Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Giacomo Leopardi svelato: ecco cosa ci racconta la sua grafia

Giacomo Leopardi, A Silvia, Manoscritto«La grafia di Giacomo Leopardi? Diciamo che presenta dei segni grafologici inconfondibili, che riconducono a un’intelligenza originale e libera da volontà assimilative». A parlare è la dottoressa Sara Cordella, grafologa forense e docente di metodologia della grafologia peritale presso Asergraf, la Scuola Patavina di Grafologia, alla quale abbiamo chiesto di tradurre ciò che dice la grafia dell’autore di A Silvia. Con davanti il primo foglio manoscritto della poesia dedicata alla giovane, Sara Cordella nota che «il pensiero di Leopardi, raffinato, si esprime in modo chiaro e nitido, con una capacità di tornirlo senza affettazione, una grafia chiara e fluida». E chi conosce il recanatese non fatica a ritrovarlo nell'analisi.

«La presenza del segno grafologico titubante parla di una persona timida, che si sfoga nella solitudine (come indica la sua grafia ponderata e sinuosa). La sua forte sensibilità (indicata dal segno filiforme) lo porta ad avvilirsi di fronte ad aspettative disattese e fallimenti, un avvilimento che lo porta a esagerare nei sentimenti e a proiettare le sue manifestazioni nell’arte».

Ma scendiamo, con l'analisi della grafia leopardiana, su un piano più intimo. «Le aperture a capo delle lettere “a” e “o” significano facilità all’intenerimento sessuale che, essendo Leopardi un artista, lo fa incantarsi davanti a immagini formate e arricchite dalla fantasia». Fino a elementi che nella fisicità del segno appaiono come una diversa epifania dei moti interiori di Leopardi, spesso presenti anche nei contenuti della sua scrittura. «La carenza di un carattere forte, che si capisce dal fatto che mantiene il rigo 6/10 – spiega la grafologa – e la mancanza di distinzione tra moralità e immoralità (ascendente e discendente), fa sì che, nell’avvilimento, tenda a gettarsi in una confusione di sentimenti contrastanti che vengono, a catena, ad aumentare l’avvilimento stesso. Ma la grafia curva riporta a un aspetto dolce e sensibile, ed è indice di una forte ricerca di affettività».

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Infine, il suo rapporto con gli altri, di lui che, proprio nell’aspetto sociale della vita, vede uno spiraglio di speranza. «La sua elevata emotività lo porta a sentire molto se stesso e a una necessità di sentenziare, come a separare gli accadimenti da sé. La sua scrittura rivela un uomo che sa anche offuscare la realtà, soprattutto a se stesso, specialmente quando si tratta di autoestimazione, per cui ha sempre la tendenza a sentirsi più avanti degli altri».

Questo rivela la grafia di Giacomo Leopardi. Una breve indagine che magari potrebbe non trovar d’accordo studiosi e appassionati, ma che dipinge soprattutto la figura verosimile di un uomo, con le sue debolezze e le sue contraddizioni senza sminuire in alcun modo l’immensa eredità che ha lasciato al mondo.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.