Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fioriPrima di iniziare a scrivere poesie, Emily Dickinson s’impegnò in un’arte diversa ma sorprendentemente parallela a quella della contemplazione e della composizione: raccolta, coltivazione, classificazione e conservazione dei fiori, che vedeva come manifestazioni della Musa, in modo non dissimile dalle poesie.

 

Dickinson cominciò a studiare botanica quando aveva nove anni e ad assistere sua mamma nel giardinaggio all’età di dodici anni, ma solo verso i diciotto iniziò a frequentare la scuola di Mount Holyoke dove la sua passione per la botanica fu affrontata con rigore scientifico.

 

 

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Mary Lyon, la fondatrice e la prima direttrice della scuola, era anch’ella una botanica, formata dal celebre educatore e orticoltore Dr. Edward Hitchcock. Anche se Lyon incoraggiava tutte le sue studentesse a raccogliere, studiare e conservare la flora locale nei loro erbari, solo quello di Dickinson può considerarsi un capolavoro di puntigliosità e straordinaria bellezza: 424 fiori dalla regione di Amherst, che Emily celebrò come i «bei fanciulli della primavera», organizzati con una sensibilità degna di nota tenendo conto delle dimensioni e dei colori in sessanta pagine conservate in un album rilegato con il cuoio.

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Sottili etichette di carta punteggiano gli esemplari sulle quali è iscritto il nome delle piante – a volte prediligendo i termini colloquiali, altre quelli scientifici – con la sua elegante grafia.

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

LEGGI ANCHE – Emily Dickinson e le sue lettere d’amore e d’amicizia

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Quello che emerge è un’elegia del tempo, composta con un’appassionata pazienza, emanando la stessa aura di sensualità e moralità che segna la poesia della Dickinson.

 

LEGGI ANCHE – Pan di zenzero di Emily Dickinson

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Una delle pagine più belle è quella che raccoglie otto diversi tipi di violetta, un fiore che Dickinson amava più di tutti gli altri per il suo splendore.

 

LEGGI ANCHE – La poesia di Emily Dickinson in uno straordinario video

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Una caratteristica peculiare dell’erbario di Emily è il fiore scelto per la prima pagina: il gelsomino tropicale, e non una pianta locale, ma forse quella che più era in linea con la sua immaginazione.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

Emily Dickinson e la sua passione per i fiori

L’erbario originale è conservato nella sala dedicata a Emily Dickinson presso la Houghton Rare Book Library di Harvard, ma è talmente fragile che nemmeno agli studiosi è permesso esaminarlo e la riproduzione a stampa costa in modo proibitivo al punto che questo capolavoro a metà tra scienza e poesia è finito nel dimenticatoio.

L’Università di Harvard però è riuscita a digitalizzarlo e dunque a renderlo ancora accessibile.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.