In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Ecco perché la realtà aumentata in realtà non è niente di nuovo

Realtà aumentataDenti d’oro, gambe di legno, lenti di vetro. Da tempi immemorabili l’uomo sopperisce ad eventuali mancanze fisiche, naturali o accidentali, dotandosi di protesi che consentono di recuperare le “normali” abilità di un essere umano e tornare così a compiere le quotidiane attività. Man mano che la tecnologia si è sviluppata, si sono cominciate a usare protesi uditive elettroniche (invece dell’antico “corno”), lenti a contatto (in alternativa agli occhiali), protesi in titanio e carrozzine elettriche.

La prossima frontiera, tuttavia, potrebbe permetterci di andare oltre. Almeno questo è quanto promettono alcune delle ultime apparecchiature elettroniche che, a breve, potrebbero essere disponibili sul mercato. Cose viste finora solo negli album a fumetti o nelle sale cinematografiche, ma che presto potremmo indossare vivendo esperienze che non avremmo la possibilità di vivere solo con i nostri sensi… naturali.

È la promessa di dispositivi tecnologici indossabili come i Google Glass, ad esempio, occhiali speciali che, collegati in rete, forniscono moltissime informazioni in più sul mondo che guardiamo indossandoli e che, con un prossimo aggiornamento, addirittura consentiranno di inviare messaggi e-mail, effettuare chiamate navigare sul web semplicemente con la voce. Ma basta pensare a cosa sono diventati gli orologi, talmente “smart” da contenere, oltre alle classiche funzioni, anche quelle di cardiofrequenzimetro, termometro, barometro, bussola e chissà, forse anche dell’astrolabio.

Uno degli ultimi è un progetto del Royal College of Art di Londra, nominato Progetto Eidos. Si tratta di una maschera che, applicata sul viso, è in grado di amplificare portata e funzionalità dell’udito e della vista. Per ora solo un prototipo, ma che potrebbe consentire, anche in una stanza rumorosa, di selezionare e ascoltare una determinata sorgente audio, o isolare, tra tante persone in movimento, una sola figura da seguire, tracciandone la linea di percorrenza. Interessante sia in campo ludico, che, molto probabilmente, in quello militare.

Novità sorprendenti, per quello che consentono di fare. Ma quella che è stata ormai definita “realtà aumentata, a pensarci bene, non è altro che l’evoluzione di quando l’uomo fa da millenni. Al di là di ciò che è stato inventato per riacquisire capacità perdute, l’uomo ha inventato armi e armature per combattere, attrezzi agricoli e da pesca, utensili di ogni tipo che gli consentono di amplificare la sua forza fisica e le sue abilità. Basti pensare alla famosa leva. Ma anche il cannocchiale, per vedere lontano, e la ruota, per muoversi più velocemente, e le navi, per spostarsi sull’acqua. Insomma, va bene parlare di realtà aumentata, ma ricordando che la nostra realtà la stiamo aumentando continuamente da almeno 200mila anni, e forse, potremmo azzardare, da prima ancora che diventassimo uomini.

[Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Nessun voto finora

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.