Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Esagerano coi “tag”, writer pagheranno lavorando nel sociale

Writer, Milano, graffitiÈ accaduto a cinque giovani writer, accusati addirittura di associazione a delinquere, oltre che di violazione dell’articolo 639 del Codice penale (Deturpamento e imbrattamento di cose altrui) e ora condannati a lavori socialmente utili come assistenza agli anziani o disabili. Nel giro di un anno, tra la fine del 2010 e la fine del 2011, hanno imbrattato muri e monumenti milanesi con le bombolette spray, spruzzando tag (la firma di ogni writer), puppet (disegni, figure) e outline (linea che fa da cornice al pezzo) un po’ dovunque.

Esemplare la pena richiesta davanti al Giudice per l’Udienza Preliminare, Alessandra Clemente: i ragazzi dovranno risarcire il Comune di Milano prestando assistenza agli anziani o ai disabili seguiti dai servizi sociali. Il procedimento contri i giovani è stato rinviato al settembre prossimo proprio per permettere agli avvocati difensori di strutturare un piano di risarcimento tramite lavori socialmente utili con il settore Servizi sociali di Palazzo Marino. C’è un unico dubbio: due dei “graffitari” sono diventati maggiorenni tra la fine del 2010 e quella del 2011, e i loro azzeccagarb… ops, i loro avvocati hanno chiesto che sia il Tribunale dei Minori a giudicarli, avendo compiuto il fatto mentre erano minorenni.

Curioso, in attesa della sentenza, il commento di uno dei ragazzi: «Ho sbagliato e ora, per un senso di dovere, pagherò per bilanciare il mio errore: assisterò anziani o disabili e magari insegnerò loro anche a disegnare e dipingere». Lo stesso giovane writer si è anche sbilanciato ulteriormente proponendo quella che, per il Comune di Milano, potrebbe essere anche una bella opportunità, ossia “ingaggiare” writer per abbellire quei muri della città, spesso spogli e grigi. Considerando che già ci sono due altri gruppi in attesa di giudizio, potrebbe anche essere un’idea da prendere in considerazione; magari in vista di Expo2015.

[Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Nessun voto finora

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.