quanto pubblichi?

Il mio rapporto con i lettori è pessimo, non riesco a dedicare loro il tempo necessario a instaurare relazioni, seppur virtuali. Vorrei confrontarmi di più con loro, far uscire di più il mio carattere e i miei pensieri/opinioni, di nuovo si torna sulla mancanza di occasioni, la colpa purtroppo è tutta mia! Spesso cerco nuovi profili, metto molti like, soprattutto a chi ha il dono di fare belle foto. Mi piace questa ricerca, perché poi trovo una frase, un libro o un contesto che mi colpisce e ne rimango affascinata. Penso di essere molto anonima, perché commento davvero raramente i profili altrui.

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Eleonora Vitali – libridaleggereprimadimorire

Fra i tuoi colleghi, chi ti piace seguire?

Seguo molto volentieri: battiture, Jane_austen_92 e laikainthespace. Trovo i loro profili geniali, ma poco intrusivi e con poche chiacchiere inutili.

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Eleonora Vitali – libridaleggereprimadimorire

Si sta molto parlando dei profili noti che pubblicizzano prodotti in cambio di denaro senza però palesare l’accordo commerciale. Che cosa pensi di questo argomento?

Da qualche tempo, tutto ciò che viene pubblicizzato ha un contratto commerciale alle spalle. Io non giudico chi lo fa per ricavarsi uno stipendio o per arrotondare, giudico chi si prende questa grande responsabilità, consigliando ai propri lettori libri che in prima persona non leggerebbero o non hanno trovato davvero degni di essere letti. La sincerità prima di tutto, anche una critica cattiva è pur sempre pubblicità!

Gli influencer dei libri su Instagram – Intervista a Eleonora Vitali – libridaleggereprimadimorire

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Immagina di precipitare nel 2023, fra cinque anni, come ti immagini il futuro di Instagram sulla comunicazione dei libri?

Come sarà Instagram tra 5 anni? La prospettiva è piuttosto triste, dal mio punto di vista è destinato ad essere gestito e frequentato da coloro che hanno saputo farsi la giusta pubblicità, che vanno a caccia di seguaci e vivono per i like. Mi auguro che i profili gestiti da persone vere resistano a tutto il marciume intorno e possano far sentire la propria voce. L’amore per i libri è una qualità nobile, deve essere coltivata e condivisa da chi davvero ha questa passione. Tra 5 anni, vorrei che ci fosse una community sempre più ampia di lettori che si mettono in gioco e perché no, anche in discussione. In un social network così pieno di “apparire”, a noi lettori tocca dimostrare di “essere”.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.