Corso online di editing

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di scrittura creativa

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Fuori registro #15 – Le biblioteche scolastiche e la promozione della lettura

Biblioteche scolasticheTra le strategie di promozione della lettura, le biblioteche scolastiche rivestono un ruolo preminente. Nei processi di apprendimento, la biblioteca rappresenta un efficace strumento per imparare a cercare e scegliere con coscienza critica i contenuti per la propria formazione. Per essere considerata una biblioteca di qualità, essa deve avere ottime risorse cartacee e multimediali, strumenti moderni e personale preparato. Date le attuali difficoltà, soprattutto economiche, è necessario mettere in atto alcuni piani ben articolati: primo fra tutti, creare una rete virtuosa di collaborazione reciproca tra biblioteche di scuole vicine, nella stessa città o in città adiacenti.

Nella provincia di Vicenza, a titolo di eccellente esempio, da anni è attiva la RSB Vicenza: la rete è formata da ben 38 scuole che, grazie a questa organizzazione, riescono ad aumentare il materiale a disposizione degli utenti e a migliorare la gestione della biblioteca. L'attuazione pratica è affidata al Comitato di Gestione che coordina le risorse finanziarie, mentre gli aspetti legati alle attività della biblioteca sono gestiti dal Gruppo Tecnico di Lavoro, entrambi formati da docenti. Tra le attività organizzate, ci sono la promozione di corsi di aggiornamento per i docenti e i bibliotecari e la necessaria catalogazione on-line di tutte le risorse a diposizione, come se fossero degli scaffali virtuali consultabili da qualunque dispositivo con connessione al web.

Le biblioteche scolastiche in rete a Torino e provincia hanno impostato il proprio protocollo d'intesa sull'assunto che la biblioteca deve essere coordinata come centro multimediale di risorse per l'apprendimento, traendo spunto dal Manifesto UNESCO, ovvero un «luogo privilegiato per la lettura e la scoperta di una pluralità di libri e di testi, che sostiene lo studio autonomo e l’apprendimento continuo, un luogo pubblico, fra scuola e territorio, che favorisce la partecipazione delle famiglie, agevola i percorsi di integrazione, crea ponti tra lingue, linguaggi, religioni e culture». Il progetto ha incluso la catalogazione digitale dei volumi, l'aggiornamento del personale coordinato dall'IRRE Piemonte, l'inserimento nel POF di ogni scuola di un Manifesto della Lettura per incentivare iniziative di promozione alla lettura nelle biblioteche scolastiche e a casa, l'accessibilità ai locali anche da parte dei genitori, la creazione dei punti di accesso privilegiati per le ricerche in internet.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete la nostra Webzine

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Biblioteche scolasticheCreare rete è il criterio essenziale oggi per garantire un'azione formativa più capillare ed efficace, ancor più se la rete include anche le biblioteche non scolastiche provinciali e comunali, come sta sperimentando da anni il progetto Bibliolandia: nei dintorni di Pisa è attiva la Rete Documentaria della Provincia, che offre non solo i servizi bibliotecari ma anche uno spazio per i libri digitali, il progetto Bancarella per dare nuova vita ai libri usati, il concorso letterario Juke Box per piccoli lettori e le loro riflessioni sui testi e, infine, il Bibliogioco, un quiz in cui i ragazzi giocano con il bibliotecario e i titoli dei libri.

Il reperimento testi e fondi resta una delle problematiche principali legate all'espansione di una biblioteca. Recenti progetti propongono alcune strategie volte ad aiuti concreti: l'Associazione Italiana del Libro ha raccolto le richieste di alcune scuole e ha lanciato una raccolta libri, Adotta una Biblioteca, rivolgendosi a case editrici, sponsor, enti pubblici ma anche privati, poiché la ricchezza di una biblioteca scolastica per promuovere la lettura è un patrimonio della collettività.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.