Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Dopo Hannibal Lecter un nuovo intenso personaggio dalla penna di Thomas Harris

Dopo Hannibal Lecter un nuovo intenso personaggio dalla penna di Thomas HarrisDopo tredici anni di assenza dalle scene letterarie, Thomas Harris, creatore di uno tra i personaggi più crudeli e perversi della storia della letteratura, ovvero Hannibal Lecter, torna nelle librerie con un nuovo romanzo che, a differenza di quelli precedenti, da Il silenzio degli innocenti (1988), da cui è stato tratto un film famoso con l’attore Jack Nicholson, a Hannibal (1999) a Hannibal Lecter. Le origini del male (2006), non ha più come protagonista il malvagio killer antropofago, ma un’eroina in grado di suscitare l’ammirazione del lettore, il cui nome è Caridad Mora.

Cari ha solo undici anni quando viene portata via con forza dal villaggio in cui vive ed è costretta ad arruolarsi nelle FARC, le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia. Oggi è una giovane donna di venticinque anni che lavora come custode in una grande e inquietante villa nella baia di Miami Beach, un tempo appartenuta al leggendario narcotrafficante Pablo Escobar. Molti custodi si sono susseguiti in questo impiego, ma l’unica che non si è lasciata impaurire dalle orribili voci che circolano sul conto di questa casa spettrale è proprio Cari, che di questo luogo conosce ogni centimetro. Una serie di flashback narrativi ci riporta indietro nel tempo e ci fa comprendere come questa giovane donna sia riuscita a sfuggire ai guerriglieri della FARC, e ad approdare negli Stati Uniti con un permesso di soggiorno precario, quello dell’esilio, un permesso che nell’atmosfera inacidita che si respira in quel periodo rischia di essere cancellato in qualsiasi momento da una «bizza presidenziale».

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

La villa in cui Cari Mora lavora nasconde un segreto: venticinque milioni di dollari in lingotti d’oro sono infatti sepolti lì dentro. Questo prezioso bottino fa gola a molti criminali, i quali vogliono impossessarsi della casa e si uccidono tra di loro pur di accaparrarselo. Tra di essi vi è il sadico Hans-Peter Scheineder, personaggio che per molti aspetti ricorda al lettore Hannibal Lecter.

Dopo Hannibal Lecter un nuovo intenso personaggio dalla penna di Thomas Harris

Hans-Peter Scheineder è infatti un uomo folle e malvagio. Trascorre il proprio tempo pensando al modo in cui poter mutilare giovani donne attraverso una macchina per la cremazione liquida, una sorta di lavatrice che serve a ripulire i cadaveri delle donne che questa mente diabolica uccide per fare scomparire ogni traccia della loro esistenza sulla terra. Ama ascoltare Schubert, «la musica di casa dei suoi, in Paraguay», una musica che sentiva tutto il pomeriggio, la domenica, mentre aspettava che il padre lo picchiasse.

Hans-Peter prende di mira Cari, tuttavia non sa che dietro questa donna dall’aspetto apparentemente innocuo si nasconde in realtà una guerriera capace di utilizzare le armi meglio di un uomo e di difendersi con grinta.

«In pubblico Hans-Peter Scheineder era quasi sempre pulitissimo e aveva un buon odore. Ma quando Cari gli strinse la mano in cucina sentì una zaffata di zolfo. Il fetore di un villaggio in fiamme, con i morti dentro la casa».

 

Con Cari Mora (trad.it di Luca Fusari e Sara Prencipe), Edizioni Mondadori, Thomas Harris è stato ancora una volta in grado di realizzare un thriller ad alta tensione. Le immagini visive sono forti, le capacità descrittive sorprendenti, il ritmo narrativo ben cadenzato. È un romanzo che riesce a entusiasmare il lettore, ma anche in molti passi a disgustarlo, a portarlo quasi sul punto di chiudere il libro e di non proseguire nella lettura di tante scene crudeli narrate con un forte impatto emotivo, che hanno quasi del nauseabondo, per coloro che si lasciano impressionare facilmente da scene di sangue e assassini. Tuttavia lo stile di Thomas Harris ammalia, ti riattira a sé e t’incolla nuovamente sulle pagine.

Dopo Hannibal Lecter un nuovo intenso personaggio dalla penna di Thomas Harris

La protagonista di questo libro, Cari, è una donna forte, una combattente, capace di destreggiarsi e di difendersi in mezzo a uomini pericolosi, in grado di rispondere alla violenza con la violenza. Quando, ancora con le FARC, le venne affidato un ostaggio, quest’uomo le dice delle parole che l’aiutano ad aprire gli occhi e a riprendere in mano la propria vita:

«Tu hai una bella mente, hai inventiva. Non lasciare che ti ingannino. Non limitare la tua vita privata a pochi minuti che riesci a rubare nel bosco con qualcuno: usa le tue ali per te stessa».

 

La violenza cui ha assistito sin da quando era bambina, tutti i cadaveri visti con i propri occhi da innocente, la scoperta di quanto il mondo possa essere crudele e ingiusto, non sono riusciti a rubarle la voglia e il desiderio di rifarsi una vita nuova, anzi l’hanno resa ancora più caparbia e impavida.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

In questo romanzo troviamo anche dei rimandi alla politica attuale adottata negli Stati Uniti, perché Thomas Harris ha voluto raccontare il mondo dei migranti e degli esiliati, delle loro aspirazioni per riuscire a vivere una vita migliore rispetto a quella che il paese in cui vivono gli offre, la ricerca di un sostegno e di un aiuto solidale che tuttavia sempre più frequentemente viene loro rifiutato.


Per la prima foto, copyright: Pedro Sostre su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.