In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

E se il primo editore della storia incontrasse i giovani d’oggi?

E se il primo editore della storia incontrasse i giovani d’oggi?Un cellulare, una chat, Venezia, un primo incontro mancato sono gli ingredienti della storia tra Luigi e Caterina. E fin qui potrebbe sembrare il normale racconto di una storia adolescenziale, se non fosse che le loro vicende finiscono con il sovrapporsi a quelle di Aldo Manuzio, il primo editore della storia, e non solo di quella italiana.

 

Stiamo parlando di una graphic novel dedicata ad Aldo Manuzio, con i disegni di Gaspard Njock e i testi di Andrea Aprile, edita da Tunué.

 

Luigi conosce una ragazza in chat e si reca a Venezia, da Bassiano, per incontrarla. Solo che Caterina non si presenta all’incontro e Luigi si ferma, in un attimo di smarrimento, sotto la statua di Aldo Manuzio, anch’egli al centro di un viaggio da Bassiano a Venezia più di cinque secoli prima:

 

«Eh Aldo? Me lo sai dire almeno te? Che faccio ora? Dove vado?

Vabbeh ho capito va', nemmeno tra paesani ci si aiuta più! Stammi bene Aldo, ci si vede... Ah, grazie per il libro!»

E se il primo editore della storia incontrasse i giovani d’oggi?

Il giovane si ferma fuori un bar a rimuginare sui suoi pensieri e sull’incontro non concretizzato, quando gli si avvicina il vecchio Alfredo (che si scoprirà essere erede di Manuzio), il quale, dopo aver chiacchierato un po’ e aver scoperto che Luigi è originario della stessa cittadina che ha dato i natali ad Aldo Manuzio, lo accompagna in un giro per Venezia, cominciando proprio da quella che fu la residenza veneziana di Manuzio:

 

LEGGI ANCHE – Aldo Manuzio, il primo grande editore della storia

 

«Un tempo residenza tra le più frequentate dai letterati di passaggio in città; ora, ben più modesta dimora».

E se il primo editore della storia incontrasse i giovani d’oggi?

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

È dopo aver salutato Alfredo che Luigi si scontrerà letteralmente con la protagonista femminile della nostra storia, Caterina, che fa un lavoro straordinario:

E se il primo editore della storia incontrasse i giovani d’oggi?

«Ci occupiamo di portare libri e cultura ai ragazzi delle popolazioni più isolate dell'Africa, facciamo dei turni e a me tocca partire tra due giorni per il Congo!».

E se il primo editore della storia incontrasse i giovani d’oggi?

Ed è Caterina che inizia a raccontare a Luigi la storia di Aldo Manuzio, partendo proprio dai macchinari che sono custoditi dove lei lavora.

È da qui che ha avvio la splendida avventura di Aldo Manuzio, che parte dalla smania di imparare a leggere alle lezioni nella residenza del principe fino al trasferimento a Roma:

«Sei stato un ottimo studente, Aldo. Il migliore che io abbia mai avuto probabilmente, ed è giusto che ti vengano schiuse possibilità ancora maggiori, te lo meriti! Il principe ci tiene a te, ti sei guadagnato la sua fiducia e la sua benevolenza. Vedrai, a Roma ti troverai bene».

E se il primo editore della storia incontrasse i giovani d’oggi?

La descrizione del soggiorno romano di Aldo si alterna a quella del viaggio di Caterina in Congo e dell’allontanamento da Luigi, quasi a voler segnare le due adolescenze che si sovrappongono sebbene in epoche differenti.

«Hai mai pensato quale rivoluzione comporterebbe la diffusione del sapere a tutti?».

E se il primo editore della storia incontrasse i giovani d’oggi?

È questa l’idea rivoluzionaria dell’ancora giovane Manuzio, quella che aprirà la strada alla sua attività. Esattamente come farà Caterina in Congo oltre 500 anni dopo, Manuzio voleva diffondere il sapere tra la gente.

Il racconto prosegue con la narrazione della formazione umana e professionale di Aldo, dalla permanenza a Verona presso la bottega di Guarino al soggiorno a Ferrara fino all’inizio della sua attività e alla creazione di quello che diventerà il suo marchio di fabbrica.

E se il primo editore della storia incontrasse i giovani d’oggi?

E se il primo editore della storia incontrasse i giovani d’oggi?

LEGGI ANCHE – Il corsivo: l’eredità contesa

E se il primo editore della storia incontrasse i giovani d’oggi?

La narrazione si chiude poi con la creazione delle prime opere di Aldo Manuzio, tutte ispirate da un’intuizione da umanista:

«Gli uomini vengono spronati agli studi...

E se il primo editore della storia incontrasse i giovani d’oggi?

...soprattutto dall'esempio degli antenati»

E se il primo editore della storia incontrasse i giovani d’oggi?

Il sogno di Aldo Manuzio si realizza dunque, dimostrando la capacità di costruire un progetto e perseguirlo in termini di obiettivi fino in fondo, senza perdersi d’animo e trasformando tutte le opportunità in occasioni. Forse è proprio questo che il nostro Aldo potrebbe dire ai giovani d’oggi, ed è ciò che indirettamente dice anche ai due protagonisti della nostra storia.

E Caterina e Luigi? Beh, novità ci saranno anche per loro, ma ora vogliamo raccontarvi ancora un po’ di Aldo Manuzio e del successo di questo libro, a cui è stata dedicata un’intera mostra dalla Biblioteca Nazionale Marciana a Venezia che, fino al 10 aprile e con la curatela di Giuseppina Bernabei e Marco Palombo, esporrà le tavole originali preparate per la graphic novel.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.