Corso online di scrittura creativa

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di editing

Fuori Registro #17: il processo di digitalizzazione della scuola

Fuori Registro #17: il processo di digitalizzazione della scuolaDopo l'esempio del progetto Book in Progress, continua l'analisi del processo di digitalizzazione delle scuole avviato dalla rubrica Fuori Registro. Per favorire l’orientamento nelle trasformazioni didattiche, verranno approfondite le buone pratiche già avviate in Italia e suggeriti alcuni luoghi virtuali di supporto ai docenti.

Nel novembre 2014, il Governo ha pubblicato un decreto con cui viene stanziato un milione di euro per la formazione dei docenti all’uso delle tecnologie didattiche, facendo seguito alle richieste di molti insegnanti che sostenevano questa necessità piuttosto che l’acquisto di strumenti come Lim (lavagna multimediale interattiva) o tablet. Il finanziamento sarà su base regionale e andrà agli istituti che presenteranno i progetti più interessanti.

L’INDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca) progetta cambiamenti sostanziali promuovendo Avanguardie Educative, un movimento di innovazione «che porta a sistema le esperienze più significative di trasformazione del modello organizzativo e didattico della scuola». Qualunque istituto può aderire adottando una delle idee del movimento, dal compattare il calendario scolastico al modificare lo spazio dell’aula, dall’apprendimento intervallato al produrre i libri di testo da utilizzare durante l'anno. L’INDIRE organizza anche corsi per affiancare i docenti negli step per costruirsi i materiali di studio e seguirli nel processo di digitalizzazione nella propria scuola.

Molteplici i siti che seguono da anni il processo di trasformazione della didattica nelle scuole, tra i quali il blog del professor Alessandro Bencivenni, Profdigitale.com, in cui oltre a definire fin dal sottotitolo l’orientamento costruttivo che i docenti dovrebbero tenere («La rivoluzione digitale della scuola italiana inizia da te») offre interessanti approfondimenti come applicazioni per creare ebook, video educativi e suggerimenti utili, oppure il BYOD, Bring Your Own Device: se nella propria scuola non ci sono supporti informatici, il BYOD propone a studenti e docenti di utilizzare il proprio dispositivo informatico, cellulare, tablet o pc, durante la lezione a scuola. In tal modo, oltre all’evidente risparmio, i ragazzi possono sperimentare una modalità nuova e guidata di usare il proprio strumento digitale a scuola.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete la nostra Webzine

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Fuori Registro #17: il processo di digitalizzazione della scuolaMolto interessante è il progetto Libr@ delle scuole superiori di primo grado di Cadeo e Pontenure della provincia di Piacenza, in cui si stanno sperimentando nuove modalità di organizzazione spazio-temporale della lezione e nuovi testi didattici, per il 70% cartacei o e-book e la restante parte autoprodotti dai docenti. L’Istituto comprensivo sta testando anche la didattica verticale con lo studio contemporaneo dei ragazzi della scuola elementare e della media e la didattica con le classi aperte a ragazzi di diversa età. Il Collegio dei docenti ha stabilito di dimezzare il costo dei libri di testo cartacei per permettere alle famiglie di compare un tablet, sostituendo la carta con applicazioni, libri autoprodotti ed e-book.

La professoressa Dianora Bardi da anni si occupa di insegnamento e tecnologia con il suo gruppo Impara Digitale, che, oltre a promuovere la diffusione dei dispositivi digitali nelle scuole, focalizza il suo progetto sull’obiettivo più importante della digitalizzazione: ogni docente deve innovare la didattica, modificare il proprio metodo di insegnamento e piegare i dispositivi tecnologici alle proprie finalità educative. Più di 300 scuole lombarde stanno sperimentando il progetto della professoressa Bardi Scuola Lombardia Digitale, scambiando tra loro continue esperienze e informazioni.

Digitalizzare la scuola non riguarda solo la formazione dei docenti, l’utilizzo delle tecnologie o della banda larga negli istituti: è in fase di avvio il progetto triennale “Programma il futuro” per introdurre l’insegnamento strutturale della programmazione informatica nel curriculum scolastico. Nato dalla collaborazione tra Miur e Cini (Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica), ha trovato risposte positive in molti docenti e studenti poiché parte da giochi di logica per avvicinarsi ai concetti di base dell’informatica. Gli studenti imparano così a risolvere i problemi in maniera creativa e divergente, competenza essenziale nella loro formazione, e tra gli obiettivi dell’intero processo di digitalizzazione nelle scuole. 

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (2 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.