Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

E se Stephen King diventa un poeta?

E se Stephen King diventa un poeta?Con questo commosso romanzo, Elevation, traduzione di Luca Briasco, Sperling & Kupfer, Stephen King si discosta da suoi temi consueti per firmare un’opera che si allaccia ai principi del periodo romantico tedesco: vien da pensare alla Storia straordinaria di Peter Schlemihl di Adelbert von Chamisso, il cui protagonista perde la propria ombra.

La vicenda si svolge nell’arco di pochi mesi, dal periodo dell’Indian Summer (ottobre-novembre) che i turisti appassionati del foliage prediligono, fino ai paesaggi innevati del Maine del pieno inverno che ci ricordano tanto Misery.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

L’autore riflette su cosa accadrebbe se si perdesse peso senza poterlo evidenziare esternamente (il protagonista arriva a perdere anche un chilo e mezzo al giorno), mantenendosi al contrario sempre uguali agli occhi degli altri. Che accadrebbe se la forza di gravità si negasse al corpo? E se la stessa forza di gravità venisse a mancare a tutti coloro che entrano in contatto fisico coll'uomo che ha perso peso? È quello che sta accadendo a Scott Carey, ma lui non si sente avvilito, anzi, nonostante le preoccupazioni dell’amico medico – il dottor Bob Ellis – Scott si sente euforico come non si sentiva da tempo. Contrario ai preoccupanti giudizi medici, rifiuta i consigli di farsi ricoverare in strutture ospedaliere specialistiche e continua nel suo fruttuoso lavoro di web designer. Il suo peso continua a calare. Affrontare la bilancia senza vestiti o con le tasche piene di monete pesanti non porta ad alcuna variazione: il dimagrimento non segue le regole della fisica (viene in mente il pittore René Magritte che rappresenta l'uomo visto di spalle con il volto frontale. Lo stesso artista belga eleva gli uomini in cielo con la bombetta in testa).

 

LEGGI ANCHE – I 20 consigli di scrittura di Stephen King

 

Scott sente in sé una leggerezza spirituale che si manifesta nella tolleranza verso gli altri e nello slancio oltre se stessi. Perdendo chili si perdono pregiudizi, vanità e grettezze egocentriche.

E se Stephen King diventa un poeta?

Cosa potrebbe succedere però quando l'alleggerimento del peso non potrà più permettergli di saltare fino al ramo più in alto dell’albero vicino a casa? Scott non può evitare di pensare che la sua leggerezza stia diventando anche il suo limite. Cosa potrà fare quando il peso, diminuendo progressivamente, tenderà allo zero? Si metterà a saltare per la casa? Potrà ancora raddrizzare i torti, come ha fatto aiutando due donne lesbiche, regolarmente sposate, a uscire dall'isolamento in cui sono state relegate dall'ostracismo bigotto dell'America che vota Trump? La vicenda è ambientata nella conservatrice città del Maine, Castle Rock, sede di molte altre narrazioni di King. E se non restasse che l'annichilimento, la morte? Anche questa allora dovrà obbedire alla regola della leggerezza.

Stephen King a settant'anni compiuti ha voltato pagina: da re del brivido è diventato re della favola. Ha cambiato vertigine.

Non si può desistere da struggenti considerazioni leggendo Elevation. Un piccolo prezioso libro in cui “l'essere umano” è rappresentato in opposizione a ciò che determina la sua indiscutibile apparenza: la bilancia! Ecco la scoperta di King: la macchina con i suoi inesorabili numeri non scoraggia l'uomo, non gli toglie sovranità e creatività: egli resta padrone della propria capacità di invertire i vincoli dell'apparenza. È lui la verità dell'esperienza umana, l'integrità morale. L’ uomo non è più un bruto, è un essere spirituale. Qualsiasi stranezza gli succeda, e qualsiasi scienza gli si applichi: incontestabile protagonista della sua vita e della sua morte. Peso è termine che designa fisico e spirito.

 

LEGGI ANCHE – I 10 libri preferiti da Stephen King

 

Ecco la trascendenza nel trattare temi elevati nell’opera: la macchina “uccide” l'uomo, ma la morte spetta a lui, è l'uomo a peso zero che la riscatta, perdendo animalità e acquistando leggerezza stellare. Si eleva. Il protagonista di King pesa la vita in gesti nobili, per poi finire coll'elevarsi scoppiando come un fuoco d'artificio nei giorni di festa. La poesiadella morte è compito dell'uomo non della macchina. A tributargli gli onori da terra, sempre più piccoli (man mano che la morte lo spinge sempre più in alto), ci sono gli amici veri, l'umanità che agita la mano in segno di saluto, amore e riconoscenza. È un arrivederci, non un addio. Non ha senso cercare di capire se King è religioso, o comunque credente, quel che è certo è che sa trasformarsi in poeta.

 

LEGGI ANCHE – Come descrivere un personaggio – I consigli di Stephen King

 

L'uomo è toccato dalla grazia dell'impossibile. A lui spetta il controllo delle meraviglie e la coesistenza con l'inspiegabile.

E se Stephen King diventa un poeta?

All'inizio della narrazione, il protagonista degli eventi, sorpreso dall'ingiustificato dimagrimento, si chiede se i termini “insistere” e “arrancoso” siano congeniali alla definizione della sua esistenza. Il primo è un verbo comune, il secondo un neologismo arrangiato da “faticoso”. Tra vecchio e nuovo linguaggio si disputa la partita della trascendenza. Magro e grasso non sono che pedisseque definizioni, le parole non possono aver la meglio sull’esistenza. Passano un po' di pagine e si legge: «Il tempo è invisibile, a differenza del peso». Ma la convenzione viene smentita: è il peso a essere invisibile. L'incomprensibile entra nell'esistente.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Un altro elemento non secondario è la presenza tra capitolo e capitolo di illustrazioni che introducono gli episodi. Sono disegni senza alcun pretesto artistico, elementari, “popolari”, inseriti a scopo didascalico, e nello stesso tempo funzionali alla favola, come è illustrata nei libri per l'infanzia. Si è bambini e si fa parte del “popolo” quando si partecipa alla “Corsa del tacchino”, descritta da King nelle sue concrete fasi agonistiche. Da sempre attento a trascendere l'antropologia americana con dosi di horror, questa volta lo scrittore americano lascia i fatti di provincia nudi e crudi, pura cronaca terrena prima dell'elevazione stellare. Il disegno li completa, li ferma e nello stesso tempo li “eleva”. Il piccolo libro armonizza gli opposti. È un’opera piena di grazia che vince i pregiudizi, instaura amore, amicizia, solidarietà e commozione. I giorni della bilancia sono i giorni dell'armonia dei rapporti umani. Armonia compiuta per sottrazione, non per addizione. Il poeta King ha visto giusto.


Per la prima foto, copyright: Colton Jones su Unsplash.

Per la terza foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.