In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

E se le sagome di cartone avessero una vita sociale?

E se le sagome di cartone avessero una vita sociale?Con un titolo alquanto estroso, ovvero La vita sociale delle sagome di cartone, Fulvio Gatti appare nella collana “I Jackpot” di Las Vegas Edizioni, casa editrice piemontese che, come da loro dichiarato, pubblica libri insoliti, ma non per questo meno affascinanti.

«Facciamo libri che regalano uno sguardo diverso e inatteso. Che rifiutano il cliché, il genere, il canone, i pregiudizi, la routine, le convenzioni, le mode, la noia. I nostri libri sono per chi, come te, vuole spingersi oltre i propri limiti. Dentro ci troverai storie che ti faranno girare la testa, perché tu non ami guardare sempre nella stessa direzione e preferisci i sentieri poco battuti, vuoi essere sorpreso e ti piace cambiare prospettiva».È ciò che si legge nella presentazione della casa editrice, e che descrive perfettamente anche questo testo.

Ma andiamo con ordine.

Innanzitutto, bisogna dire che Gatti è specializzato in cultura pop, fumetto e immaginario fantastico, scrivendo, tra l’altro, da circa dieci anni su diverse testate nazionali e internazionali. Ha a che fare con il mondo editoriale da molto tempo, dunque. Ed è proprio il mondo dell’editoria il background per questo romanzo atipico, con protagonisti uno scrittore molto famoso, il suo progetto editoriale Fabula Nuova e i suoi collaboratori, tra cui la protagonista femminile del libro, la marketing manager Samantha Neli. La fervida immaginazione dell’autore è ben riscontrabile sin dall’incipit, con un episodio alquanto buffo e singolare (seppur l’ambientazione sia un luogo assolutamente riconoscibile).

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

La storia narrata ha inizio con un prologo ambientato al Salone del libro di Torino. Nello stand di Fabula Nuova, il Ministro dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo sta enunciando una proposta: dal prossimo anno si distribuiranno, gratuitamente, duecento pagine di libri a cittadino, da richiedere all’occorrenza in farmacia. Un “bonus” cultura per combattere l’analfabetismo. A questa proposta, tra il pubblico, abbiamo reazioni differenti. Alcuni approvano, ma Rio Cormana, editor di Fabula Nuova, improvvisamente compie un gesto di protesta, inguardabile. In piedi sul tavolino dello stand, inizia infatti a defecare.

Dopo questa bizzarra scena iniziale, l’attenzione del lettore si sposta sul problema principale che in quei giorni turba la marketing manager Samantha: Paul Pavese, scrittore best-seller e fondatore del progetto editoriale Fabula Nuova, è scomparso da diversi giorni.

E se le sagome di cartone avessero una vita sociale?

Ma, a parte Samantha, nessuno sembra preoccuparsene. Per quale motivo? Tutti sembrano comportarsi come se la cosa non avesse rilevanza…

La donna però, intenta a riportare Paul in città a tutti i costi, inizia una sorta di missione investigativa, che la condurrà a forzare il pc del suo capo e scovare dei file di testi giovanili mai letti prima. Tra questi, una cartella protetta da password rinominata Sagome.

Non sarà che, in quei vecchi testi, ci siano indizi su dove Pavese possa essere andato?

Per scoprirlo, Samantha dovrà pian piano leggerli. La realtà e la fantasia si intrecciano per dare spazio alla fiction. Dove finisce però la realtà e dove inizia la finzione? Dov’è il punto di distacco?

«Niente è più reale della finzione»

E se le sagome di cartone avessero una vita sociale?

I pochi indizi che Samantha riesce a raccogliere la condurranno in un piccolo paese fuori Torino, dove Paul Pavese è cresciuto. Lì, a Campanile, Samantha incontrerà diverse persone che sembrano conoscere lo scrittore da sempre. Sarà forse il luogo giusto per ritrovarlo? Ma la ricerca, ahimè, non dà risultati. Fin quando, nel B&B dove la donna alloggia temporaneamente, appare un uomo dall’aspetto familiare…

La protagonista del romanzo si immerge così profondamente nella vita di Paul che, a un certo punto, non riesce più a capire qual è la sua reale vita e quale invece, anche con piacere, sta vivendo anche se non le appartiene del tutto. Sta forse vivendo soltanto ora? Samantha ci lascia con molti interrogativi in sospeso, i quali ci portano però a riflettere su diversi concetti.

Il libro di Gatti è un romanzo surreale, che ci fa esplorare e indagare il concetto di finzione vs realtà. Quante volte ci immergiamo così tanto in una lettura e, conclusa, facciamo fatica ad uscirne?

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Ma La vita sociale delle sagome di cartone non indaga solo sul concetto di fiction. È anche una visione dissacrante sul mondo editoriale, sulle sue regole, sul lavoro delle case editrici. Fulvio Gatti parla di libri, di editoria, con uno sguardo attento sull’andamento odierno di questo affascinante mondo. E con i suoi spunti talvolta stucchevoli ci apre un mondo di riflessioni.

Un libro dal sapore letterario con la giusta dose di suspense che, pagina dopo pagina, ci fa immergere totalmente nella vita della protagonista, e riflettere sui suoi stessi dubbi, incertezze ed emozioni.


Per la prima foto, copyright: Nicole Wolf su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.